Fuoristrada

Mondiale Enduro – Albergoni apre con un podio in Spagna

Splendida terza posizione nella E3 per Simone Albergoni (KTM Farioli 300 2T) oggi al termine della prima giornata del GP di Spagna che ha aperto il Campionato Mondiale Enduro 2010.

 

Alla sua prima gara iridata nella E3 in sella alla KTM 300 2T, Albergoni è sempre rimasto alle spalle del vincitore David Knight (KTM 500  4T) e di Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T) anche se una gran capottata sul terribile salitone della seconda speciale estrema, lo ha probabilmente privato della seconda posizione.

 

Bene anche Thomas Oldrati (KTM Farioli 250 2T) al debutto nella E2; il giovane pilota bergamasco delle Fiamme Oro, ha fatto sua la quinta posizione precedendo lo svedese Ljunggren (Husaberg) e il campione del mondo cross della MX3 Renet (KTM). La E2 ha visto la vittoria del tre volte iridato Mika Ahola (Honda 450 4T) al termine di una gara combattutissima con Ivan Cervantes (KTM Farioli 450 4T), Juha Salminen (BMW) e Rodrig Thain (TM Racing 450 4T). Quest’ultimo si è giocato la possibilità di salire il podio per una caduta nella penultima speciale estrema.

 

Nella E1 grande impresa dell’italo-francese Antoine Meo (Husqvarna 250 4T) che è riuscito ad infliggere quasi mezzo minuto al due volte iridato Johnny Aubert (KTM Farioli 250T). Davvero sfortunato il nostro Fabio Mossini nella E1. Il pilota del Trial David Fornaroli con ormai la terza posizione in tasca è purtroppo caduto alla penultima speciale riportando una forte contusione al braccio e alla mano destra. Domani cercherà di ripartire nella speranza che la notte e gli antidolorifici riescano ad attenuare il dolore. Degli altri italiani in gara bene Fabrizio Dini (Beta Boano 450 4T) ottimo ottavo nella E2 e diciassettesimo assoluto. Bravissimo anche Alessandro Botturi (Husaberg 500 4T – Iron Racing Team) nono malgrado il tempo perso per brutta caduta in speciale. Maurizio Micheluz (TM Racing 250 4T) ha centrato un albero in speciale riportando una contusione alla spalla destra ed ha chiuso nono. Andrea Belotti (Gas Gas 300 2T) nella E3 è finito dodicesimo. Oscar Balletti (Honda 450 4T) nella E2 è stato costretto al ritiro mentre era quinto per un problema alla frizione. Stessa sorte per Mirko Gritti (Beta Boano 500 4T) costretto al ritiro per una caduta con conseguente rottura della pompa frizione. Ritirato, infine, Edoardo D’Ambrosio (Husaberg Iron Racing Team) per una problema alla ruota posteriore quando era buon terzo nella EJ.