Moto Club

MC Maxi Moto Group 2.0. Wonder Umbria mette in moto la solidarietà per Norcia

Il Maxi Moto Group 2.0 manda in soffitta un’edizione 2017 di Wonder Umbria da incorniciare. La gran fondo motociclistica in tre tappe, giunta alla sua terza edizione, ha confermato il suo trend in crescita. Quest’anno, infatti, è quasi raddoppiato il numero dei partecipanti con tantissime new entry. Numerosi i motociclisti provenienti da diverse parti d’Italia che hanno partecipato per la prima volta, ma diverse sono state anche le presenze dall’estero: Belgio e dagli Stati Uniti.

Al di là del numero dei partecipanti, a fare notizia è la solidarietà che Wonder Umbria anche quest’anno ha messo in moto in favore di Norcia. La passione per le due ruote, lo stare insieme alla scoperta o riscoperta dello splendido paesaggio e dell’enogastronomia umbra, è stata l’occasione per sostenere il progetto Arca dell’associazione ‘I love Norcia’. Parte della quota delle iscrizioni e i proventi della cena di beneficenza sono stati consegnati quale contributo alla realizzazione di una struttura – costruita secondo le più avanzate norme antisismiche – capace di offrire un primo rifugio ai cittadini di Norcia e del suo territorio in caso di emergenza sismica, e di essere, comunque, luogo di aggregazione culturale, la cifra di €. 1350,00 è stata inviata con bonifico all’Associazione

“Sono molto soddisfatta – commenta Sandra Bonafede, presidente di Maxi Moto Group –. La formula di Wonder Umbria funziona e funziona anche la promozione dell’evento e del territorio all’estero. Prova ne è stata la partecipazione degli stranieri. Il momento più emozionante della tre giorni è stata sicuramente l’accoglienza nella piazza di San Benedetto a Norcia dove, tra l’altro, ci siamo incontrati con un altro gruppo di motociclisti. Qui abbiamo voluto dare ai nursini un segno tangibile della nostra partecipazione e vicinanza”.

La tre giorni di Woder Umbria ha avuto con Amelia come luogo di arrivo e partenza con escursioni nell’amerino-orvietano e Montefalco nella prima tappa; a Norcia e in Valnerina nella seconda, mentre la terza tappa è stata la più impegnativa perché valida quale prova per la qualificazione al campionato italiano motoraid.
Sono stati percorsi in totale di circa seicento chilometri.