Fuoristrada

Italian Baja al via

560 km da percorrere tra venerdì e domenica

All’ultimissimo momento, praticamente a iscrizioni quasi chiuse sono arrivate le iscrizioni degli ultimi due piloti che hanno deciso di schierarsi al via della tappa italiana del Mondiale Baja, in programma a Pordenone da domani a domenica: sono Joan Pedrero, su Sherco, recente vincitore della prova mondiale di Cross Country in Sardegna, e l’italiano Alberto Bertoldi. Con loro il gruppo moto del Mondiale Baja ha raggiunto quota 13 con, in più, 4 quad al loro fianco.

I piloti italiani fra questi 17 sono Vanni Cominotto – secondo nel 2015 e vincitore nel 2014 a Pordenone – Luca Tavernari che lo scorso anno ha conquistato il titolo Junior nel Mondiale, Alex Zanotti, vincitore in passato del titolo mondiale ed europeo, Alberto Bertoldi appunto e, nei Quad, Stefano Biscontin – vincitore del Baja nel 2014 – Aldo Lami e Amerigo Ventura. 24 invece i piloti iscritti all’Europeo, e fra loro non ci sono solo moto e quad ma anche gli UTV che invece non possono prendere parte al Mondiale perché iscritti fra i mezzi FIA, come T3 light. Al Campionato Italiano, che si disputa su una unica prova suddivisa in tre giorni, ci sono altri cinque piloti e fra loro Franco Picco, che a 60 anni prova una nuova avventura dopo quella in quad del 2015: il vicentino correrà in sella ad una moto cinese, Asiawing 450. Schierati solo nell’italiano ci sono poi Ivan Argnani, Roberto Mazzega, Roberto Bozano e Fabrizio Pietranera.

Il programma di gara prevede le operazioni preliminari per i piloti FIM, FIM Europe e FMI venerdì mattina, dalle 8 alle 12, alla Fiera di Pordenone mentre il briefing sulla carta è previsto alle 13.15. Sempre venerdì 24 giugno, alle 16, il convoglio dei concorrenti lascerà la Fiera di Pordenone diretto verso Cordenons e da lì, alle 16.30 ci sarà il via ufficiale della 23° edizione dell’Italian Baja, in piazza della Vittoria. I piloti andranno direttamente ad affrontare il prologo, una prova speciale denominata Super Speciale “Memorial Azzaretti” lunga 12 chilometri e da lì rientreranno poi in Fiera. La mattina dopo alle 9.15 di nuovo partenza da Cordenons per la prima tappa composta di due prove speciali – “Arzene” – da 89 chilometri l’una, mentre domenica, la prima moto partirà alle 7.15 dalla Fiera di Pordenone per la seconda ed ultima tappa, con due prove speciali – “Rauscedo” – al suo interno, questa volta però lunghe 75 km. In totale i piloti percorreranno nel week end 560 km di cui 334 di prove speciali. Le premiazioni di domenica pomeriggio – intorno alle 17 – decreteranno anche il Campione italiano Baja 2016.