Fuoristrada

MiniEnduro: a Mendatica trionfi per Pellegrinelli ed il solito Schito

Si è corsa ieri a Mendatica (IM) la penultima tappa di tricolore tratteggiando i possibili detentori dei titoli. Ennesima riconferma infatti tra gli Esordienti per Schito, mentre torna alla vittoria un velocissimo Pellegrinelli negli Aspiranti. Ricchiari è il primo vincitore di categoria versione 07 nella 50 Cadetti.


 


I circondari liguri della sinuosa Valle Arroscia si sono confermati come da pronostici, un banco di prova divertente ma allo stesso tempo tecnico ed impegnativo, degno di un tricolore e soprattutto in grado di riprodurre esaurientemente una gara di Enduro con la “E” maiuscola anche se in formato “Mini”. Un trionfo “di numeri” visto il quantitativo da record di partenti ma anche l’intenso ed encomiabile quantità di personale disseminato nelle due prove speciali e nei 10 km di percorso. Ma la kermesse ligure si può anche definire un vero successo popolare visto che a fiancheggiare il personale del moto club Imperia c’erano incredibilmente degli abitanti di Mendatica catturati a tal punto dall’atmosfera che solo il Minienduro in questi casi riesce ad offrire, che non hanno pensato due volte a rimboccarsi le maniche e postarsi nei punti più critici del trasferimento per facilitare il passaggio dei giovanissimi piloti per tutti e sei i giri incuranti della polvere e dell’alta temperatura. Applausi quindi a tutti i mendaticisesi. Ringraziamenti doverosi anche alla servizievole Pro Loco con l’apprezzato rinfresco di sabato sera e specialmente all’intero comune presente sul campo addirittura con un Sindaco, la dott.ssa Emidia Lantrua. Doverosa nota di merito infine al club organizzatore che con il suo impeccabile operato conferma preziose qualità come competenza, volontà e passione.


 


Undici le prove cronometrate per un totale di 14 minuti e 45 secondi firmati da un determinato Nicolas Pellegrinelli. Il portacolori del mc.Treviglio in sella alla sua HM 50 oltre a confermarsi il più veloce in assoluto ha inflitto un indiscutibile strapotere nella classe Aspiranti. Non hanno mancato l’appuntamento con il gradino centrale del podio neppure Jacopo Andrea Schito (KTM) tra gli Esordienti, Davide Beggio (Honda) nella Open ed il siciliano Domenico Ricchiari (Beta) nella 50 Cadetti, unico miniendurista a brindare con una prova d’anticipo alla vittoria finale grazie al terzo successo consecutivo conseguito ieri in terra ligure. Tutti gli altri invece saranno “rimandati a settembre” visto che la quinta ed ultima prova si correrà domenica 02 nelle colline bresciane  della Franciacorta e precisamente nel comune di Rodengo Saiano (BS).  


 


ASPIRANTI: è Nicolas Pellegrinelli il vero protagonista della giornata ligure, risultato imprendibile a tutti gli avversari. Troppa la voglia per il determinato bresciano di impadronirsi del primo titolo tanto da riscattare in pieno la sconfitta incassata in terra pistoiese proprio dal suo più temibile avversario il pilota del Monreale Salvatore Giammona (Beta) guntogli alle spalle ieri. Per Pellegrinelli un altro passo verso il tricolore visto che incrementando a 10 i punti di vantaggio sul siculo è sufficiente un comodo terzo posto per la conquista. Il ritiro di Nicholas Trainini (Fantic) spiana la strada a Simone Croci (Beta) terzo di giornata che guadagna la base del podio anche in campionato.


ESORDIENTI: Andrea Jacopo Schito compie un altro capolavoro, il terzo della stagione che lo porta ad un passo dal tricolore. Il pugliese trapiantato a Treviglio non sbaglia quasi nulla tanto da affibbiare un gap di quasi un minuto al suo inseguitore il bergamasco Federico Aresi (KTM) ancora una volta secondo. 14 i punti che separano questi due protagonisti anche se Schito fiuta nell’aria già profumo di titolo, sogno avverabile    semplicemente con un 5° posto. Chiude il podio nonostante il minuto di penalità al controllo per Giacomo Cominardi (KTM).


OPEN (anni dal ’00 al ’93 – cilindrata fino a 85 2t – fino a 150 4t): non sorprende tanto la vittoria di Davide Beggio (Honda) quato l’ottimo argento di Matteo Bresolin (La Torre) dietro le spalle del velocista trevigiano che gradisce particolarmente questa inaspettata interferenza perché lo proietta in vetta al campionato rubando punti preziosi al suo avversario nonché compagno di club Federico Oliana (KTM) terzo ieri.


50 CADETTI(anni ‘91-’92 – cilindrata fino a 50 cc): solo l’anno scorso si era fregiato del tricolore minienduro Aspiranti regalando alla Sicilia un importante e commovente soddisfazione ripagando sforzi fisici e sacrifici economici che le trasferte comportano. Ieri Domenico Ricchiari ha confermato il suo talento guadagnando con una prova d’anticipo la classe 50 che ricordiamo non attribuisce titolo ma che lo dichiara sicura promessa dell’enduro nazionale. Dietro di lui attardato da una caduta proprio sul finale Alessandro Meo (HM) e Luca Rovelli (Fantic).


Tra le Squadre ennesima vittoria per la formazione orobico del mc.Treviglio incrementa a 49 il vantaggio sul corregionale C.R.T.