Fuoristrada

Alla Toscana il Trofeo Regioni

Motocross: sul podio anche Marche e Veneto

146 piloti in rappresentanza di 17 regioni. E alla fine la Toscana è stata la squadra più forte. Oltre a numeri e classifica, il Trofeo delle Regioni Motocross – svoltosi questo fine settimana a Esanatoglia – ha regalato tante emozioni.

Durante le qualifiche del sabato avevano dominato le Marche, con i primi posti di Tiziano Perverieri e Luca Pedica rispettivamente nelle classi Veteran ed MX1. La pole della MX2 è andata invece a Nicholas Lapucci (Toscana) mentre quella della 125 l’ha ottenuta l’abruzzese Paolo Ricciutelli.

Dopo la cerimonia di presentazione mattutina, alle 11.10 si è abbassato il primo cancelletto di partenza. Le prime manche ovviamente hanno decretato un primo quadro della giornata, con il primato momentaneo della Toscana seguito da Marche e Veneto. Fondamentali le vittorie di gara 1 per Frosali (125) e Lapucci (MX2); la Veteran è andata a Peverieri mentre la MX1 al Veneto con Bracesco. Responso che non è cambiato anche per quanto riguarda le seconde manche con ancora le vittorie di Lapucci (MX2) e Frosali (125), sempre per la Toscana, poi di Dal Bosco (Veteran) e Pedica (MX1). Grazie a questi risultati la Dunque la Toscana ha vinto davanti a Marche, Veneto, Lombardia e Lazio.

La Veteran si è vissuta sullo scontro diretto tra Tiziano Peverieri (Marche) e Michele Dal Bosco (Trento) autore quest’ultimo di due autorevoli partenze. Una vittoria a testa per i due piloti della specialità, condizione questa che ha ovviamente avvantaggiato il marchigiano nel computo del risultato finale. Anche la MX1 ha visto due diversi vincitori: nella prima gara ha dominato Federico Bracesco (Veneto) mentre nella seconda si è imposto Luca Pedica (Marche), che era partito malissimo in gara 1, sempre sullo stesso Bracesco. Da segnalare i due hole-shot di Davide Ruzzi (Marche). MX2 a senso unico con un unico vincitore Nicholas Lapucci (Toscana) che ha preso il comando dopo poche curve e ha vinto indisturbato gara 1. Ben più difficile per il toscano la vittoria di gara 2 dove Joakin Furbetta (Lazio) ha impresso un ritmo indiavolato sin dai primi giri ed ha cercato di scappare. Alcune tornate al comando per il laziale, che poi ha dovuto inchinarsi alla velocità di Lapucci il quale lo ha sorpassato andando a vincere anche l’ultima frazione. La 125 ha chiuso sia il programma mattutino che quello pomeridiano. Qui la doppia vittoria di Leonardo Frosali (Toscana) è stata determinante. Frosali non ha sbagliato nulla ed è stato accolto tra mille abbracci alla fine di gara 2.