Fuoristrada

LOMBARDIA – Un successo annunciato

Sabato 31 gennaio nel Salone delle Feste del Casinò di Campione d’Italia è andata in scena la “Festa dei Campioni” del Co. Re. Lombardia della FMI: premiati i campioni territoriali ed i piloti lombardi che hanno primeggiato nei Campionati mondiali ed europei festeggiati dalle numerose personalità della politica e dello sport presenti.

“Il piacere consiste nel fare bene ciò che si può fare” e la Lombardia ha assaporato questo piacere; il piacere di aver fatto bene tutto ciò che ha potuto fare. Sono queste le parole che echeggiano nel Salone delle Feste di Campione d’Italia durante la “Festa dei Campioni” organizzata dal Comitato Regionale Lombardia della Federazione Motociclistica Italiana. Una festa come si deve, ben fatta e ben organizzata che chiude, ma allo stesso tempo apre, un nuovo quadriennio olimpico, che lascia alle spalle anni di soddisfazioni per numero di soci (+32%), moto club affiliati (+25%), licenze turistiche (+21%) e gare organizzate (+32%), otto delle quali prove mondiali nel solo anno 2008.
 
E’ felice il presidente Alessandro Lovati di fronte ad una platea gremita dove spiccano il presidente della Commissione Motocross Internazione Wolfgang Srb, il presidente di Youthstream Giuseppe Luongo, i senatori Cesarino Monti e Giovanni Torri, l’onorevole Giampiero Scherini e l’assessore allo Sport della provincia di Varese Giuseppe De Bernardi Martignoni. E’ felice anche perché la premiazione scivola via senza interruzioni, molto ben condotta da Giulio Gori, Giancarlo Ricciotti e Anna Galoppo, alla quale ha fornito un contributo fondamentale Sabrina Princigalli: sono presenti più di 450 persone ed i premiati della Regione Lombardia sono saliti sul podio a ricevere gli applausi: e ci vanno tutti, soprattutto i componenti delle squadre dei Trofei (trial, enduro e minicross), che hanno sbaragliato la concorrenza nelle rispettive discipline.
 
Una festa che ha contagiato molti, se non tutti: i consiglieri federali Ivan Bidorini, Franco Gualdi e Mimmo Sotera, il presidente del Coni regionale Pino Zoppini, e quello provinciale Alberto Botta, nonché il membro direttivo del Parco del Ticino Fabrizio Fracassi, perché la “Festa dei Campioni” ha saputo, ancora una volta, legare piloti, Aziende e personalità politiche e sportive sotto un unico tetto: la passione forte, viscerale e sincera per il motociclismo. In questo caso, lombardo.