Fuoristrada

LAZIO – 1^ prova Trofeo Enduro Indoor

Ivan Boezi trionfa nella prima prova del Trofeo Lazio di Enduro Indoor che si è svolta a Gorga. Il 3 agosto a Paliano si correrà la seconda gara, organizzata dal Moto Club Colleferro.


 


Si è svolta domenica 13 luglio la prima delle tre prove del Trofeo Lazio di Enduro Indoor, con l’organizzazione curata dal Moto Club Papillon di Sgurgola. Ovviamente, visto il periodo, il caldo ha fatto un po’ il padrone di casa, anche se qualche nuvola nelle prime ore della giornata aveva fatto sperare in una giornata “all’ombra”.


Pochi i partenti, circa una trentina, ma quando una cosa nuova tenta di prendere piede spesso la perplessità tiene a debita distanza i curiosi, anche se a rimetterci come sempre sono proprio gli assenti.


Il percorso di gara consisteva in un giro piuttosto ampio, di circa tre minuti, in cui erano stati inseriti ostacoli di varia natura: dal guado con tanto di acqua ai salti, poi un piccolo tratto di saliscendi di mulattiera, fino al fettucciato vero e proprio, anche se a dire la verità i ragazzi del MC Papillon “ci sono andati leggeri” e qualche passaggio di “enduro hard” in più non avrebbe di certo sfigurato, ma tutto è perfezionabile l’importante è cominciare. Circa trenta i partenti suddivisi in due categorie: una Top Class riservata ai piloti più bravi, i campioni dell’enduro odierno; ed una Classe Standard riservata invece a tutti gli altri, ma non per questo meno appassionante. Nota piacevole è stata la presenza di alcuni partecipanti provenienti anche dalle regione limitrofe, come Campania e Abruzzo.


Dopo le operazioni preliminari di rito, il direttore di gara Claudio Nera ha dato il via alle prove libere, necessarie per saggiare le difficoltà del percorso. Verso le ore 11 sono iniziate le fasi eliminatorie, dove i piloti hanno capito subito che avrebbero dovuto fare i conti anche con la polvere che impediva i sorpassi, e pertanto era necessario staccare un’ottima partenza per stare davanti e sperare così di centrare un buon risultato.


Nel primo pomeriggio, quindi, dopo aver “saltato” le ore più calde, sono riprese le ostilità con le manche di recupero, le semifinali e le finali. Nella Top Class si era capito fin dalla mattina, con una partenza al fulmicotone, che Ivan Boezi – diciassettenne di Anagni – avrebbe messo tutti in riga con la sua KTM 125, lasciando a tutti gli altri l’onere di contendersi i quattro posti rimanenti.


Alla fine dietro il giovane ciociaro troviamo in classifica i due bravissimi piloti campani, Gaetani Ferrante e Vincenzo Leggiero, quarto un indomabile Paolo Pelacci e quinto Marco Paoliani. Nella Classe Standard, invece, stesso copione ma con un protagonista diverso naturalmente: il pilota di casa Paolo Raimondi (corre con i colori del MC Papillon), che sulla sua Honda si è guadagnato la prima curva e quindi il primo posto, che non ha mai mollato fino alla fine. Dietro di lui sono arrivati: Emanuele Cerioni, Francesco Mosca, Cristiano Marani e quinto uno sfortunatissimo Mauro Mammucari del MC Colleferro, che dopo aver dominato le batterie eliminatorie, proprio in finale ha lasciato spegnere il motore della Honda compromettendo un risultato decisamente alla sua portata.


Ora una piccola pausa prima di arrivare alla seconda prova, che si disputerà a Paliano (FR) domenica 3 agosto con l’organizzazione curata dal MC Colleferro, con un percorso certamente più adatto al blasone del club laziale e che certamente lascerà soddisfatti i piloti partecipanti, cercando ovviamente di migliorare sia il numero di iscritti che le qualità enduristiche della gara.