Fuoristrada

LOMBARDIA – La moto entra nelle scuole

Nei prossimi mesi verranno contattati i Provveditorati agli studi e gli istituti scolastici. Il presidente Lovati: “Insegneremo ai ragazzi la tecnica di guida e come affrontare i pericoli della strada”.


Variazione del regolamento della categoria Minimoto: tutti potranno partecipare alle competizioni 


 


La moto entrerà nelle scuole. Nell’ultima riunione del consiglio del Comitato Regionale Lombardia è stato deciso di portare la moto sui banchi scolastici: “I delegati provinciali – ha detto il presidente del Comitato Alessandro Lovati – prenderanno contatti con i Provveditorati scolastici: vogliamo far capire ai provveditori, agli insegnanti ma anche ai genitori che lo sport della moto è uguale a tutti gli altri, ma con una componente di rischio maggiore. Rischio che si riduce quando si hanno nozioni di tecnica, ciò che noi vogliamo insegnare. E aumentando le nozioni di tecnica diminuisce il rischio in moto e aumenta, a sua volta, il divertimento. Insegneremo teoria, illustreremo le diverse situazioni di pericolo che si possono creare sulle strade e come affrontarle, ma anche la buona educazione in moto”. L’iniziativa è rivolta a ragazzi e ragazze dai 7 ai 15 anni.


 


Nel corso del consiglio sono state fatte delle modifiche al regolamento della categoria Minimoto in modo da permettere a tutti di partecipare alle competizioni. “Prima chi gareggiava era colui che si qualificava – ha detto Lovati – e lo poteva fare nelle selettive nazionali valide per il campionato regionale e nelle stesse prove di campionato regionale. Ora, invece, introducendo i gruppi A e B,  tutti possono partecipare. Varia l’assegnazione del punteggio: sarà diverso, e più cospicuo, per le prove di campionato regionale rispetto alle selettive nazionali”.