Fuoristrada

L’Italia aspetta il GP MX1 di Motocross

IL 5 E 6 maggio l’MX1 sarà di scena al circuito italiano di Mantova, nella terra di Tazio Nuvolari


 


Mantova sarà mondiale. Il Motoclub Mantovano “Tazio Nuvolari”, grazie all’intervento dell’organizzazione DBO e della Federazione Motociclistica Italiana, ospiterà il prossimo GP d’Italia MX1 in programma per i prossimi 5 e 6 maggio sul crossodromo internazionale “Città di Mantova”.


Già da qualche mese la consolidata macchina logistica sta lavorando nell’area che ospiterà l’importante manifestazione affinché ogni tassello possa aver trovato la rispettiva collocazione. Sarà senz’altro una bella occasione per Mantova, che ospiterà l’evento internazionale più importante dell’anno nella nostra penisola.


Il challenge vedrà ai nastri di partenza campioni consacrati e aspiranti tali, ma l’Italia è uno dei Paesi che sentirà più di altri la mancanza al via di un grande campione come il belga Stefan Everts che ha raggiunto i dieci titoli nella sua carriera, volando di diritto nella storia dei record, oppure il transalpino Mickael Pichon, ritiratosi per colpa di un virus che lo ha messo ko ad inizio stagione.


Dopo l’incredibile 2006, fatto di addii importanti e vittorie impreviste con l’Italia che finisce al secondo e terzo posto la MX2 con Antonio Cairoli e David Philippaerts dietro al vincitore francese Christophe Pourcel, si sta aprendo la 51a stagione mondiale con importanti presupposti che stanno rendendo interessante la vigilia della prova italiana.


 


Il primo aprile, intanto, ha preso il via la stagione agonistica iridata 2007. Ad alzare il sipario è stato il circuito olandese di Valkenswaard.


In questa prova d’esordio hanno dominato Josh Coppins nella MX1 e il nostro Antonio Cairoli che in forma strepitosa ha centrato entrambe le vittorie della MX2 dominando il GP del Benelux.


Sono stati in circa 25.000 gli spettatori che hanno assistito all’evento, il primo senza Stefan Everts, il belga che dopo un’onorata carriera costellata da ben 10 titoli mondiali, ha deciso di ritirarsi ufficialmente dalle competizioni.


La Yamaha ha trovato subito nel pilota neozelandese del team Rinaldi, Joshua Coppins, il miglior sostituto e lui ha ripagato con una bellissima affermazione in MX1, dove però ha dovuto dividere le vittorie di manche con l’iberico del Team KTM Red Bull, Jonathan Barragan.


Adesso la classifica vede Coppins al comando davanti a Barragan, ai belgi Steve Ramon che ha chiuso secondo e sesto le due frazioni, e Kevin Strijbos. Non è andato come sperato l’atteso debutto dell’imolese David Philippaerts (KTM) il quale ha sofferto la pressione del debutto e qualche frustata di sfortuna. A punti, invece, il reggiano Cristian Beggi che in sella alla giovane WRM ha chiuso il GP del Benelux con un punto nel carniere. Problemi di adattamento anche per il bresciano tre volte iridato del Team Aprilia Off Road, Alessio Chiodi, che purtroppo rientra dall’Olanda senza neppure un punto.


Come detto, la categoria che interessava maggiormente i nostri colori era la MX2, e il siciliano del Team De Carli, Antonio Cairoli, ne ha sicuramente rafforzato l’interesse. Toni ha realizzato a Valkenswaard due incredibili vittorie di manche aggiudicandosi così il primo GP. Sul gradino intermedio del podio ha concluso il sudafricano del Team KTM Red Bull, Tyla Rattray, grazie a due secondi posti. Anche il sudafricano Gareth Swanepoel (Kawasaki) ha sorpreso con un terzo posto assoluto davanti al transalpino campione del mondo in carica Christophe Pourcel (Kawasaki), risultato al di sotto delle sue aspettative.


Oltre a Cairoli, il debutto degli italiani non è stato sicuramente dei migliori, a parte il perugino del Team 3C Racing, Manuel Monni, l’unico a punti, per gli altri è tutto rimandato alla prova spagnola di Bellpuig del prossimo 14 e 15 aprile.


Count down per il GP d’Italia, dunque, unica tappa italiana del Campionato Mondiale di Motocross, uno spettacolo straordinario che quest’anno si caratterizza per il ritorno di un impianto blasonato come quello di Mantova. Le scelte che sono state effettuate da DBO, organizzatore dell’evento in collaborazione con il locale Motoclub Mantovano “Tazio Nuvolari” – e che seguono la filosofia intrapresa sin dall’ingresso della società torinese nel proporre sempre il meglio per questo incomparabile evento – hanno tutte lo scopo ben preciso di assecondare la permanenza in tutta tranquillità degli spettatori all’interno del crossodromo e darsi buon tempo con una serenità che ne accresce l’effetto godibilità di un evento unico nel suo genere.


 


IL CIRCUITO MONDIALE


Il crossodromo “Città di Mantova”, che assumerà un aspetto ancora più idoneo nella sua configurazione, si presenterà per l’occasione opportunamente modificato sulla base delle nuove normative FIM e leggermente accorciato per adattarlo alle esigenze televisive. Disporrà di un paddock di 22.000 metri quadrati di superficie e un’area riservata esclusivamente a tende e camper accessibile già dal venerdì, oltre a 10.000 posti auto per il parcheggio pubblico distante solo 800 metri dall’ingresso e servito da una navetta bus gratuita che si reca con regolarità nei due punti evitando così code all’uscita. Anche un ampio parcheggio moto gratuito sarà allestito nei pressi della pista.


Sarà inoltre approntato uno speciale sterrato appositamente per provare sabato e domenica le FIAT Panda 4×4 e FIAT Sedici, messe a disposizioni dalla Casa automobilistica torinese per il pubblico del Gran Premio.


 


COME RAGGIUNGERE IL CROSSODROMO “CITTA’ DI MANTOVA”


Il Gran Premio d’Italia di Motocross MX1 è una delle gare più attese del Campionato Mondiale, e si svolge nel mese di maggio sul tracciato del circuito “Città di Mantova” dell’omonima città lombarda. Ogni anno il GP d’Italia catalizza migliaia di spettatori e visitatori: se volete assistere al GP di Mantova di Motocross vi consigliamo di prenotare per tempo. Il crossodromo Città di Mantova è situato a pochi passi dalla città ed è ampiamente segnalato e facilmente raggiungibile.


Dall’autostrada del Brennero (A22) con uscita Mantova Sud per chi arriva da Modena – Bologna e uscita Mantova Nord per chi arriva da Verona – Milano – Venezia (A4). La stazione ferroviaria dista un 1,8 km dal circuito, l’aeroporto più vicino il Verona – Villafranca “Catullo“ dista 20 km, l’aeroporto di Bologna che dista circa 130 km, l’aeroporto di Malpensa 180 km, l’aeroporto di Linate 160 km. A Mantova ci si può arrivare in treno (la stazione dista 2 km dal circuito) o in autobus di linea il bus APAM n° 58 (salita di fronte all’uscita stazione ferroviaria e discesa in via Grossi) vi porterà vicinissimo alla pista.


Il circuito di Città di Mantova del Motoclub Mantovano “Tazio Nuvolari”, ospita il Gran Premio d’Italia, il vero GP nazionale che da sempre è il più atteso e nei cuori degli appassionati. Si tratta di una pista sabbiosa a tratti tecnica e a tratti veloce che valorizza le caratteristiche di guida di tutti i piloti partecipanti. Inoltre è una delle poche piste che permette di seguire la gara da qualsiasi punto del tracciato.


 


BIGLIETTI:


–         Ingresso domenica                               € 40     – ridotto € 30


–         Ingresso sabato                                   € 15     – ridotto € 10


–         Ingresso sabato e domenica                 € 45     – ridotto € 35


–         Under 13                                             €  1


–         Pass ingresso + Paddock                    € 50      – ridotto € 40


–         Pass paddock                                     € 15      – sabato e domenica (o solo domenica)


–         Parcheggio camper                              € 20


     –     Agevolazioni per gruppi Moto Club (info: tel. 011.2160087 – info@dborganization.com)


 


PER INFO SULLA MANIFESTAZIONE


● DBO: Tel. 011.2160087 (dal lunedì al venerdì dalle 09,00-12,30 e 14,30-17,30) – Fax 011.2242267 ricerca automatica – e-mail: info@dborganization.com – Web: http://www.gpmotocrossMX1.it


● Motoclub Mantovano “Città di Mantova”: tel. 0376.327953 – 0376.326782 – Fax 0376.368645 Mail: motoclub3@motoclubmantovano.191.it