Moto Club

MC Spinea. La finale dell’Italiano Motoraid

Solo gli irriducibili appassionati del cronometro hanno retto la prova finale del CAMPIONATO ITALIANO MOTORAID 2017 nel litorale Adriatico Veneziano, proposto dal MOTO CLUB SPINEA in collaborazione del M.C. CAVALLINO TREPORTI con l’egida e il N.O. e R.P.  della FEDERAZIONE MOTOCICLISTICA ITALIANA  e il Patrocinio della Regione del Veneto, delle Amministrazioni Comunali di Jesolo e Cavallino Treporti.

Dopo le escursioni alla laguna nord per il MOTOINCONTRO – MOTOGIRO dedicato alla memoria di Roberto BARDELLA – Jesolano, proposto con gli amici e i familiari dello sfortunato centauro che è stato ucciso nelle Favelas del Brasile lo scorso dicembre, le operazioni di registrazioni e il controllo dei finalisti sono iniziate nel primo pomeriggio e poi prima del concerto Rock con i VEGAS Rock Cover Band proposto per la raccolta fondi della PROGREDIR ONLUS IL VIAGGIO DI ROBERTO con la sottoscrizione a premi per il sostegno dei bambini delle FAVELAS, la presentazione su schermo gigante della manifestazione e dei piloti partecipanti alla finale, nel parterre del PALA ARREX concesso dall’amministrazione di Jesolo.

La prima giornata del sabato 23 settembre all’insegna dell’ospitalità e cortesia con la degustazione dei prodotti tipici locali dalla porchetta del salumificio Da Pian ai Formaggi della Casearia Monti Trentini ai vini doc. della Cantina  Paladin  con la consegna poi  alla chiusura della manifestazione anche della bottiglia con il proprio numero di gara come souvenir a tutti  i centauri partecipanti, provenienti da tutte le parti d’ Italia. E’ seguito il briefing, la consegna dei pettorali, del foglio di marcia della gara regolaristica e prima della cena di gala in compagnia, dove è stato consegnato a tutti i partecipanti e agli ospiti, la pubblicazione dell’Albo d’Oro della disciplina del MOTORAID – disciplina di turismo-sport che è stata ideata nel lontano 1978 proprio dal MOTO CLUB SPINEA  che ha curato la realizzazione, alla quale hanno collaborato i “vecchi” motociclisti, Fassina Elvio, Marino Lino, Domenico Palazzetti, artefici di tante battaglie sul campo sportivo della disciplina e il MOTO CLUB VITERBO.

La domenica 24  settembre con un cielo plumbeo fin dalle prime luci quando l’organizzazione era sul campo per  predisporre nei dettagli il percorso di gara e la  tracciatura delle aree delle Prove, che sono dovute essere ritracciate per ben tre volte a causa della cancellazione dall’acqua che incessantemente cadeva. All’ orario indicato tutto pronto comunque e quindi il via dal Pala Arrex  nel Litorale di JESOLO, della 18^ edizione dell’APPUNTAMENTO VENEZIA MOTO – con la  FINALE DEL MOTORAID DEL CAMPIONATO ITALIANO 2017 per  il trofeo VALERI Sport, con una pioggia che non ha mai smesso fino al tramonto nemmeno al riordino dei piazzali delle prove.

La collaudata organizzazione del MOTO CLUB SPINEA  dopo il successo della 39^ edizione del classico DOLOMITI MOTO INTERNATIONAL si è impegnata a fondo per rendere l’evento degno dell’assegnazione del titolo tricolore anche con qualche difficoltà e variante come la rampa di salita e discesa  al Pala Arrex  di Jesolo con  quattro C.O. il passaggio del Sacro fiume PIAVE  a Eraclea e a Cartellazzo sul ponte di barche, il panoramico trasferimento con Controlli a Timbro di passaggio nelle località di Treporti, Ca Savio nella Laguna Nord fra barene e gli orti coltivati a verdure, dove poi si è sviluppata la prova a Punta Sabbioni davanti al cantiere del MOSE.

I soci del locale moto club Cavallino Treporti hanno offerto un po’ di calore e ristoro ai partecipanti prima  della penultima prova, anche se sarebbe servita una stufetta e un broulè caldo per ritemprare gli infreddoliti centauri, facendo anche saltare  i test delle gomme e sulla sicurezza stradale programmati dopo la consegna del fascicoletto “SICURAMENTE” alle iscrizioni, il questionario, i test dei tempi di reazione fatti alle operazioni del sabato pomeriggio.

Due giornate intense per i motociclisti con un programma rivolto non solo ai regolaristi ma anche agli appassionati di mototurismo, alla scoperta delle bellezze dei litorali, della storia e  gastronomia della laguna  e del LITORALE ADRIATICO  VENEZIANO, che però le condizioni  meteo hanno pesantemente  condizionato la presenza dei motociclisti e portato al ritiro anche molti degli iscritti alla finale.

Con le loro moto i piloti, fra i quali tre veterani della disciplina del motoraid, ottantenni,  e tre donne, hanno preso il via suddivisi nelle categorie  M.E. moto d’epoca, M.M. moto moderne, S.E. scooter d’epoca e S.M. scooter moderni,  si sono contesi la vittoria battagliando al suono di centesimi di secondo, ma soprattutto cercando di non incorrere in fuoriuscite dei tracciati o dei piedi a terra, che le condizioni bagnate del percorso potevano compromettere la corsa al tricolore, come è stato purtroppo per qualcuno durante le prove di abilità  e per  tutto l’andamento della giornata di gara. Per qualche indicazione e freccia cadute per la pioggia, è stato necessario ricorrere al foglio road-book e alla piantina opportunamente predisposta dall’organizzazione per le pessime previsioni che in un momento devastante ha spostato pure le fotocellule in piena prova, penalizzando qualche partecipante.

Il titolo di CAMPIONE D’ITALIA del MOTORAID è andato al milanese Gaetano Antonio TRAVERSI che ha condotto in modo professionale la gara con moto BMW R. 80 GS del VESPA CLUB MILANO con 289 penalità sui ventidue Controlli orari complessivi, con un gap di 99 punti al secondo gradino del podio BISERNI Elvezio su Vespa Primavera del 1972 del M.C. SCARZIANI CANONICI di Forlì  e alla terza posizione con 183 punti di gap LONGHI Pierluigi  su DUCATI del M.C.MAGENTA .

Buone le prestazioni dei piloti di “casa” del TEAM SERANISSIMA – MOTO CLUB SPINEA  Composto da: DELLA VEDOVA FABIO – RATTO SALVATORE e BORTOLETTO LORENZO che si è aggiudicato IL TITOLO TRICOLORE A SQUADRA CON 2.193 PENALITÀ, davanti al VESPA CLUB PISA di VATTERONI GIAMPIERO, CACCAMISI FRANCO, GHETTA ANTONIO con 3,023 penalità – al terzo posto la squadra di MAGENTA con LONGHI PIERLUIGI, CANDIO TERENZIO MAGNA FORTUNATO, con 4.563 penalità. Quarta la squadra di VITERBO.

Nelle categorie MOTO STORICHE il vincitore dell’Assoluta, TRAVERSI GAETANO ANTONIO de VESPA CLUB MILANO, secondo posto di FABIO DELLA VEDOVA per il secondo anno consecutivo non è riuscito ad aggiudicarsi il titolo ASSOLUTO, un errore alla prova di CORTELLAZZO con l’uscita di percorso dettato dalla pioggia e dal peso della sua mastodontica KAWASAkI 1300 GT che  ha condizionato il risultato con la penalizzazione di 300 punti – nella stessa categoria un buon 3°posto di RATTO SALVATORE con la MV AGUSTA il  5° posto di ALESSANDRIN Luciano  e il 6° di BALDANELLO FABRIZIO

 Nelle categorie MOTO MODERNE in cima al podio il genovese LONGHI PIERLUIGI del M.C. MAGENTA , IL 2° dell’irriducibile VALERI MORENO  dell’ AUTO MOTO CLUB VITERBO , il 3°  posto di ANGIOLINI ANDREA  del M.C. NOCERA UMBRA  e già del podio , un buon quarto posto di BORTOLETTO LORENZO del M.C.SPINEA TEAM SERENISSIMA con SUZUKI  e il 7°posto di VETTORE MARCO con la Yamaha del M.C. DUE RUOTE CLASSICHE

 Nella categoria SCOOTER MODERNI- il titolo è andato a DE POLI ROBERTO del Vespa Club  SEI GIORNI di Jesolo  sull’ agguerrito ACQUISTAPACE Maurizio  del M.C. VALSASSINA  e un mai domo  CACCAMISI Franco  del VESPA CLUB PISA finito al 3° gradino del podio.

Nella categoria SCOOTER EPOCA – il titolo è andato a BISERNI ELVEZIO  un veterano della disciplina del M.C. SCANZIANI CANAONICI la cui partenza  con il n°1 gli ha portato bene – 2° BISTI ALESSANDRO  del VESPA CLUB ROMA  – relegato al posto  3° l’atteso  VATTERONI GIAMPIERO  del VESPA CLUB PISA – al 4° posto la unica donna che ha concluso la gara SELVA Emanuela del VESPA CLUB MILANO

Le premiazioni alla presenza dell’Assessore  al TURISMO Flavia PASTO’, a rappresentare l’amministrazione e porgere il saluto della città che ha ospitato la manifestazione, con l’ augurio di poterla riospitare  in un  prossimo futuro.