Fuoristrada

Montevarchi (AR) apre le danze degli Internazionali MX 2007

E’ previsto per sabato e domenica l’apertura del grande Motocross. La partenza degli Internazionali d’Italia avverrà sul tracciato aretino di Montevarchi, come tradizione vuole. Così i piloti, accolti dal motoclub Brilli Peri con tutto il suo staff, anche quest’anno inizieranno la stagione sul difficile e tecnico percorso del “Miravalle”, caratteristiche che ci consentiranno di avere i primi risultati attendibili sul loro stato di forma. Occhi puntati quindi sui top riders che daranno sfoggio delle loro doti, lasciandoci immaginare il prosieguo della stagione. E’ proprio questa la fase più delicata, l’inizio che potrà dare il via ad un anno sfavillante per i piloti che più faranno parlar di loro. Nuovi team, nuovi accasamenti, nuove moto, insomma il 2007 presenta una serie di incognite che ci terranno col fiato sospeso, in attesa del primo verdetto di stagione. I comunicati ufficiali dei principali team confermano e smentiscono alcune indiscrezioni dei giorni precedenti. Nella MX1 confermata l’assenza dei grandi Claudio Federici ed Enrico Oddenino ritirati dal panorama agonistico dopo averla fatta da padrona per l’intera scorsa stagione. Spazio allora per il “sempre verde” Chicco Chiodi, che approda nella categoria regina col compagno Cedric Melotte in sella alle Aprilia ufficiali, al ritorno nel motocross dopo i numerosi test che hanno tenuto occupati sul campo i tecnici della casa di Noale. Cristian Beggi invece è intenzionato a dire la sua sulla RWM artigianale già vista nella recente gara di Mantova mentre i “veterani” Andrea Bartolini e Bader Manneh avranno da dire la loro. Novità in questa categoria con David Philippaerts che giunge qui alla conquista del titolo in sella alla KTM 450 del Team Red Bull. Antti Pyronen è confermato in sella alla Kawasaky del Medei Motocross Team col compagno Matteo Dottori, mentre il Team Rinaldi porterà in pista Joshua Coppins e Marc De Reuver. MX2 in completo riassetto. Occhi puntati quindi sui soliti Tony Cairoli e Davide Guarneri, già protagonisti delle più salienti battaglie della scorsa edizione, che si dovranno però guardare le spalle dalle new entry. A partire da Alessandro Lupino che debutterà come compagno di squadra di Cairoli nel Team Yamaha De Carli, continuando con Gianluca Martini in sella alla KTM dell’Orange Team, De bortoli su KTM Silver Action, il figlio d’arte Marco Maddii che passa a KTM e Pierfilippo Bertuzzo su Honda del Team SRS Racing. Sono tutti piloti di alto calibro che già in questo inizio di stagione hanno dimostrato di essere all’altezza del confronto coi più piloti più esperti. Novità anche per il ritorno di Erik Camerlengo su Kawasaki. Folta la presenza degli stranieri a cominciare dallo spagnolo Pol Panes che rimane nel team MB dopo l’esperienza dell’anno scorso al fianco di Oddenino, per continuare col norvegese Kjetil Gundersen su Yamaha e con lo statunitense Ryan Mills su Honda del Team Martin Racing. Anche la Under 18 risentirà dei questi riassestamenti. Via libera per Mauro Fiorgentili, come sempre su KTM del Digital Foto Shop, quest’anno senza gli storici più diretti avversari ad impensierirlo e Rudy Moroni ancora su Yamaha del Team Gariboldi Racing. Attenzione anche a Stefano Pezzuto, pilota piemontese su KTM del Team TDR in grado di impensierire avversari come Ordine, Di Palma e Zeni. Allora non rimane di vedere quanto accadrà durante questo weekend di passione per le due ruote artigliate. Da questo importante appuntamento si potranno stilare più precisi pronostici per la stagione a venire.