Fuoristrada

Matteo Graziani vince a Lido di Camaiore il prologo del Rally di Sardegna

Matteo Graziani su Ktm (Il Team) ha vinto a Lido di Camaiore il prologo del 21° Rally di Sardegna, un Suoer speciale disputato in località Magazzino nella nota località turistica  della Versilia, scelta quest’anno per dare il via alla gara, prova del campionato del mondo di motociclismo fuoristrada.


Il fortissimo campione italiano, che ha già vinto il Sardegna per ben quattro volte (nel 1997, 1998 e nel 2001 e nel 2002)  pare dunque deciso a non avere timori riverenziali verso chi lo precede nella  classifica mondiale e a tentare quindi quella cinquina di vittorie in Sardegna che insegue ormai da quattro anni. Graziani ha voluto vincere il prologo (quest’anno valevole anche per la classifica generale) anche perché la tradizione vuole che chi vince il prologo sia destinato alla vittoria finale. In ogni caso ora il campione di Forlì  guida, anche se con pochi secondi di vantaggio la classifica generale di questa prova mondiale. E non è poco. Alle sue spalle nell’ordine il portoghese Ruben Faria  su Yamaha (Lagos Team), il francese vicecampione del mondo David Casteu anche lui su  KTM del Team Anabas e Jose Manuel Pellicer su KTM del Profiltek Burn Team. Soltanto sesto il campione del mondo Marc Coma, vincitore delle due ultime edizioni del Sardegna e già in testa al mondiale 2007 con la vittoria al Rally di Tunisia prima prova del campionato del mondo. Ma Marc Coma resta l’uomo da battere. Nella classifica mondiale Matteo Graziani  è quarto, David Casteu secondo e  Jose Manuel Pellicer è quinto.


Domani mercoledì 2 maggio il Rally sbarca in Sardegna. Alle 7 arrivo della carovana a Golfo Aranci per proseguire subito per Olbia da dove partirà la prima vera tappa della competizione mondiale. Dopo un saluto di benvenuto dell’amministrazione comunale olbiese, la partenza sarà data dalla piazza Crispi sul lungomare alle 10,30.  I piloti saranno presentati al pubblico e quindi partiranno per affrontare le mulattiere e gli sterrati della 1^ Tappa, la  Olbia-Gavoi di Km. 316, con una sola prova speciale  di 88 km sulle montagne tra Padru, Buddusò, Alà dei Sardi e Bitti. Per vedere un bel passaggio della gara  si può andare a Padru, dove i piloti faranno rifornimento al distributore Tamoil e sempre a Padru in località Cancello Piras verso il cantiere forestale di Tepilora Sos Lithos, lungo la strada Torpè-Alà dei Sardi , uno dei cantieri forestali più antichi della Sardegna.  Chi vuole salutare i piloti può farlo al Parco Assistenza fissato davanti alla Caserma della Forestale del Cantiere Coa e’ luna. Altro passaggio molto interessante alla fine della speciale fissata all’Agriturismo Ertila in località Mammone a Bitti, dove forse anche molti piloti si concederanno una sosta. Ma soprattutto dove gli spettatori potranno concedersi un buone pranzo di specialità barbaricine.


L’ arrivo a Gavoi in via Roma è previsto dalle ore 13 e 30. Quindi la carovana raggiungerà l’’’Hotel Taloro sulle rive del Lago di Gusana, dove trascorrerà la notte per ripartire giovedì 3 maggio per la 2^ tappa, la Gavoi-Oristano. Altri 308 chilometri tutt’altro che facili.