Fuoristrada

Mondiale Cross: la situazione dei campionati prima di Faenza

Quella di Faenza è la decima prova del Mondiale di Motocross riservato alle classi MX1 e MX2, dopo questo appuntamento ne rimangono cinque e quindi il Gran Premio delle Ceramiche, potrebbe segnare una tappa se non proprio decisiva per i titoli, certamente di grande importanza, visto che in entrambe le classi i rispettivi leader vantano un centinaio di punti di vantaggio sugli immediati inseguitori.


 


Nella MX2 l’azzurro Tony Cairoli (Yamaha) sta marciando a un ritmo vertiginoso e non ha mai fallito in questa stagione nessun appuntamento, tanto che a due terzi di campionato, dopo aver vinto 15 delle 18 manche disputate, conduce la classifica generale con ben 102 punti di vantaggio sul francese Christophe Pourcel (Kawasaki), che di manche ne ha vinte due, e ancor di più sul sudafricano della KTM Tyla Rattray. Praticamente fuori dalla lotta per il titolo 2007, l’altro pilota marcato KTM, l’inglese Tommy Searle, vincitore di una manche nell’ultima prova svedese, e il portacolori Honda, il francese Pascal Leuret, distanziati dal siciliano di oltre 150 punti.


 


Come detto, anche nella MX1 la classifica di campionato è abbastanza delineata e salvo sorprese, per altro sempre possibili nello sport dei motori, il favorito d’obbligo e il neozelandese della Yamaha Joshua Coppins che ha già messo nel carniere 401 punti grazie anche a 9 vittorie parziali, il primo inseguitore è il belga Steve Ramon che di punti ne ha 312 con due manche vinte, poi a 257 troviamo l’azzurro David Philippaerts (KTM) il quale, per rimediare la partenza stagionale zoppicante, negli ultimi tre gran premi non ha mai fallito il podio aggiudicandosi addirittura il GP di Germania, e ovviamente correre a pochi chilometri da casa, per lui sarà un valore aggiunto di notevole importanza. Dietro l’imolese, distanziato di 17 lunghezze, segue lo spagnolo Jonathan Barragan (KTM) che a sua volta precede il belga Kevin Strijbos (Suzuki) di 5 punti.


 


Molti sono poi gli azzurri che scenderanno in campo in occasione di questo GP romagnolo, e tutti si aspettano di trovare uno stimolo in più nel tifo che una gara nella propria terra offre come vantaggio.