Fuoristrada

Italiano Supermoto. Il via nel weekend

Domenica 5 marzo si alzerà il sipario sugli Internazionali d’Italia Supermoto 2017 sul circuito di Battipaglia (SA). Una scelta che servirà anche a valutare la risposta dei Riders locali.

Rispetto al passato i round sono saliti da sei a sette, con l’inserimento di una prestigiosa gara cittadina, quella a Sestriere (TO). Per quanto attiene i circuiti, oltre a Battipaglia (SA), c’è l’importante new entry di Magione (PG), mentre sono confermati Ottobiano (PV), Pomposa (FE), Viterbo e Latina.

Nelle griglie di partenza la Classe Supermoto si schiereranno entrambi i Campioni in carica: Marc Schmidt, primo nella classifica Internazionale, al via con la nuova SWM del Team BRT, e Andrea Occhini, confermato su Honda nelle Fila del Team L30 Racing. Ma è proprio in questa classe che si registra la bella sorpresa che non ci si aspettava: torna a correre Christian “Picchio” Ravaglia. Il Pilota del Gruppo Sportivo Fiamme Oro, già Campione del Mondo a squadre 2012/2013, si presenta in sella ad una Yamaha Phoenix Racing Team. Anche il vincitore della S2 nel 2016, Riccardo Lodigiani è iscritto nella Supermoto Class, e dunque vorrà dimostrare insieme agli altri Top Raider il proprio valore.

Circa la OnRoad, Matteo Ettore Traversa figura negli elenchi di partenza per difendere il titolo conquistato nel 2016, sempre nella fila di Yamaha Extreme Team.

Daniele Di Cicco, Campione 2016 nella OPEN, gareggerà nella nuova Superbiker, che prenderà il posto della S2.

Le classi 2017 sono quindi le seguenti: 

– Supermoto;
– Superbiker;
– OnRoad;
– Under 24;
– Open;
– Woman;
– Veteran (Over 43);
– Honda OnRoad Challenge;
– Honda Supermoto Challenge;
– Young Rider;

 

Per informazioni e regolamenti, visitare il sito www.offroadproracing.it

Sul fronte pneumatici, importante variazione nella Open: sarà regolata da gomma libera contingentata ad un solo treno al giorno (dalle prove libere), e non più monogomma Goldentyre. Mentre la Superbiker sarà monogomma Metzeler e i Red Challenge saranno entrambi in regime di monogomma Michelin. Tutte le altre classi e categorie saranno in regime di gomma libera, sia come marca che come numero di gomme utilizzabili.