Fuoristrada

Italiano MX. Lupino torna leader nella classe regina

E Cervellin vince sia la MX2 che la Supercampione

Le gare del quinto appuntamento del Campionato Italiano MX1/MX2, che si è corso sul tracciato marchigiano di Cavallara, sono state combattute e spettacolari. Duelli intensi in pista, favoriti dal bel lavoro del Moto Club locale.

Alessandro Lupino (Team Honda RedMoto) con un primo ed un secondo posto nella MX1, si è ripreso la tabella rossa di leader del Campionato ed ora comanda la classifica assoluta con 58 punti di vantaggio su David Philippaerts (Team DP 19 – Yamaha) che, dopo il 5° posto della prima manche, si è dovuto ritirare nella seconda per la rottura della sua Yamaha. Nella Supercampione la sfortuna ha ribaltato le cose. Lupino è caduto al via subendo una grossa botta alle costole; risalito in moto, dopo qualche giro ha preso la via dei box e si è ritirato. Ne ha approfittato quindi Philippaerts per recuperare qualche punto sul pilota delle Fiamme Oo, ma il vantaggio di circa 200 punti che aveva prima di questa prova se ne è andato ed ora, con due sole gare ancora da disputare, è vietato fare errori. Alessandro Righi (Megan Racing KTM) ha vinto meritatamente la seconda manche, è stato terzo nella finale e per soli 30 punti non vince l’assoluta. Con 377 punti, terzo gradino del occupato da Stefano Pezzuto (Italian Factory KTM) che è riuscito a precedere un coriaceo Cristian Beggi (SM Action Yamaha) che a dispetto dell’età, ha messo dietro tanti giovani. Simon Mallet (Team MB Honda) si è piazzato quinto davanti a Jernej Irt (C.D.P. Cortenuova Yamaha) e a Giovanni Bertuccelli (Team Pardi Racing Honda), settimo. Di Philippaerts, ottavo, abbiamo già detto in precedenza mentre Pier Filippo Bertuzzo (Honda Martin Tecnology) ha sprecato un paio di occasioni che avrebbero potuto portargli parecchi punti. Infatti, in gara uno da secondo ha finito ottavo mentre in gara due era secondo al primo giro prima di scivolare e chiudere settimo. Marco Maddii (Maddii Academy Husqvarna) ha chiuso la top 10. Nicola Recchia (Scoccia Racing Kawasaki) è terzo in Campionato, ma qui a Cavallara non ha potuto prendere punti perché al via di gara uno è stato coinvolto in una caduta che lo ha costretto a visite approfondite all’ospedale di Ancona. Subito tanta paura ma i medici hanno detto che è tutto a posto e dopo una notte di osservazione, Nicola potrà riprendere la via di casa.

Michele Cervellin (Honda Martin Tecnology) non è solo il dominatore della MX2 ma addirittura della Supercampione che ha meritatamente vinto davanti a moto ben più potenti della sua Honda. Nella prima manche, per un contatto al via con un altro concorrente, è partito nelle retrovie ma al traguardo è riuscito ad arrivare secondo. In gara due è partito davanti restandovi fino alla bandiera a scacchi. Sul secondo gradino del podio è salito, finalmente, Giuseppe Tropepe (Team JTech Honda) che ha vinto gara uno mentre in gara due è arrivato settimo ma è dovuto rimontare dalla 26esima posizione. Simone Zecchina (C.D.P. Cortenuova Yamaha) ha centrato la terza posizione correndo le tre gare in programma con intelligenza. Anche nella classifica di Campionato Zecchina è secondo e precede Simone Furlotti (Team SM Action Yamaha) che gli è arrivato alle spalle anche in questa gara ma per soli cinque punti. Buona la gara di Bryan Toccaceli (Team Caparvi Yamaha) che ha terminato terzo nella prima manche e ottavo nella seconda dopo essere stato in testa per i primi tre giri. Buona la prova di Davide Bonini (Team SDM Husqvarna) che ha ottenuto un buon quarto posto assoluto nella finalissima e quindi ha chiuso sesto nella Elite MX2. Gli ultimi quattro posti della top 10 sono andati nell’ordine a Simone Croci (Over Competition Mx Ktm), Luca Moroni (Carpe Diem Mx KTM), Marco Paganini (Mc Gaerne Husqvarna) e Filippo Zonta (Team JTech Honda).
Diamo ora uno sguardo alle altre classifiche. Simone Tabone (SS Racing Team Honda) ha vinto la categoria Over 21 nella MX1 precedendo le due Kawasaki di Jonathan Barattini (MRC Team) e di Lorenzo Pedri (Pedri MX Racing). Nella Under 21 il primo è stato Luca Poggi Luca Poggi (Mmx Maggiora Motocross KTM), vittorioso davanti a Thomas Marini (Team Solaris Husqvarna) e a Leobruno Di Biase (Husqvarna). La Over 21 della MX2 è stata vinta da Dawid Ciucci (Mc Lumezzane Yamaha) davanti a Francesco Ciola (Hobby Motor Suzuki) mentre Alessandro Brugnoni (Marchetti Racing KTM) ha chiuso terzo. Alberto Forato (Junior Team Assomotor) si è aggiudicato meritatamente la Under 21 con Edoardo Bersanelli (Team Pergetti Yamaha) secondo e Davide Cislaghi su KTM terzo.