Fuoristrada

Italiano MX Junior. La seconda finale

Non solo il clima estivo. A Ponte a Egola (PI), sede della seconda finale dell’Italiano MX Junior, anche le molte bagarre in pista sono risultate da bollino rosso.

La Red Plate della 125, nonostante una giornata complicata, in parte dovuta ai postumi della caduta ad Uddevalla, resta nella mani di Facchetti con 425pt., che vince la frazione iniziale e chiude così sul gradino più basso del Podio della gara toscana. La seconda posizione nella graduatoria di giornata la conquista un ottimo Matteo Puccinelli 4°/1° (KTM) che grazie alla vittoriosa frazione conclusiva e agli errori dei diretti avversari per la lotta al titolo, guadagna punti importanti che gli consentono di occupare la seconda piazza della generale, con 350pt.. Ma a conquistare il maggior punteggio e salire sul gradino più alto sul podio di Ponte a Egola, con una gara strepitosa, quanto redditizia, è Alessandro Manucci 2°/2° (Husqvarna, foto), infatti si porta così anche in quarta posizione nella generale a quota punti 305. Il quarto posto di giornata lo conquista un grande Emilio Scuteri 7°/3° (KTM), che ha avuto un week end davvero complicato già dal sabato in cui una banale caduta con un difficile riavvio gli hanno condizionato la posizione dietro il cancello e le relative partenze, costringendolo a faticose e complicate rimonte; nella generale scende in terza posizione con 310pt.. Chiude la Top5 di giornata Giacomo Zancarini 11°/5° (Husqvarna Solarys Racing Team).

Nella 85 Senior, assistito da un grande mezzo, si conferma leader Andrea Adamo 2°/1° (Honda Pardi Royal Pat), ottimo in gara uno salvo una scivolata che ha compromesso la possibilità di vittoria, mentre niente da eccepire in gara due, praticamente perfetto nel gestire la gara e vincere anche in Toscana, rafforzando la prima posizione nella generale con 460pt.. Andrea Roncoli 1°/2° (Husqvarna – Team O’Ragno 114/8Biano Junior Racing) ha provato a contrastarlo, soprattutto vincendo la prima manche approfittando della scivolata nella parte alta del circuito di Andrea e giungendo alle sue spalle nella seconda. Un pari punti che paga la discriminante del peggior piazzamento nella seconda manche che lo costringe sul secondo gradino del Podio di giornata, posizione che conferma anche per il Campionato raggiungendo quota 400pt.. Ottima la conquista del terzo gradino del Podio del Pilota di casa Cosimo Bellocci 3°/4° (Husqvarna – Pellicorse), che con questo risultato si porta in terza posizione anche nella generale dopo questo secondo Round.

La 85 Junior è stata contrassegnata dal capovolgimento in testa alla Classifica generale. Accade tutto durante la seconda Manche quando Valerio Lata 1°/0° (KTM) dopo aver vinto la frazione iniziale con ampio margine sugli avversari, nel secondo start rimane leggermente attardato, e nel cercare di rientrare nella battaglia per la conquista del podio di giornata perde il controllo della moto cadendo rovinosamente al culmine della salita di partenza, con conseguente ritiro. La frazione conclusiva va così appannaggio di Nicola Salvini 11°/1° (Husqvarna Bardahl Team). Vince la giornata Matteo Luigi Russi 2°/2° (KTM Pardi Royal Pat) con due ottime prestazioni, affiancato sul secondo gradino del Podio da un ottimo Nicola Salvini nonostante il mediocre piazzamento della frazione iniziale, mentre termina sull’ultimo gradino un ottimo Rocco Berin 3°/4° (KTM). In Campionato Russi si porta a quota 380pt., seguito con sole 20 lunghezze di ritardo da Lata, e da Bertin, terzo con 310pt..

Per la 65 Cadetti è Ferruccio Zanchi 1°/2° (Husqvarna Motorstore Racing Team GS. F.F. O.O.) a conquistare Ponte a Egola dominando gara uno e giungendo secondo in gara due senza rischiare più del dovuto, con la mente visibilmente proiettata al campionato, seguito da un ottimo Simone Mancini 5°/1° (KTM Pardi Royal Pat) e da Brando Rispoli 2°/4° (KTM). In Campionato mantiene la Red Plate Zanchi con 460pt., seguito da Mancini con 360pt. e da Alfio Samuele Pulvirenti (KTM) a chiudere il Podio provvisorio con 320pt. al suo attivo.