Fuoristrada

Mondiale Supermoto – Hermunen domina le qualifiche del GP di Sicilia

Boccadifalco, sta ospitando il Gran Premio di Sicilia Supermoto, seconda prova del mondiale della specialità. La giornata inaugurale è iniziata con un clima estivo, tipico di questa “terra del sole”, che ha accompagnato la vigilia mondiale e favorito l’afflusso del pubblico che per la prima volta può assistere in casa a questo spettacolare confronto.

Dominatore della vigilia di qualifiche mondiali, nei 1.254 metri di pista (196 di off road) è stato Mauno Hermunen, il finlandese della TM che ha realizzato il miglior tempo della giornata, anticipando il francese campione del mondo Adrien Chareyre (Aprilia Fast Wheels) e il pesarese Ivan Lazzarini (HM Honda Racing), che ha dimostrato un buon adattamento al bel circuito siciliano. Quarto tempo per il transalpino leader di campionato Thomas Chareyre (TM Racing Factory).

In pista anche i piloti del Campionato Europeo Supermoto con il secondo round stagionale, che ha visto emergere dalle qualifiche il ceco leader del campionato Petr Vorlicek (Honda SHR), davanti al forte pilota piacentino Edgardo Borella (Yamaha Extreme Riders). 

In pista nel palcoscenico mondiale anche i piloti del Trofeo Goldentyre Supermoto, che oggi ha visto l’affermazione nelle time practice di Salvatore Giammona (Ktm) davanti a Tonino Ippolito (Honda) e Antonino Vallone (Honda). Anche per loro domani le finali che ci permetteranno di conoscere il migliore assoluto.
Domani piloti in pista alle ore nove con i warm-up del Mondiale S1 e dell’Europeo S2 e, a seguire, la Superpole che determinerà la prima fila, mentre le prime finali del GP di Sicilia sono previste alle 11,15 con l’S2 UEM European Championship e un’ora più tardi la prima della classe S1 FIM World Championship che saranno seguite dalle seconde e terze manche. I biglietti per assistere domani alle gare: euro 20 biglietti interi, bambini fino a 6 anni ingresso gratuito e dai 6 a 13 anni ridotti come per i tesserati FMI.

LA CRONACA DELLE QUALIFICHE

S1: Prima pole stagionale per il forte pilota finlandese Mauno Hermunen (TM Racing Factory) che ha fermato le lancette del miglior giro su 1’05.167, un bel tempo che è riuscito a realizzare dopo vari giri veloci che alla fine hanno permesso al pilota del team SHR di strappare la pole position al francese campione del mondo Adrien Chareyre (Aprilia Fast Wheels) e al pesarese, autore della pole in Lombardia a metà aprile, Ivan Lazzarini (HM Honda Racing). Il transalpino leader mondiale Thomas Chareyre (TM Racing Factory) ha finito la sessione al quarto posto rientrando nei quattro piloti più veloci che domani si giocheranno nuovamente la migliore posizione in griglia di partenza con la Superpole. Positivo anche il quinto posto del marchigiano Teo Monticelli (Honda Freccia), con la quale anticipa il torinese Max Verderosa (Honda HBV), lo sloveno Uros Nastran (Suzuki Lux Performance), il poliziotto bolognese Christian Ravaglia (Ktm Miglio) e il vicentino Elia Sammartin (Suzuki Pergetti) per citare i primi dieci delle qualifiche.

S2: Per il turno decisivo di qualifica riservato alla classe europea S2, Petr Vorlicek (Honda SHR) si ripete come avvenuto in occasione della prima prova pavese.

Il Ceco, ha iniziato subito bene ma la successione di giri buoni lo ha portato a staccare il miglior tempo solo nelle fasi finali dove ha anticipato nell’ordine il piacentino Edgardo Borella (Yamaha Extreme Riders), il britannico Mitchell Thomas Malachi (Honda SHR), il fiorentino Lorenzo Lapini (Honda Lola Racing), il finlandese Sami Salstola (Honda SHR). Positiva prova anche per il marchigiano Diego Monticelli (Honda Freccia) che chiude la giornata di qualifiche al sesto posto davanti al britannico Chris Hodgson (Ktm), quindi il teramano Mattia Martella (Ktm Mtr), l’olandese Devon Vermeulen (Ktm Motoracing) e il tedesco Jan Deitenbach (Suzuki).