Velocità

Lamborghini ritorna come wildcard nel Motomondiale

Da quando nel 2005 aveva partecipato alle primissime selezioni di Junior GP racing dream, trofeo monomarca ideato e fortemente voluto da Aprilia, Federazione Motociclistica Italiana e Motosprint, Ferruccio Lamborgini, diciassettenne pilota bolognese, ha senz’altro accumulato esperienza e determinazione, doti che gli saranno senz’altro utili in questo fine settimana.


 


Secondo classificato al termine della prima edizione di JGP dopo essersi aggiudicato tre vittorie e quattro pole position, lo scorso anno si è garantito di diritto l’ingresso nel team schierato nel CIV. Primo in entrambe le gare disputatesi a Vallelunga valide per il Campionato Italiano e per il Campionato Europeo della ottavo di litro, debutta nel Motomondiale grazie alla wildcard con la quale ha partecipato al Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, aggiungendo poi le presenze ai GP di Australia, Malesia e Comunitad Valenciana.


 


La stagione attuale lo vede ancora partecipare al CIV sempre difendendo i colori dello JGP racing team. Da domani sarà impegnato nel Gran Premio d’Italia, sesto appuntamento stagionale del Motomondiale.


 


Ferruccio Lamborghini (Aprilia JGP Racing Dream) # 39


“Dopo aver partecipato ad alcune gare nel Motomondiale durante la scorso anno ho, qui in Italia, una ulteriore possibilità di prendere parte ad un Gran Premio. Inutile nascondere l’emozione e, altrettanto, il fatto che questo inizio di stagione non sia stato proprio cosi come mo lo aspettavo. Io sono sempre molto autocritico con me stesso e i risultati ottenuti in queste prime gare di CIV non sono quello che mi aspettavo e, sopratutto, sono certamente inferiori a quello che io considero il mio livello. Partecipare ad una gara insieme a piloti che sono il top al mondo è, al di la del risultato, un momento di crescita e di apprendimento molto importante. Cercherò sin da domani mattina di far tesoro di tutto ciò che potrò “rubare” e, come sempre non mi risparmierò dando il meglio di me stesso”