Fuoristrada

Italian Baja: prologo del 16 marzo

Lo Junior spagnolo Oriol Escalè domina il prologo di moto e quad. La Super Speciale Meduna, partita venerdì 16 marzo alle ore 15.35 dall’headquarters di Pordenone, ha stabilito l’ordine di partenza per moto e quad del secondo stage che prenderà il via sabato mattina.
A comandare il prologo è stato il giovane pilota spagnolo, classe ’92, Oriol Escalè (HM Crf 450 – Scuderia Petromiralles), che al termine degli undici chilometri di prova percorsi in 9’36’’ non ha lasciato trasparire alcuna preoccupazione in merito al percorso selettivo dell’Italian Baja, dichiarandosi soddisfatto e divertito.
Inaugura subito bene la prova Alex Zanotti (TM EN 450 – Team Racing), l’esperto navigatore sanmarinese con all’attivo 7 titoli italiani tra enduro e rally, che ha chiuso il prologo in 9’47.4 con 11.4 secondi di distacco dal primo; il professionista spagnolo di rally, Oscar Romero, in sella al quad KTM 525 (Scuderia Knightfrank-Quadtro) si è aggiudicato la terza posizione mettendosi alle spalle un big delle ruote artigliate (vicecampione in carica del Cross Country Rallies World Championships), il polacco Jakub Przygonski (KTM 450 – Orlem Team) il quale tuttavia ha preso parte all’Italian Baja in sella alla sua pesante desert bike, commentando: “So che non posso essere competitivo con la moto da deserto in una gara di velocità come questa di Pordenone, ma l’Italian Baja è un’ottima occasione per testare il mezzo ad inizio stagione ed allenarmi per il Cross Country Rallies World Championships 2012”.
Alberto Basso (Honda Crf 450 – Team BRP), vincitore delle ultime due edizioni della manifestazione categoria moto, si è aggiudicato la quinta posizione dichiarando che “non ama le gare umide”; i piloti, infatti, hanno dovuto affrontare guadi più profondi del previsto e, a pagarne le conseguenze più di tutti, è stato il pilota di quad russo Dmitry Pavolov (Honda Trx 700 – RRClub-Russia) che, rimasto impantanato, ha dovuto attendere i soccorsi. Ad aggiudicarsi il sesto posto, un altro junior delle ruote artigliate, l’emergente del mondo dei rally Manuel Lucchese (Husaberg Fe 570 –Team Husaberg Factory), seguito da Andrea Brunod (Honda Crf 450 – AB Rally Team) il valdostano al suo 3° anno di Baja, intenzionato a concludere la Coppa del Mondo Baja 2012, dopo i promettenti risultati nel Campionato Baja 2011.
Il fratello di Oriol, Gilbert Escalè (HM Crf 450 – Scuderia Petromiralles), partirà domani 8° seguito dai quad degli spagnoli Alberto Prieto (Yamaha Yfm 700 – Scuderia Knightfrank-Quadtro) e Jose Luis Espinosa Garcia (Can Am Autlander 800 – Caballero Negro Team). A chiudere la classifica del prologo l’ultima moto, quella dell’italiano Sebastiano Demurtas (Honda Crf 450) che ha perso preziosi minuti in un guado, ed infine i quad del russo Vadim Kuvshinov (Honda Trx 700 – RRClub-Russia), dell’americano Luis Henderson (Yamaha 450 -Team Pedrega, che purtroppo ha accusato problemi al ginocchio in seguito ad un cappottamento e potrebbe non partire domani) e dell’unica lady in gara Emmanuelle Clair, la francese in sella al quad Yamaha Yfm 700 (Audemar – Yamaha France) alla sua prima Baja.