Fuoristrada

La chiusura del CITO a Darfo Boario Terme

 Sarà Darfo Boario Terme domenica 13 ottobre, che per la seconda volta ospita nella stagione 2013 una prova di Campionato italiano Trial Outdoor, a chiudere la stagione in corso con la nona prova di detto Campionato.

Se il primo appuntamento era strutturato con la formula classica outdoor, questo conclusivo evento a cura del Moto Club Lazzate, prevede il terzo degli appuntamenti 2013 con gara tipo Hard trial di cui è composto il CITO 2013. Dovendosi correre in area chiusa, come specificatamente chiede l’Hard, il terreno per questo evento sarà l’area controllata del Castellino che con la sua ampiezza saprà ottimamente rispondere alle aspettative dei concorrenti.
L’area infatti è composta da varie tipologie di terreno tutte naturali, terreno su cui saranno disposte ben 18 zone controllate suddivise sulle due gare. Di queste 12 (da farsi due volte) saranno ad esclusivo utilizzo di gara 2, ossia il”main event” che si corre al pomeriggio e che comprende tutte la categorie a partire dalla Top della TR1 per chiudere con la TR3 Over. Su queste ZC anche i Top driver Juniores ossia gli A saranno in lizza percorrendo le frecce verdi, mentre forse qualcheduno di loro, cambiando anticipatamente categoria si cimenterà su zone ancora più impegnative. Per i restanti Juniores e per il Femminile viene riservata gara 1, che si svolge al mattino su apposite sei ZC ,che questa volta sono da percorrersi per tre volte.
Notevole quindi il lavoro svolto dal MC Lazzate per preparare al meglio questo appuntamento. Un appuntamento che se da una parte vede già Titoli assegnati per Matteo Grattarola TR1 (gas gas) e Filippo Locca TR2 (beta), fa prevedere una intensa lotta e grande spettacolo per le posizioni d’onore. Cosi nella TR1 abbiamo la coppia Daniele Maurino (ossa) e Francesco Iolitta (montesa) con nove punti di distacco tra loro e quindi entrambi in lizza per la seconda piazza. Altrettanto nella TR2 in cui i due Francesco: Cabrini (beta) e Xompero (beta) sono ancora più vicini tra loro distanziati da soli cinque punti, duelli quindi tutti da vivere. Com’è da vivere tutta la Tr3 nelle sue espressioni con tutti i titoli ancora da assegnare.
 Non da meno sono gli Juniores qui escluso il dominio di Carlo Minot (beta) nella A tutto il resto è incerto e si concluderà a fine gara qui a Boario. Come sempre ampio spazio è riservato ai paddock posizionati adiacenti al Centro Congressi mentre l’area test di 1200 è sita nelle vicinanze dell’area partenza sempre vicina al Centro Congressi. Tutta la logistica di supporto e le OP sono collocate presso l’Hotel Castellino