LAZIO – Grande successo della 1^ prova del CR Enduro

Entusiasmante prima gara a Graffignano del Campionato Regionale Lazio 2008 di Enduro. Il pilota Emiliano Caprioli in testa alla classifica assoluta.


Dopo un inverno in cui il letargo dei piloti si è consumato fra prove, aggiornamenti tecnici alle nuove moto, allestimento dei team e delle squadre corse, finalmente domenica 16 marzo ha riaperto i battenti il campionato Regionale Lazio di Enduro. I piloti di nuovo in sella hanno sfrecciato per le vie di Graffignano, la cittadina che ha ospitato il circus dell’enduro alla sua prima uscita stagionale, sotto un cielo coperto ma che almeno ha risparmiato la pioggia.


La gara si è articolata su 150 km di trasferimento, poco selettivo ma ben adeguato all’eventualità “pioggia”, e su 10 Prove Speciali, molto tecniche e piuttosto lunghe, che hanno fermato i cronometri dei migliori dopo oltre 35 minuti di cronometrate e 6 ore di gara.


La lotta per il primo posto è stata piuttosto entusiasmante, su 121 piloti al via infatti non c’è stato nessun assolo, ma in testa alla classifica assoluta si sono avvicendati in molti. Delle 10 Prove Speciali tre sono andate al marchigiano Casoni, due a testa  se le sono aggiudicate Bocci, D’Ippolito e Caprioli, mentre una è andata al campione uscente Incaini.


Alla fine della giornata di gara, comunque, il cronometro ha premiato il rientrante Caprioli, che dopo alcuni anni di assenza si è rituffato nell’Enduro a tempo pieno e con molta convinzione. Sul podio assoluto dietro di lui sono arrivati l’ex crossista D’Ippolito e l’ospite marchigiano Bocci.


Le classi se le sono aggiudicate Marco Molinari (50), Mirco Casoni (125), Jonathan Bocci (250 4t), Damiano Incaini (450 4t) e Emiliano Caprioli (oltre 450 4t). Nella classifica a squadre, invece, ha spuntato la migliore prestazione l’Arditi Racing A, seguita dal Team Mas Nal e dall’Arditi Racing B.


Una nota di merito va all’unica rappresentante in gara del gentil sesso, la viterbese Cristina Marrocco, che ha chiuso al decimo posto nella classe 125, prendendosi il lusso di mettersi dietro ben undici colleghi maschietti. Niente male la ragazza! Prossimo appuntamento il 20 aprile a Ponte San Giovanni in Umbria.


 


Clicca qui per visualizzare le classifiche.


 

Iscriviti alla newsletter FMI

Per essere sempre aggiornato su tutte le attività FMI