FMI

La FMI in soccorso delle zone isolate nel centro Italia con le Motoslitte

Le forti precipitazioni nevose e le scosse di terremoto che nelle scorse ore hanno colpito il centro Italia, hanno causato l’isolamento di numerosi paesi e frazioni in Abruzzo e nelle zone limitrofe. Vista l’emergenza, il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile ha chiesto il supporto della Federazione Motociclistica Italiana per raggiungere queste località.

La FMI – tramite il proprio Dipartimento per le Politiche Istituzionali, Sociali e di Attività di Protezione Civile, coordinato da Tony Mori – si è subito attivata inviando 18 motoslitte: otto provenienti da Torino, cinque dal bellunese, due da Bassano del Grappa (VI), altrettante da Brescia e una da Bergamo. Al momento infatti sono proprio le motoslitte l’unico mezzo capace di raggiungere le località isolate, che si trovano in provincia dell’Aquila e soprattutto nel teramano.

Le operazioni sono iniziate questa mattina all’alba e attualmente il gruppo di motoslitte è diviso in due sezioni (una con base operativa a Teramo, l’altra a L’Aquila) a loro volta suddivise in due gruppi. L’attività di ricognizione della FMI – che si sta relazionando con le Istituzioni locali, sotto la coordinazione della Protezione Civile – ha il suo punto di riferimento in Elvio Fortuna, Presidente del Comitato Regionale Abruzzo FMI.

Il Presidente FMI, Giovanni Copioli, ha dichiarato: “Anche in queste ore drammatiche, grazie agli accordi precedentemente presi con la Protezione Civile, siamo riusciti ad agire facendo intervenire i mezzi necessari per alleviare le sofferenze delle persone colpite dal terremoto e dalle nevicate di questi giorni. Pur in mezzo alle tante difficoltà, la FMI è riuscita a reperire diciotto motoslitte che  sono già in azione e che certamente saranno di aiuto per raggiungere chi è ancora isolato. Un altro segnale di come il nostro impegno cerchi di essere concreto ed efficace.”