Fuoristrada

Mantova – Si accendono i motori per le prove del Mondiale

Oggi si accendono i motori del Lovemytime Gp d’Italia di Motocross per le qualifiche mondiali che domenica vedranno contendersi i punti in palio nelle rispettive finali.


 


Il Campionato del Mondo di motocross, classi MX1 ed MX2, approda a Mantova per il Gran Premio d’Italia, 5.a tappa della serie 2008.


 


Oggi sono in programma le prove libere e di qualificazione delle due classi e anche del Campionato del Mondo femminile, novità per il nostro paese, che giunge al 2.o appuntamento stagionale. Completa la manifestazione il trofeo monomarca KTM.


Le prove libere inizieranno  alle 9.00 e andranno avanti fino alle 14.40; alle 15.00 scatteranno le qualificazioni che determineranno i nomi dei 30 protagonisti (e, per questa volta, anche delle protagoniste) delle manche iridate della domenica.


 


Il Campionato del Mondo di motocross si presenta con gli specialisti italiani particolarmente attesi alla prova.


Nella MX1, per la prima volta nella storia di questa categoria, c’è un pilota di casa nostra al comando della classifica. E’ il ventiquattrenne David Philippaerts, portacolori della Yamaha – Monster, reduce dal successo di una settimana fa in Bulgaria, che lo ha proiettato al vertice del campionato. Nato in Toscana da padre belga, Philippaerts ha già vinto a Mantova lo Starcross internazionale dello scorso febbraio e punta a difendere la sua fresca leadership con una gara d’attacco.


Avversari più pericolosi per Philippaerts, il belga Steve Ramon (Suzuki), campione in carica, ed il neozelandese Joshua Coppins, compagno di squadra del leader. Altri italiani in gara Alex Salvini (Suzuki), Cristian Stevanini (Suzuki) e Alessio Chiodi (TM).


 


Nella MX2, invece, proprio il GP di Bulgaria ha visto il campione del mondo Tony Cairoli (Yamaha – Red Bull De Carli) perdere la prima posizione in campionato a causa di una scivolata al via della seconda manche. L’inconveniente ha avuto conseguenze non solo tecniche: nell’incidente il ventiduenne fuoriclasse siciliano ha infatti riportato l’incrinatura di due costole, un infortunio che potrebbe farsi sentire in gara. In settimana comunque Cairoli ha potuto allenarsi utilizzando una speciale fasciatura. In testa alla classifica si trova il ventiduenne sudafricano Tyla Rattray (KTM – Red Bull) che ha 157 punti contro i 153 dell’italiano, due volte iridato in questa classe.


Tra i sicuri protagonisti della MX2 figurano il diciassettenne inglese Tommy Searle (KTM – Red Bull), 3° in classifica, e gli italiani Davide Guarneri (Yamaha – Ricci), che il 20 aprile ha vinto il GP di Spagna, e Manuel Monni (Yamaha – 3C), al momento, rispettivamente, settimo e undicesimo nella generale. Altri piloti italiani che tenteranno di conquistare un posto tra i 30 finalisti, Fiorgentili (Honda), Dany Philippaerts (Yamaha), Lombrici (Yamaha), Martini (Suzuki), Bonini (Yamaha), Pellegrini (Honda) e Lupino (Yamaha).


 


In totale sono 136 i piloti iscritti alle tre classi mondiali. Nel femminile, per il primo anno elevato al rango iridato dopo due stagioni di Coppa del Mondo, al comando della classifica dopo la prima prova si trova la ventenne francese Livia Lancelot (Kawasaki) davanti alla tedesca Franke (Kawasaki) ed alla statunitense Fiolek (Honda). Cinque le ragazze italiane in gara: si tratta di Gloria Decarli, Silvia Santaga, Stefania Padrini, Floriana Parrini e Alessandra Sbrana.


 


L’italiana Stefy Baù, prima donna ad aver disputato – nel 2004 – un GP iridato di motocross insieme ai maschi, ora manager del Campionato del Mondo Femminile per conto di Youthstream, la società che gestisce l’attività iridata commenta questa partecipazione: “E’ un’occasione importante perché darà loro la possibilità di misurarsi con le più forti atlete del mondo, confrontarsi e migliorarsi, anche per quanto riguarda il Campionato Italiano. Stiamo cercando di creare interesse intorno a questa realtà – prosegue la Baù – anche attraverso iniziative che esulano dal contesto gara. Ad esempio le prime due in classifica, Livia Lancelot e Maria Franke, hanno fatto un giro a cavallo nella campagna circostante il bel circuito mantovano. Credo molto nelle potenzialità di crescita di questo campionato, queste atlete sono un mix esplosivo tra femminilità e adrenalina e la conferma è che stiamo già riscontrando un notevole interesse da parte delle aziende”.


 


Come sempre il bell’impianto di Mantova – per il secondo anno consecutivo sede del GP d’Italia – si appresta dunque a ricevere la pacifica invasione di migliaia di appassionati che non intendono perdersi il grande spettacolo della sfida iridata. In vista della manifestazione la pista ha subito un ulteriore ammodernamento che ha comportato anche una riduzione dello sviluppo fino agli attuali 1.550 metri; l’intervento rende il tracciato ancora più spettacolare e godibile per gli spettatori che, dalle tribune naturali, ne hanno una visione praticamente totale.


 


I prezzi dei biglietti sono stati ridotti rispetto al G.P. d’Italia 2007: così i ticket interi per le due giornate di sabato e domenica costa 40 euro ed il ridotto per i soci FMI 35 euro.