Velocità

Lamborghini torna nel Motomondiale per le ultime due prove: Australia e Malesia

Dopo aver esordito nel Motomondiale come wildcard al GP di San Marino, Ferruccio Lamborghini, a partire dalla gara australiana di Phillip Island, sostituirà il giovane Federico Sandi nel Team Fontana.


 


Il pilota emiliano sarà così il compagno di squadra di Simone Corsi per le prossime due gare della stagione mondiale 2007 di 125: GP di Australia e GP di Malesia.


 


Ferruccio, sedici anni compiuti lo scorso gennaio, ha iniziato gareggiando nel 2003 con le minimoto vincendo gli Assoluti d’Italia l’anno successivo. Nel 2006 si è aggiudicato tre delle cinque prove della prima edizione dello JGP Racing Dream, trofeo monomarca ideato e fortemente voluto da Aprilia, Federazione Motociclistica Italiana e dal settimanale Motosprint, garantendosi cosi un posto nel team che da quest’anno, sempre con i colori dello JGP,  partecipa al Campionato Italiano Velocità – CIV. 


 


La stagione del debutto nel Campionato Italiano Velocità lo ha visto vincitore nella prova di Vallelunga, due settimane dopo che, sullo stesso tracciato, si era aggiudicato la prova di apertura del Campionato Europeo, sempre nella ottavo di litro.


 


Queste le parole del giovane pilota italiano.


“La partecipazione alla gara mondiale di Misano è stata una esperienza fantastica ma pensavo rimanesse una cosa fine a se stessa, almeno per la stagione in corso. Invece si sono verificate le condizioni affinché io possa essere presente anche in queste prossime due gare. Inutile dire che sono felicissimo e consapevole delle difficoltà che mi aspettano. Correre a Misano, su un tracciato che già conoscevo, è stato relativamente più semplice e ha sicuramente rappresentato le migliori condizioni per poter debuttare nel Motomondiale. Scendere in pista a Phillip Island sarà senz’altro più complicato, ma sono sicuro che la squadra saprà aiutarmi e darmi i consigli dei quali fare tesoro. Voglio ringraziare ancora una volta l’Aprilia, la Federazione Motociclistica Italiana e Motosprint, che ideando e mettendo in pista il trofeo monomarca JGP Racing Dream mi hanno permesso di realizzare un sogno, fare esperienza e crescere. Spero che l’essere arrivato sin qui, sia un punto di  partenza, da parte mia cercherò di dare il massimo come ho sempre fatto e di ripagare la fiducia che mi è stata data”.