Velocità

“Loca Tribute” alla Fiera di Bergamo

Una carriera lunga e piena di successi divisa tra la classe 125 e la 250. 100 GP festeggiati nella quarto di litro e la soglia delle 200 partenze che si avvicina a grandi passi. 24 podi dei quali 9 vittorie, Campione del Mondo in 125 nel 2000 dopo un testa a testa con il giapponese Youchi Ui. Un incidente tremendo in occasione del Gran Premio di Spagna dello scorso anno, che sembrava doverla interrompere e dal quale ha saputo rialzarsi più determinato che mai.


Questo in sintesi il curriculum di Roberto Locatelli, 33 anni, portacolori del Team Metis Gilera. Una carriera iniziata nell’Enduro che lo ha visto Campione Italiano e “Casco Rosso” alla Sei Giorni, ma che gli ha riservato soddisfazioni ancora più grandi con le “slick”. Loca Tribute, questo lo slogan scelto per celebrare questo pilota che è ormai entrato nel cuore dei tifosi per la sua grinta e capacità, un grande campione in grado di trasformare la sua passione in professione.


Uno stand in occasione del PIT STOP, la Fiera dei Motori prevista per questo fine settimana a Bergamo presso il nuovo quartiere espositivo, racconterà tutto questo. Dal 25 al 28 Aprile infatti, al padiglione B sarà allestito un box all’interno del quale saranno esposte tutte le moto, le tute, i caschi con le quali Roberto ha raccolto i tanti successi della sua storia di pilota. Dalla prima 125 con la quale ha vinto il Campionato Italiano SP, passando alla GP con la quale si classificò secondo nel Campionato Europeo nel 1994, a quella del Mondiale del 2000, sino a giungere alla Gilera 250 ufficiale con la quale dallo scorso anno difende i colori del Team Metis. Uno spaccato di motociclismo made in Italy che vedrà protagonista anche il pubblico. I visitatori potranno infatti, rispondendo a semplici domande sul “Loca”, vincere dei gadget del loro beniamino