Fuoristrada

MiniEnduro: nuovo trionfo per Pellegrinelli e Schito in Liguria

In una splendida cornice di gara curata dal moto club Imperia, Mendatica, sede della quarta prova tricolore acclama sul vertice i soliti Jacopo Andrea Schito tra gli Esordienti e Nicolas Pellegrinelli tra gli Aspiranti. Vittoria anche per Favari, Ricchiari ed il baby Macoritto.


 


Dopo Valentino Rossi artefice dello slogan e l’iridato del cross Tony Cairoli affinato con un pizzico di gergo siciliano, il mondo delle due ruote potrebbe vantarsi di un altro spettacolo. Dopo quanto vissuto ieri a Mendatica (IM) è proprio il caso di dire: “Minienduro che spettacolo”. I circondari liguri della sinuosa Valle Arroscia si sono confermati come da pronostici, un banco di prova divertente ma allo stesso tempo tecnico ed impegnativo, degno di un tricolore e soprattutto in grado di riprodurre esaurientemente una gara di Enduro con la “E” maiuscola in formato “Mini”.


 


Definito dallo stesso Responsabile di Giuria Nico Bignami il paese del minienduro e che noi rivisitiamo con “Nico nel minienduro delle meraviglie” visto l’entusiasmo con cui al telefono ci descrive la trasferta ligure: “un lungo applauso al moto club Imperia ed al suo instancabile presidente Sappia ed a tutta Mendatica e quando dico tutta intendo amministrazione locale, autorità e soprattutto gli abitanti che ci hanno accolto nuovamente a braccia aperte contribuendo al perfetto svolgimento della gara stregati dall’atmosfera che solo il minienduro può regalare tanto da affermare di essere orgogliosi di aver ospitato nel loro comune i minipiloti”.


 


Lavoro incredibile infatti quello svolto sapientemente dagli uomini del moto club Imperia che hanno riaperto e spianato alcuni vecchi sentieri con un’encomiabile quantità di personale disseminato nelle due prove speciali e nei 10 km di percorso da ripetere 6 volte e ridotto a 4 per i baby sprint. 30 infatti le postazioni fisse con la fondamentale presenza di 15 “angeli custodi” in moto che hanno fatto assistenza ravvicinata soprattutto ai più piccoli. Fra questi due piloti d’eccezione, Fabio Pavone (tricolore Junior classe 80 cc) e lo specialista plurititolato della 80 2T Franco “Chicco” Muraglia sbalordito dalle abilità mostrate dai minipiloti nel superare tutte le numerose insidie del percorso. Ma la cosa più ammirevole e menzionata da Bignami è l’incredibile coinvolgimento del paese, oltre 50  mendaticisesi non hanno pensato due volte a rimboccarsi le maniche impugnando la bandiera e sorvegliando i blocchi stradali e pronti ad assistere i mini piloti anche comodamente seduti sulla panca davanti a casa nel caso di persone anziane. Un vero consenso popolare!


 


Undici le prove cronometrate per un totale di 18 minuti e 17 secondi firmati da un inverosimile Nicolas Pellegrinelli. Il portacolori del mc.Treviglio, vincitore nella classe Aspiranti, in sella alla sua HM 50 si è dimostrato ancora una volta il più veloce volando sulle cross-test terrazzato, tipico delle Liguria, precedendo addirittura il protagonista della 50 Cadetti Domenico Ricchiari (Fantic). Non sbaglia il colpo neppure il Jacopo Andrea Schito (KTM) leader indiscusso tra gli Esordienti, Marco Favari (KTM) nella Open ed il piccolo Lorenzo Macoritto (KTM) a punteggio pieno tra i Baby Sprint.


 


ASPIRANTI: troppa la voglia di riacciuffare dopo lo zero a Monticello d’Alba (CN) la vetta del campionato per Nicolas Pellegrinelli, il camuno è partito subito alla grande primeggiando su nove delle undici speciali, andate all’inseguitore Simone Croci (Beta) che vede avvicinarsi in campionato il velocista bresciano, ora secondo a meno 6 punti dal leader del moto club Hornets.


ESORDIENTI: Jacopo Andrea Schito ha fatto 100. Il pugliese non ha sbagliato nulla, inappuntabile come sempre la sua prestazione di giornata con il primo tempo firmato in tutte e undici le prove cronometrate, ma soprattutto con questi 25 punti incrementa a 100 il suo bonus da leader. Costretto a rincorrere Andrea Manarin (KTM) costantemente piazzato alle sue spalle. Chiude il podio ligure invece un ottimo Luca Manzoni (KTM), un bronzo che gli permette di guadagnare il terzo posto anche in campionato, scavalcando Croci e Zanni.


OPEN (anni dal ’98 al ’94- cilindrata fino a 85 2t – fino a 150 4t) una classe davvero combattuta con il record di partenze, ben 42. Una lotta per il primato che ha coinvolto più piloti a cominciare da un incredibile Davide Spreca penalizzato da un intoppo sul primo cross-test che l’ha messo fuori dai giochi per la vittoria nonostante 4 primi tempi. Alla fine l’ha spunta dopo un lento avvio proprio il leader di campionato Marco Favari (KTM) che prevale dopo un incredibile rimonta su Matteo Cavallo (KTM) e Andrea Castellana (HM).


50 CADETTI (anni ‘92-’93 – cilindrata fino a 50 cc): terzo successo per Domenico Ricchiari (Fantic) autore di una bella sfida dal sapore tutto siciliano innescata con il compagno di squadra Salvatore Giammona (Fantic). Va a chiudere il podio di giornata il sanremese Simone Martini (HM).


BABY SPRINT (anni ‘00-’99): non manca l’appuntamento con il podio il velocista friulano Lorenzo Macoritto (KTM) sempre più solo sul gradino del podio. Sorprendente primo argento stagionale per Alex Favari (KTM) che precede Simone Peverata (HM) di soli due secondi, scalzando Francesco Bonaccorsi dalla terza piazza in campionato.


 


Tra le squadre ancora un trionfo per il moto club  Treviglio (Pellegrinelli, Schito, Bresolin).