Fuoristrada

Mondiale Cross: italiani protagonisti in Rep.Ceca

Ancora una bella prova nel Mondiale di Motocross da parte degli italiani, ed in particolar modo dei convocati Maglia Azzurra per Budds Creeck (Cross delle Nazioni negli USA). Cairoli, protagonista senza sosta nonostante un infortunio alla mano, Philippaerts sempre più a suo agio in MX1, Salvini e Guarneri autori di ottime prove nonostante le condizioni atmosferiche.


 


Davanti a 24mila spettatori sugli spalti, per nulla condizionati dalla pioggia, continua il “Cairoli show” nella MX2. Come a Faenza però, il folletto siciliano si è dovuto accontentare del secondo posto nel Gp. In testa dall’inizio alla fine nella prima manche davanti al giovane Nicolas Aubin, nella seconda ha chiuso alle spalle proprio del giovane francese che si è aggiudicato così la prova Ceca (suo primo Gp in carriera). Toni Cairoli può ritenersi comunque soddisfatto: il divario con Pourcel nella graduatoria del Mondiale sale a 122 punti. 411 quelli del francese, 533 per il messinese che non può ancora festeggiare il titolo, guarda agli ultimi quattro Gran Premi con grande serenità.


 


Nella MX1, Philippaerts è stato autore di due manche battagliate più che mai (con qualche contatto di troppo) che hanno dimostrato il carattere dell’italiano e la sua voglia di tornare a lottare per il titolo. Con un secondo e nono posto, Philippaerts chiude la prova sul podio, terzo, e conquista altri punti per la classifica e per il morale: dopo un avvio non proprio facile nel 2007, l’Italia ha ritrovato un campione su cui puntare a settembre nel Cross delle Nazioni.


 


Prossimo appuntamento per il Mondiale cross fissato per il 5 agosto: si va in Belgio, a Namur.