Fuoristrada

Mondiale MX – Cairoli si aggiudica il Gp d’Italia di Mantova

L’applauditissimo siciliano Tony Cairoli (Yamaha) non delude i numerosissimi tifosi giunti a Mantova: vince una manche e il Lovemytime GP d’Italia di Motocross MX2. In MX1 vince l’olandese Marc de Reuver (Honda) e terzo il nostro David Philippaerts (Yamaha). Nel campionato femminile vittoria della tedesca Stephanie Laier (Ktm).



 


Grande spettacolo e condizioni meteo clementi, almeno per buona parte della giornata, per il Lovemytime GP d’Italia, 5.a prova del Campionato del Mondo di motocross, andato in scena sul circuito “Tazio Nuvolari” di Mantova.


Tony Cairoli (Yamaha – Red Bull De Carli) ha vinto nella MX2, dominando la seconda manche e rimediando, con una strepitosa rimonta dall’ultima alla 4.a posizione, ad una scivolata al via della prima. Il ventiduenne siciliano, campione del mondo in carica, ha preceduto il sudafricano Tyla Rattray e l’inglese Tommy Searle, entrambi su KTM Red Bull. Rattray rimane al comando della classifica iridata con 199 punti contro i 196 di Cairoli.


L’olandese (con licenza belga) Marc De Reuver (Honda – Martin) si è invece imposto nella classe MX1 grazie a due terzi posti di manche. La prima frazione ha visto il successo del francese Sebastien Pourcel (Kawasaki) mentre nella seconda ha prevalso il tedesco Max Nagl (Ktm – Red Bull). Nella classifica di giornata, alle spalle di De Reuver, seguono Pourcel e l’italiano David Philippaerts (Yamaha – Monster) che, nonostante una caduta nella prima manche, rimane al comando del campionato ed incrementa anzi il vantaggio sull’inseguitore, il belga Steve Ramon (Suzuki – Teka).


La tedesca Stephanie Laier (KTM) ha vinto la 2.a prova del Campionato del Mondo femminile aggiudicandosi entrambe le manche. La francese Livia Lancelot (Kawasaki) conserva la prima posizione in testa al campionato. Il pilota umbro Andrea Lattanzi (Orange Team Ktm Italia), infine, ha vinto la 4.a prova del Trofeo KTM di motocross scongiurando così eventuali problemi al polso che lo hanno tenuto cautelativamente lontano dalle gare per oltre un mese.


Il campionato del mondo di motocross prosegue il 1 giugno con la sesta prova, in programma a Mallory Park in Inghilterra; la serie iridata si concluderà invece il 14 settembre ancora in Italia, a Faenza.


 


MX1 RACE-1: Come capitato a Cairoli nella MX2, anche l’altro pilota italiano David Philippaerts (Yamaha-Monster) è costretto alla rimonta nella manche di avvio. Il toscano infatti, dopo la scivolata al primo giro, è rientrato solo ventunesimo. Hole shot per Nagl, subito superato dall’olandese in forza al team Martin Marc De Reuver (Honda) e poi da Sebastien Pourcel (Kawasaki). David non ha però deluso il pubblico di Mantova, regalando spettacolari rimonte di giro in giro. Al quarto passaggio è già 13°, è velocissimo e continua a guadagnare posizioni sugli avversari. Ancora tre sorpassi nella wave e si porta al decimo posto dopo sette giri. Intanto il francese Pourcel è ancora in testa, seguito dal belga Ken De Dycker (Suzuki – Teka) e da De Reuver, terzo. Galoppata quasi solitaria per Pourcel, rimasto un po’ in ombra nella giornata di qualifiche ma grintoso come sempre in fase di gara, tanto da aggiudicarsi questa prima frazione. Secondo posto per De Dycker, terzo De Reuver. Philippaerts riesce nella splendida impresa di chiudere in quinta posizione dopo un bellissimo recupero, dietro al compagno di squadra Joshua Coppins (Yamaha). Diciassettesimo il tre volte iridato Chicco Chiodi (TM).


MX1 RACE-2: La seconda frazione della classe maggiore ha portato con sé nuovamente la pioggia, che aveva risparmiato le manche precedenti. Una hole shot brevissima quella conquistata dal neozelandese Joshua Coppins (Yamaha-Monster), subito superato dal tedesco in forza al team Red Bull KTM Maximilian Nagl. Philippaerts parte terzo ma alla fine del primo giro è già secondo, lasciandosi alle spalle il compagno di squadra Coppins e Jonathan Barragan (AXO KTM Silver action). Esclusi i primi due posti, conquistati fin dalle prime battute da Nagl e Philippaerts, la lotta è tutta appannaggio di Coppins, Pourcel, De Reuver (Honda-Martin) e Barragan. Tra i primi due il distacco oscilla per tutta la gara tra i sei e gli otto secondi, per arrivare a solamente tre all’ultimo giro. Philippaerts non ce la fa a superare Nagl e chiude secondo alle sue spalle. Terzo il vincitore della prima frazione, l’olandese De Reuver. Il nostro portacolori riesce comunque a difendere la tabella rossa e a piazzarsi sul terzo gradino del podio di questo Gran Premio. Nagl si aggiudica questa frazione e anche il miglior tempo ma il vincitore di questo Lovemytime Grand Prix of Italy resta Marc De Reuver, che lo conquista grazie a due terzi posti. La classifica generale di campionato vede ancora Philippaerts in testa con 187 punti, seguito dal belga Steve Ramon (Suzuki), 159 punti, e da Joshua Coppins, 149 punti.


MX2 RACE-1: Al via della 1.a manche della MX2 Tommy Searle (KTM – Red Bull) vince il confronto diretto con Tony Cairoli (Yamaha – Red Bull De Carli) ma il più veloce di tutti è Nicolas Aubin (Yamaha – Ricci). Alla seconda curva, però, il campione del mondo, nel tentativo di recuperare, scivola e, tra la delusione e la preoccupazione di tutti i presenti, riparte dal fondo del gruppo. Da quel momento la gara vive su due temi, il tentativo di rimonta di Cairoli e il duello per la vittoria tra Aubin e Searle. Il ventiduenne siciliano è strabiliante, recupera posizioni su posizioni ed alla fine sarà quarto, un risultato forse insperato dopo le prime battute. Da parte sua Searle mantiene a lungo la prima posizione poi viene raggiunto e superato da Aubin. Nel finale il diciassettenne britannico prova ad attaccare il battistrada che però resiste e ottiene il primo successo parziale della stagione. Sul terzo gradino del podio sale Tyla Rattray (KTM – Red Bull), autore di un efficace recupero, che guadagna così altri due punti su Cairoli.


MX2 RACE-2: Alla partenza della 2.a manche della MX2 Cairoli non si lascia sorprendere, scatta velocissimo e dimostra fin dai primi metri di puntare con decisione alla vittoria. Alle sue spalle inizialmente c’è Simpson poi, già dal secondo giro, è Rattray ad occupare la seconda posizione davanti a Searle. Come nel GP d’Italia del 2007, l’azione di Cairoli è martellante: il fuoriclasse della Yamaha – Red Bull De Carli non commette errori mantenendo un margine costante su Rattray, Searle e Simpson che inseguono nell’ordine. A circa metà gara il ventenne scozzese subisce l’attacco del francese Steven Frossard (Kawasaki – CLS) ma poi ristabilisce le posizioni. Cairoli vince così la manche ed il GP con 43 punti contro i 42 di Rattray e Searle: un margine troppo ristretto per tornare in possesso della tabella rossa del leader del campionato. La situazione nella generale vede infatti Rattray ancora al comando con 199 punti contro i 196 dell’italiano.


WOMEN’S RACE-1: Confronto ricco di spessore agonistico ad iniziare dalla prima partenza del mondiale femminile che già da ieri aveva messo in mostra un alto livello di preparazione. Scatto della statunitense Ashley Fiolek (Honda) sulla tedesca Stephanie Laier (KTM), quindi la transalpina leader di campionato Livia Lancelot (Kawasaki), la neozelandese campionessa uscente Katherine Prumm (Yamaha), e giù fino alle italiane, la 23enne lecchese Silvia Santagà (Honda), che è partita 19°, e la 28enne trentina Gloria Decarli (Honda). Tre passaggi in testa per la statunitense che poi ha dovuto cedere il passo alla Lancelot, che a sua volta – in seguito a una caduta – ha dovuto lasciare via libera alla tedesca Laier che dopo cinque giri al comando ha tagliato vittoriosa il traguardo, anticipando la Prumm, quindi Larissa Papenmeier (GER-Suzuki), Maria Franke (GER-Kawasaki), Ashley Fiolek (USA-Honda), Lancelot, mentre le nostre due rappresentanti, Santagà e Decarli, hanno chiuso la frazione d’avvio rispettivamente al 26° e 30° posto.


WOMEN’S RACE-2: Attesissima la replica del FIM Women’s Motocross World Championship che ha visto passare subito al comando una decisissima Stephanie Laier (GER) in sella alla sua KTM, lasciandosi alle spalle Livia Lancelot (FRA-Kawasaki), Katherine Prumm (NZL-Yamaha), Larissa Papenmeier (GER-Suzuki), e più giù le nostre Gloria Decarli (Honda) e Silvia Santagà (Honda). Nessun cambiamento al comando della corsa per tutti e dieci i giri percorsi che hanno visto la tedesca Laier tagliare il traguardo vittoriosa che grazie a queste due vittorie parziali si è portata al nono posto in graduatoria, mentre alle spalle della vincitrice ha chiuso poi la neozelandese campionessa in carica Katherine Prumm (Yamaha) che si è portata alle spalle del battistrada al settimo passaggio salendo così un altro gradino in graduatoria. Terza piazza per la leader del campionato la francese Lancelot, mentre le nostre due rappresentanti alla fine della manche hanno terminato rispettivamente 25a e 27a.


 


CLASSIFICHE


MX1 RACE-1: 1. Sebastien Pourcel (FRA-Kawasaki) 19 giri in 41’10.667; 2. Ken De Dycker BEL-Suzuki); 3. Marc De Reuver (NED-Honda); 4. Joshua Coppins (NZL-Yamaha); 5. David Philippaerts (ITA-Yamaha) giro più veloce in 2’00.632; … 17. Alessio Chiodi (ITA-TM).


MX1 RACE-2: 1. Maximilian Nagl (GER – KTM) 18 giri in 40’35.621, giro più veloce in 2’01”280; 2. David Philippaerts (ITA-Yamaha); 3. Marc De Reuver (NED-Honda); 4. Billy Mackenzie (GBR-Honda); 5. Joshua Coppins (NZL-Yamaha); … 18. Alessio Chiodi (ITA-TM).


 


ASSOLUTA: 1. Marc De Reuver p. 40; 2. Sebastien Pourcel 39; 3. David Philippaerts 38; … 19. Alessio Chiodi 7.


GRADUATORIA DI CAMPIONATO: 1. David Philippaerts p. 187; 2. Steve Ramon 159; 3. Joshua Coppins 149.


MX2 RACE-1: 1. Nicolas Aubin (FRA-Yamaha) 18 giri in 39’32.202 e giro più veloce in 2’02.380; 2. Tommy Searle (GBR-Ktm); 3. Tyla Rattray (RSA-Ktm); 4. Antonio Cairoli (ITA-Yamaha); 5. Rui Goncalves (POR-Ktm); … 13. Manuel Monni (ITA-Yamaha); 20. Alessandro Lupino (ITA-Yamaha); 22. Matteo Bonini (ITA-Yamaha); 24. Deny Philippaerts (ITA-Yamaha); 30. Angelo Pellegrini (ITA-Honda).


MX2 RACE-2: 1. Antonio Cairoli (ITA-Yamaha) 19 giri in40’31.009 e giro veloce in 1’59.495; 2. Tyla Rattray (RSA-Ktm); 3. Tommy Searle (GBR-Ktm); 4. Shaun Simpson (GBR-Ktm); … 12. Manuel Monni (ITA-Yamaha); 15. Matteo Bonini (ITA-Yamaha); 20. Alessandro Lupino (ITA-Yamaha); 23. Deny Philippaerts (ITA-Yamaha); 24. Angelo Pellegrini (ITA-Honda).


MX2 ASSOLUTA: 1. Antonio Cairoli punti 43; 2. Tyla Rattray 42; 3. Tommy Searle 42; 4. Nicolas Aubin 32; 10. Manuel Monni 18; 21. Matteo Bonini 6; 25. Alessandro Lupino 2; 26. Deny Philippaerts; 29. Angelo Pellegrini.


MX2 GRADUATORIA CAMPIONATO: 1. Tyla Rattray 199; 2. Antonio Cairoli 196; 3. Tommy Searle 191; 4. Nicolas Aubin 146; 5. Rui Goncalves 132; 10. Davide Guarneri 97; 11. Manuel Monni 97; 24. Angelo Pellegrini 15; 28. Matteo Bonini 12; 30. Alessandro Lupino 10; 43. Deny Philippaerts.


WOMEN’S RACE-1: 1. Stephanie Laier (GER-KTM) 10 giri in 25’52.655 e giro più veloce in 2’18.179; 2. Prumm Katherine (NZL-Yamaha); 3. Papenmeier Larissa (GER-Suzuki); 4. Franke Maria (GER-Kawasaki); 5. Fiolek Ashley (USA-Honda); … 26. Silvia Santagà (ITA-Honda); 30. Gloria Decarli (ITA-Honda).


WOMEN’S RACE-2: 1. Stephanie Laier (GER-KTM) 10 giri in 25’39.392 e giro più veloce in 2’17.631; 2. Prumm Katherine (NZL-Yamaha); 3. Livia Lancelot (FRA-Kawasaki); 4. Fiolek Ashley (USA-Honda); 5. Papenmeier Larissa (GER-Suzuki); … 25. Gloria Decarli (ITA-Honda); 27. Silvia Santagà (ITA-Honda).


WOMEN’S ASSOLUTA: 1. Stephanie Laier punti 50; 2. Prumm Katherine 44; 3. Papenmeier Larissa 36; 27. Silvia Santaga; 28. Gloria Decarli.


GRADUATORIA DI CAMPIONATO: 1. Livia Lancelot punti 82; 2. Katherine Prumm 80; 3. Ashley Fiolek 72.


TROFEO KTM MX2 GARA-1: 1. Andrea Lattanzi 8 giri in 21’44.048; 2. Edoardo Spongia; 3. Luca Fontanesi; 4. Antonio Gizzi; 5. Pierluigi Bandini.


TROFEO KTM MX2 GARA-2: 1. Andrea lattanzi 7 giri in 21’42.521; 2. Edoardo Spongia; 3. Antonio Gizzi; 4. Riccardo Marzi; 5. Andrea Patriarca.


TROFEO KTM ASSOLUTA MX2: 1. Andrea Lattanzi punti 50; 2. Edoardo Spongia 44; 3. Antonio Gizzi 40.


TROFEO KTM MX2 GRADUATORIA DOPO LA QUARTA PROVA: 1. Andrea Lattanzi punti 179; 2. Edoardo Spongia 176; 3. Riccardo Marzi 124.


TROFEO KTM MX1 GARA-1: 1. Mirko Milani 8 giri in 21’43.518; 2. Norman Zanoli; 3. Manlio Giaché; 4. Gennaro Sorrentino; 5. Alberto Croce.


TROFEO KTM MX1 GARA-2: 1. Mirko Milani 7 giri in 21’02.595; 2. Norman Zanoli; 3. Manlio Giaché; 4. Alberto Croce; 5. Gennaro Sorrentino.


TROFEO KTM ASSOLUTA MX1: 1. Mirko Milani punti 50, 2. Norman Zanoli 44; 3. Manlio Giaché 40.


TROFEO KTM MX1 GRADUATORIA DOPO LA QUARTA PROVA: 1. Mirko Milani punti 180; 2. Norman Zanoli 177; 3. Manlio Giaché 166.