Velocità

Lamborghini in difficoltà nelle libere a Philip Island

Si è svolta oggi sul circuito di Phillip Island, la prima giornata di prove in vista del Gran Premio di Australia. Come da programma, i primi a scendere in pista già dalla mattina, sono stati i piloti della ottavo di litro e, tra loro, anche Ferruccio Lamborghini, il giovane pilota che grazie alla Junior Gp è alla seconda apparizione nel Mondiale.


 


La pista già di per se tecnica, veloce e difficile da apprendere, ancor di più per un debuttante come lui, è stata ulteriormente resa insidiosa dalla pioggia che ha accompagnato tutto il turno di prove libere. Il bolognese ha pagato l’inesperienza e, soltanto dopo pochi giri, è scivolato. Fortunatamente nessun danno per lui ma un gran lavoro per i tecnici.


 


Nel turno ufficiale pomeridiano, il bolognese ha girato praticamente da solo e, questo, non gli ha permesso di realizzare un tempo in grado di qualificarlo. Fortunatamente c’è ancora a disposizione la giornata di domani, sperando che le condizioni non cambino ancora e si possa contare su una pista asciutta.


 


FERRUCCIO LAMBORGHINI – aprilia # 79 –


“La prima giornata di prove non è sicuramente iniziata nel migliore dei modi. La pista già complicata per se stessa, era inondata dalla pioggia e purtroppo c’era un rigagnolo che la attraversava. Non riuscivo a capire come fossi potuto cadere tanto mi sembrava di andare piano ma, in realtà, dopo aver verificato la telemetria con i tecnici, mi sono reso conto di aver valutato male la situazione. Nel pomeriggio ho cercato di capire in fretta cosa fare ma la pista è difficile e io ho commesso l’errore di girare da solo. Spero soltanto che domani non piova e che possa migliorarmi e realizzare un tempo che mi permetta di qualificarmi”.