Fuoristrada

LIGURIA – A Genova la Fiera Primavera dal 25 febbraio al 6 marzo

Fiera Primavera sarà il primo evento promozionale del 2011 proposto dalla Federmoto Liguria, che sarà presente alla 42ma campionaria genovese della casa, del regalo e del tempo libero, come nelle recenti edizioni; confermato l’ingresso gratuito, ben dieci giorni di programma dal 25 febbraio al 6 marzo, attesi almeno trecentomila visitatori.

L’area FMI si articolerà su due settori, quello statico per la promozione da parte dei Moto Club e delle Commissioni , soprattutto con riferimento al Turismo ed Epoca, mentre oltre le protezioni quello dinamico, un tracciato fuoristrada realizzato da Armando Dazzi.

Il designer del Supercross e dell’Enduro ha portato  nel quartiere fieristico il necessario per allestire ottocento metri di terra mista a ghiaia, sabbia, rocce, tronchi; il circuito realizzato dal mago della Offroadproracing sarà gestito da Carlo Mercenaro del Moto Club GSX.

Dieci giorni di test e prove così articolati: nella area pianeggiante il genovese Team Piraz organizzerà delle prove di minimotociclette, “la prima volta”, in collaborazione con la CSAS, mentre nella restante parte si potrà girare con moto da enduro e negli ostacoli posti ai lati con le trial; sono previsti tutti i giorni allenamenti dei migliori piloti genovesi, dimostrazioni indoor per il pubblico: in tema di orari, dal lunedì al venerdì area FMI sarà aperta dalle 16 alle 19, sabato e domenica dalle 11.30 alle 13 e dalle 15 alle 19.
“La prima volta” necessiterà per i minorenni, accettati i  nati dal 1997 in poi, della manleva ed accompagnamento di un genitore; minimoto gratuita e indumenti tecnici (casco, protezioni, guanti, stivali) altrettanto.
Nel Padiglione S all’interno della Fiera la E20 curerà una area Minitrial ove sabato e domenica prossimi sarà allestita una S.A.T., scuola avviamento Trial, gestita dal Tecnico Fabio Piccinini.
Dieci giorni di divertimento e possibilità di conoscere le iniziative delle società genovesi. Una ottima occasione di marketing che il Comitato regionale pone a disposizione delle società genovesi , ma anche degli stessi piloti, per farsi conoscere ed apprezzare.