Fuoristrada

Le prestazioni del Team Italia agli Assoluti di Enduro

A Colleferro (Roma), sede della quinta prova degli Assoluti d’Italia, gli azzurrini disputano una gara senza lode né biasimo. Miglior risultato quello di Traversi, quarto nella 250 2T. Bene anche Marcotulli.


 


Il Team Italia non emerge dalla terza tappa degli Assoluti d’Italia. Ma neppure sprofonda. A Colleferro, a sud di Roma, melmosa sede della quinta prova di campionato, gli azzurrini di Federmoto portano a casa dei risultati in linea con quelli della stagione, in attesa di sfogarsi con la terza prova del tricolore Under23, campionato di categoria che vede tra i favoriti proprio i giovani azzurrini. Ad influire quasi certamente un mese di maggio no-stop con continue trasferte, gare, contesti diversi quanto impegnativi con l’europeo in Portogallo (10-11/05), a seguire l’Hard Race nella paludosa Serravalle Sesia la scorsa settimana ed i selettivi Assoluti in terra romana appena archiviati, che hanno messo a dura prova fisico e stato mentale dei giovanissimi con il continuo avvicendarsi di emozioni. Ma i cinque piloti targati Team Italia (ancora assente dai campi gara Jonathan Manzi) sono usciti a testa alta da questo speciale  esame e soprattutto indenni da una gara resa insidiosa dal gran fango ed i ciottolati scivolosi a causa delle abbondanti piogge scese precedentemente.


 


Tutti inseriti nella Top Ten confermando tenacia e voglia di risultato, le sorprese più gradite arrivano dai due piloti di KTM GPMotorsport, un ritrovato Mattia Traversi ed un eccellente Luca Marcotulli. Il primo, piacentino impegnato nella classe 250 2T, ha corso con il cuore lottando prima di tutto contro sé stesso per opporsi ad una “crisi d’identità” che lo attanaglia da qualche settimana. Sfida che a Colleferro sembra aver vinto grazie all’ottimo 4° posto a meno 16 secondi dal podio rivelandosi il miglior piazzato tra i colleghi nell’assoluta con un 30esimo posto. Il secondo, bergamasco, ha confermato la sua continua crescita dimostrando che quando la gara si fa dura è in grado ha le carte in regola per essere nel gruppo dei migliori. Un ottimo 5° nella 125 2T e gli applausi per aver firmato nelle tecniche prove in linea due terzi ed un quarto tempo di classe.


 


Prestazioni costanti sempre nella 125 2T per Nicolò Mori (KTM GP Motorsport) e Guido Conforti (Husqvarna Mucci) che giungono a ridosso uno dall’altro, rispettivamente 8° e 9°, mentre Maurizio Gerini (Husqvarna Mucci) si è trovato a litigare con il pantano non digerendo facilmente i terreni morbidi e nonostante un’incredibile primo tempo in una prova in linea davanti a Micheluz ed Albergoni, il ligure non riesce ad andare oltre l’ottavo posto nella 250 4T.


 


Dopo gli Assoluti in terra romana i piloti del Team Italia dovranno scendere velocemente fino al “tacco d’Italia” domenica 01 giugno e precisamente a Cetraro nel cosentino per la terza prova di Under23, campionato di categoria che vede brillare i nostri azzurrini con il primo posto in di Gerini nella Unica 4T, i 2° posti di Marcotulli nella 125 Junior e Traversi nella 250 2T Junior e il 3° e 4° posto di Conforti e Mori nella 125 2T Cadetti.