Velocità

Kiss Mugello. La sostenibilità al Motomondiale

KiSS Mugello (Keep it Shiny and Sustainable) è il programma che fin dal 2013 ruota intorno al Gran Premio e al’Autodromo del Mugello (dove quest’anno si correrà il 22 maggio) per sensibilizzare e coinvolgere spettatori, team e i piloti stessi del Motomondiale su iniziative di sostenibilità ambientale e sociale.

L’edizione 2016 di KiSS Mugello, anche se non sarà facile, punta a superare i già ottimi risultati ottenuti lo scorso anno. Nel 2015 furono distribuiti agli spettatori assiepati sulle colline del caratteristico Autodromo del Mugello ben 20mila kit per la raccolta dei rifiuti (umido, vetro, plastica, alluminio, carta, indifferenziato). Nei paddock furono predisposte 15 isole ecologiche per la raccolta differenziata dei rifiuti e 24 asciugamani elettrici trovarono posto in tutte le toilette. Sul fronte sociale, grazie al supporto di Yamaha Motor Racing, Circuito del Mugello e VR|46, vennero realizzate 700 t-shirt ispirate alla grafica e ai colori di KISS Mugello: col ricavato della vendita delle t-shirt ai fans, si finanziarono le attività della ludoteca dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.

KiSS Mugello è nato nel 2013 come progetto pilota per KiSS Programme, il progetto internazionale promosso direttamente dalla FIM (Federazione Internazionale di Motociclismo) per stimolare i circuiti di motociclismo di tutto il mondo a varare iniziative legate alla sostenibilità ambientale e sociale.

Quest’anno KiSS Mugello ha lanciato una vasta campagna di comunicazione sui social media (Twitter e Facebook, hashtag #kissmugello) per coinvolgere ancora di più il grande pubblico e sviluppare consapevolezza dell’importanza di comportamenti individuali sostenibili. Il coordinamento di KiSS Mugello è a cura di Right Hub, startup innovativa che promuove la sostenibilità nel business favorendo l’incontro tra aziende e mondo del non profit.

 

Il report delle attività di KiSS Mugello nel 2015

KiSS Mugello su Twitter

KiSS Mugello su Facebook