Fuoristrada

Lazzarini (S1) e Gozzini (S2) campioni Italiani di Supermoto

Il belga Gerald Delepine (Husqvarna) in classe S2 e il francese Thierry Van Den Bosch (Aprilia) sono i vincitori della sesta prova del campionato internazionale Supermoto che si è svolta a Busca, dove sono stati assegnati anche i titoli tricolori della stagione a Ivan Lazzarini (Aprilia) per la classe S1 e Davide Gozzini (TM) per la S2.


 


Al contrario di quanto era stato annunciato dai meteorologhi, il Kart Planet di Busca ha potuto contare su una bella e ventilata giornata di sole e un buon pubblico che ha seguito interessato ogni fase di questo ricco pomeriggio di finali che assegnavano ben sei titoli di categoria.


Questa sesta e ultima prova di Campionato Internazionale Supermoto, organizzata dalla DBO in collaborazione con la gestione del locale circuito Kart Planet che nel mese di ottobre ospiterà il GP Le Alpi del Mare sempre di Supermoto, è stata molto più vibrante del previsto offrendo gare molto combattute e colpi di scena al vertice che hanno fatto la differenza nel computo finale di stagione.


Subito da registrare l’uscita di scena di uno dei protagonisti del torneo internazionale come Massimo Beltrami che nelle prove del venerdi in seguito a una caduta si è procurato l’infortunio del braccio destro.


Nella gara piemontese che manda al riposo invernale questo bellissimo torneo internazionale, ne sono usciti vincitori il belga Gerald Delepine (Husqvarna-Team Azzalin) in classe S1 grazie ad un secondo e un primo posto di manche, e il francese Thierry Van Den Bosch (Aprilia-Team DRC) in ragione di due bellissime vittorie parziali.


Ma quest’ultima prova piemontese è servita anche per l’assegnazione dei titoli 2008 della specialità, con il pesarese Ivan Lazzarini (Aprilia-Team DRC-classe S1) che conquista il quinto titolo tricolore della sua bella carriera corsa sempre all’apice delle graduatorie.


Di nuovo campione italiano, invece, il bresciano Davide Gozzini (TM-factory-classe S2) che ha dimostrato ampiamente di meritare la riconferma del titolo dopo il primo del 2007 in questa specialità.


Assegnazione anche dei titoli internazionali, che hanno arriso a Ivan Lazzarini sempre per la S1 e al francese Adrien Chareyre (Husqvarna-Team Azzalin) per la S2.


Infine anche gli altri Campionati Italiani ed i Trofei hanno giocato in questa come nelle altre cinque precedenti prove, un ruolo molto importante, offrendo ogni volta confronti appassionanti che hanno permesso di mettere in mostra alcuni dei nomi che sicuramente ritroveremo nei campionati di elite del 2009.


Roberto Costa (Ktm) è il vincitore del titolo italiano della classe S5, pur non avendo vinto quest’ultima prova, che invece è andata a favore di Cristiano Lupacchini (Honda) vincitore delle due manche odierne.


In classe S4 gara e titolo tricolore per il maceratese Massimiliano Porfiri (Honda) che ha preceduto in gara e in campionato il pur bravo Alberto Dall’Era.


Infine i due combattuti trofei nazionali monomarca che hanno visto le vittorie di giornata di Luca Brambilla nel Trofeo Honda dove però si è aggiudicato il campionato Giordano Carassai, e il grossetano Giulio Lorenzini che ha fatto suoi gara e titolo del Trofeo Suzuki.


 


LA CRONACA DELL’ULTIMA PROVA PIEMONTESE


S2 GARA-1: La prima manche della classe S2 vede lo spunto migliore di Adrien Chareyre (Husqvarna-Team Azzalin) davanti al leader di classifica Davide Gozzini (TM) e Lorenzo Mariani (TM-MRC) che a sua volta precedeva il gruppo degli inseguitori. Poche curve e il bresciano passa al comando ma appena due giri più tardi Chareyre nel tratto sterrato sferra nuovamente l’attacco e si riporta al comando rimanendovi sino al traguardo.


Gozzini si difende molto bene ma le battute finali hanno messo in evidenza un leggero ma determinante calo che ha permesso anche al sagace Gerald Delepine (BEL-Husqvarna) di superarlo.


Quarta posizione per Attilio Pignotti (Ktm) che anticipa Lorenzo Mariani, Luca Minutilli (Aprilia), Fabrizio Bartolini (Aprilia), Graziano Rispoli (Suzuki), Paolo Gaspardone (Husaberg), Andrea Occhini (Husaberg).


 


S2 GARA-2: E’ stavolta il bresciano capoclassifica Davide Gozzini (TM) ad avere la mossa migliore allo start, precedendo Adrien Chareyre (Husqvarna), Attilio Pignotti (Ktm), Fabrizio Bartolini (Aprilia), Lorenzo Mariani (TM), il belga Gerald Delepine (Husqvarna), Paolo Gaspardone (Husaberg).


Le fasi iniziali hanno visto subito un intraprendente Delepine che nel volgere di mezza gara ha superato uno ad uno i suoi predecessori sino a portarsi in testa e poi vincere la manche davanti a Chareyre, Pignotti e un Gozzini che ha pensato più al titolo che alla gara, e infatti il quarto posto di questa manche è stato sufficiente a riconfermare il bresciano quale miglior pilota italiano della classe S2. Le posizioni successive che completano l’ordine dei top ten sono state occupate da Mariani, Gaspardone, Minutilli, Bartolini, Occhini e Rispoli.


 


S1 GARA-1: E’ lo scatto del transalpino Thierry Van Den Bosch a caratterizzare la manche inaugurale della classe S1, lasciandosi dietro i francesi Jerome Giraudo (Honda-Team Monticelli) e Thomas Chareyre (Husqvarna-Team Azzalin), il tedesco Bernd Hiemer (ktm-Team Miglio) e il leader di classifica Ivan Lazzarini (Aprilia-DRC).


Se da una parte non c’è stata storia per il francese “VDB” che ha mantenuto costante la sua posizione al comando del gruppo non destando grande attenzione da parte del numeroso pubblico accorso sugli spalti del bel circuito buschese, dall’altra, invece  è risultato interessante seguire le gesta di Lazzarini che proprio in questa manche e in questa posizione si giocava il titolo tricolore. Difatti il pesarese del team DRC ha mantenuto la quinta posizione sino a tre giri dal termine quando si è resa complice involontaria una scivolata di Giraudo quando si trovava in seconda posizione, che ha permesso di salire una posizione a tutto il gruppo compreso Lazzarini che ha così chiuso in quarta posizione, sufficiente a conquistare in anticipo, se pur di poco, il titolo tricolore.


Secondo gradino del podio, dunque, per Hiemer e terza per Chareyre, mentre quinto è Seel che conclude la sua gara davanti a Chambon (TM), Balducci (Suzuki), Sammartin (Aprilia), Giraudo (Honda), Guardalà (Honda).


 


S1 GARA-2: Il semaforo verde di questa seconda manche finale della S1 ha visto la holeshot del francese Thierry Van Den Bosch (Aprilia-Team DRC) davanti al leader Ivan Lazzarini (Aprilia-Team DRC), Simone Girolami (TM), Eddy Seel (Suzuki).


Davanti a tutti il transalpino senza esitazione ha mantenuto il comando sino alla bandiera a scacchi che ne ha così consacrato la vittoria odierna davanti al pesarese Lazzarini che grazie a questo piazzamento si conferma campione italiano. Cambio in successione invece per la terza posizione che vede infine chiudere il francese Thomas Chareyre (Husqvarna-Team CH Azzalin) davanti al connazionale Jerome Giraudo (Honda), Bernd Hiemer (Ktm-Team Miglio), Fabio Balducci (Suzuki-Team Lux), Girolami, Boris Chambon (FRA-TM), Yuri Guardalà (Honda), Elia Sammartin (Aprilia).


 


CLASSIFICHE


CATEGORIA S1


GARA-1: 1. Thierry Van Den Bosch (FRA-Aprilia) 14 giri in 18’46.489 e giro + veloce in 1’19.859; 2. B. Hiemer (GER-Ktm); 3. T. Chareyre (FRA-Husqvarna); 4. Ivan Lazzarini (ITA-Aprilia); 5. E. Seel (BEL-Suzuki).


GARA-2: 1. Thierry Van Den Bosch (FRA-Aprilia) 14 giri in 18’50.822; 2. Ivan Lazzarini (ITA-Aprilia); 3. T. Chareyre (FRA-Husqvarna) giro + veloce in 1’19.936; 4. J. Giraudo (FRA-Honda); 5. B. Hiemer (FRA-Ktm).


ASSOLUTA: 1. Thierry Van Den Bosch punti 50; 2. Ivan Lazzarini 40; 3. Thomas Chareyre 40.


CAMPIONATO ITALIANO: 1. Ivan Lazzarini punti 300; 2. Fabio Balducci 250; 3. Christian Ravaglia 201.


CAMPIONATO INTERNAZIONALE: 1. Ivan Lazzarini punti 264; 2. Thierry Van Den Bosch 256; 3. Thomas Chareyre 232.


CATEGORIA S2


GARA-1: 1. Adrien Chareyre (FRA-Husqvarna) 14 giri in 18’54.332 e giro più veloce in 1’20.045; 2. G. Delepine (BEL-Husqvarna); 3. D. Gozzini (ITA-TM); 4. A. Pignotti (ITA-Ktm); 5. L. mariani (ITA-TM).


GARA-2: 1. Gerald Delepine (BEL-Husqvarna) 14 giri in 19’01.287 e giro + veloce in 1’20.178; 2. A. Chareyre (FRA-Husqvarna); 3. A. Pignotti (ITA-Ktm); 4. D. Gozzini (ITA-TM); 5. L. Mariani (ITA-TM). 


ASSOLUTA: 1. Gerald Delepine punti 47; 2. Adrien Chareyre punti 47; 3. Attilio Pignotti 38.


CAMPIONATO ITALIANO: 1. Davide Gozzini punti 256; 2. Attilio Pignotti 250; 3. Lorenzo Mariani 224.


CLASSIFICA INTERNAZIONALE: 1. Adrien Chareyre punti 262; 2. Davide Gozzini 230; 3. Attilio Pignotti 215.


CATEGORIA S4


GARA-1: 1. E. Borella (Ktm) 10 giri in 14’15.354; 2. M. Porfiri (Honda); 3. A. Dall’Era (Honda) gito migliore in 1’24.722.


GARA-2: 1. Massimiliano Porfiri (Honda) 9 giri in 12’49.363; 2. A. Dall’Era (Ktm) giro + veloce in 1’24.631; 3. P. Errante (Honda).


ASSOLUTA: 1. Massimiliano Porfiri punti 47; 2. Alberto Dall’Era 42; 3. Paolo Errante 38.


CAMPIONATO ITALIANO: 1. Massimiliano Porfiri punti 279; 2. Alberto Dall’Era 243; 3. Edgardo Borella 232.


CATEGORIA S5


GARA-1: 1. Cristiano Lupacchini (Honda) 9 giri in 13’11.257 e giro più veloce in 1’25.516; 2.  N. Lafranconi (TM); 3. S. Comellini (Aprilia).


GARA-2: 1. Cristiano Lupacchini (Honda) 9 giri in 12’58.523 e giro più veloce in 1’25.344; 2. N. Lafranconi (TM); 3. M. Martella (Ktm).


ASSOLUTA: 1. Cristiano Lupacchini punti 50; 2. Nicola Lafranconi 44; 3. Mattia Martella 35.


CAMPIONATO ITALIANO: 1. Roberto Costa punti 260; 2. Cristiano Lupacchini  247; 3. Nicola Lafranconi 225.


TROFEO HM HONDA


TROFEO HONDA GARA-1: 1. Giordano Carassai 9 giri in 13’29.480; 2. F. Fissolo; 3. L. Brambilla.


GARA-2: 1. Luca Brambilla 9 giri in 13’18.656; 2. F. Fissolo; 3. Giordano Carassai giro + veloce in 1’27.627.


ASSOLUTA: 1. Luca Brambilla punti 180; 2. Giordano Carassai 180; 3. Fabrizio Fissolo 180.


CAMPIONATO: 1. Giordano Carassai punti 998; 2. Andrea Lupini 984; 3. Fabrizio Fissolo 870.


TROFEO SUZUKI


GARA-1: 1. Giulio Lorenzini 9 giri in 13’10.049 e giro più veloce in 1’26.680; 2. S. Cecchetti; 3. C. Massandrini.


GARA-2: 1. Giulio Lorenzini 10 giri 14’16.866 e giro + veloce in 1’24.581; 2. S. Cecchetti; 3. C. Massandrini.


ASSOLUTA: 1. Giulio Lorenzini punti 50; 2. Simone Cecchetti 44; 3. Christian  Massandrini 40.


CAMPIONATO: 1. Giulio Lorenzini punti 291; 2. Diego Liciarelli 258; 3. Christian Massandrini 227.