Fuoristrada

Internazionali Supermoto – I risultati del weekend a Latina

Il francese Thierry Van Den Bosch in sella alla TM del Team 747 Motorsport ha vinto a Latina la terza prova del confronto riservato agli Internazionali d’Italia Supermoto, con le classifiche tricolori che invece vedono al comando il pesarese Ivan Lazzarini (HM Honda Racing) in classe S1 e il bresciano Davide Gozzini (TM 747 Motorsport) nella S2.

 

Il francese Thierry Van Den Bosch (TM-747 Motorsport) ha vinto sul circuito Il Sagittario di Latina la terza tappa degli Internazionali d’Italia Supermoto, ma a guidare sia la classifica degli Internazionali, che vede il confronto tra i migliori delle due classi è Davide Gozzini il quale è anche in testa al campionato italiano della classe S2 dopo aver ottenuto il massimo dei punti nelle due manche dove ha anticipato Luca Minutilli (Aprilia-PMR H2O) e Lorenzo Mariani (TM-Fiamma) conquistando anche la tabella rossa di leader. In classe S1 il massimo del punteggio tricolore è andato al capoclassifica Ivan Lazzarini in virtù dei due migliori piazzamenti tra i piloti italiani, anticipando così Christian Ravaglia (Aprilia-Evolution) e Massimo Beltrami (Aprilia-Evolution).

Spettacolari come sempre anche le altre gare che hanno accompagnato il torneo internazionale organizzato sul circuito Il Sagittario di Latina da DBO in collaborazione con la FMI e la gestione della pista pontina, con l’italiano delle classi S4 e S5 nonché i trofei Honda, Suzuki e Aprilia.

Doppietta di Diego Monticelli nel Trofeo Honda che vince l’assoluta di giornata precedendo il leader di campionato Orlando Gattazzo, mentre terzo sul podio è salito Matteo Traversa.

Tre manche e tre vincitori diversi nel Trofeo Suzuki con i protagonisti Thomas Gory, Kevin Dursapt e Simone Cecchetti. Vince questa terza prova Dursapt ma la graduatoria provvisoria di campionato è di Simone Cecchetti.

Infine il Trofeo Aprilia con Giuseppe Di Iorio di nuovo protagonista della classe Open grazie a due belle vittorie parziali e dell’assoluta che gli permette di incrementare anche la leadership in campionato. Simone Comellini conquista il posto d’onore sul podio davanti a Lorenzo Lapini.

In classe Serie prova pontina tutta per Leonardo Draghi che fa sue le due manche davanti ad Emanuele Fanti, primo e secondo anche in graduatoria.

Gli Internazionali d’Italia tornano ora con la quarta prova stagionale il 6 e 7 giugno sul bel circuito Internazionale di Viterbo, dove si è corso lo scorso 19 aprile il GP d’Italia della specialità.

 

LA CRONACA DELLE GARE

S2 GARA-1: Davide Gozzini (TM) inaugura la serie di holeshot anticipando tutti al primo via della classe S2 davanti al pilota locale Luca Minutilli (Aprilia), il campione del mondo Adrien Chareyre (Husqvarna), Lorenzo Mariani (TM), Andrea Occhini (TM). Scossone nelle prime posizioni dopo pochi giri con Occhini che sbaglia nel tratto fuoristrada e sbaglio anche per Ryan Sconfietti (Honda) costretti a perdere posizioni, mentre in testa il bresciano campione in carica Gozzini, dopo aver preso subito il largo, va a vincere dopo 15 giri davanti a Chareyre che era passato secondo dopo appena un giro dal via. Ultimo gradino del podio per il pontino Luca Minutilli che conferma così il buon momento che sta vivendo con il suo team. Prova positiva anche per Lorenzo Mariani, Paolo Gaspardone e Alessandro Tognaccini che hanno preceduto tra i top ten Sconfietti, Occhini e De Angelis.

S2 GARA-2: Grande slancio del francese campione del mondo Adrien Chareyre (Husqvarna) che sin dalla prima curva si porta davanti a tutti precedendo Davide Gozzini (TM), Luca Minutilli (Aprilia), Andrea Occhini (TM), Lorenzo Mariani (TM), Paolo Gaspardone (Ktm). Al secondo passaggio però era già il pontino Minutilli a tentare l’aggancio del battistrada, e successivamente non sono mancati neppure Occhini e poi ancora Gozzini a stuzzicare il fuggitivo che però nel frattempo aveva guadagnato sempre più margine sino a vincere tranquillo davanti al leader di campionato Gozzini, Occhini, Minutilli, Mariani, Gaspardone, Sconfietti, De Angelis.

S1 GARA-1: Slancio del transalpino Thierry Van den Bosch (TM) all’accensione del semaforo verde, davanti a Max Verderosa (Honda) e Ivan Lazzarini (Honda), ma già al primo passaggio il leader di campionato Lazzarini è secondo davanti al francese Thomas Chareyre (Husqvarna). Le posizioni si delineano anche dietro con Christian Ravaglia (Aprilia), Massimo Beltrami (Aprilia) e Verderosa che trovano la posizione ideale. Quindici giri al comando sono serviti all’ex iridato “VDB” prima di poter tagliare vittorioso il traguardo della bella gara, nella quale ha anticipato come Lazzarini, Chareyre, Ravaglia, Beltrami, Verderosa, Balducci e poi ancora Dondi, Borella e Giraudo. Fuori dai giochi di questa manche il belga ex iridato Eddy Seel che ha accostato a bordo pista a soli quattro giri dal via.

S1 GARA-2: Svetta davanti a tutti il francese leader del mondiale Thierry Van Den Bosch (TM) davanti al capoclassifica tricolore Ivan Lazzarini (Honda), al francese Thomas Chareyre (Husqvarna), quindi Max Verderosa (Honda), Jerome Giraudo (Honda), Christian Ravaglia (Aprilia), Fabio Balducci (Suzuki). Questa seconda manche non si è prestata a molti scambi di posizione, complice anche la bella e veloce pista pontina che, dopo un paio di gare abbastanza tecniche, ha privilegiato l’aspetto velocistico permettendo di apprezzare il meglio delle prestazioni non solo di “VDB” e della sua TM che hanno chiuso vittoriosi dopo 15 giri al comando, ma anche il bell’inseguimento inscenato dagli inseguitori, primi tra i quali Ivan Lazzarini e Thomas Chareyre che irremovibili si sono mantenuti per tutta la durata della gara rispettivamente al secondo e terzo posto, precedendo a loro volta Ravaglia, Borella, Verderosa, Beltrami, Giraudo, Seel, Bartolini. In testa al tricolore ancora il pesarese Lazzarini davanti a Ravaglia e Beltrami.

 

GARA INTERNAZIONALE: Bellissima e avvincente come sempre la gara riservata ai migliori della giornata nelle due classi, con la partenza che vede il bello scatto del francese Adrien Chareyre (Husqvarna) davanti al leader mondiale della S1 Thierry Van Den Bosch (TM), quindi Luca Minutilli (Aprilia), Davide Gozzini (TM), Ivan Lazzarini (Honda), Thomas Chareyre (Husqvarna), Massimo Beltrami (Aprilia). L’inseguimento ha inizio. Adrien guida sicuro sino al quinto passaggio quando comincia ad accusare problemi alla moto che lo porta tre giri più tardi al ritiro. Ne approfitta “VDB” portandosi al comando della corsa tallonato da uno scatenato Gozzini  che per tutto il tempo rimasto cerca di attaccare il compagno di squadra ma alla fine Van den Bosch la spunta e vince per la prima volta il confronto open davanti al bresciano, quindi chiude alle loro spalle Thomas Chareyre, Lazzarini, Ravaglia, Occhini, Mariani, Gaspardone, Borella e Dondi per i migliori dieci.

 

CLASSIFICHE

S2 ASSOLUTA: 1. Davide Gozzini punti 50; 2. L. Minutilli 42; 3. L. Mariani 38.

S2 CAMPIONATO ITALIANO: 1. Davide Gozzini punti 150; 2. L. Minutilli 122; 3. L. Mariani 109.

S1 ASSOLUTA: 1. Ivan Lazzarini punti 50; 2. Christian Ravaglia 44; 3. Massimo Beltrami 36.

S1 CAMPIONATO ITALIANO: 1. Ivan Lazzarini punti 150; 2. Christian Ravaglia 115; 3. Massimo Beltrami 114.

GARA INTERNAZIONALE OPEN:  1. Thierry Van Den Bosch (TM-747 Motorsport-FRA); 2. Davide Gozzini (TM-747 Motorsport-FRA); 3 Thomas Chareyre (Husqvarna-Team Azzalin-FRA); 4. Ivan Lazzarini (HM Honda Racing-ITA); 5. Christian Ravaglia (Aprilia-Evolution-ITA).

GRADUATORIA INTERNAZIONALE OPEN: 1. Davide Gozzini (TM) punti 97; 2. Ivan Lazzarini (Honda) 95; 3. Adrien Chareyre (Husqvarna) 85; 4. Thierry Van Den Bosch (TM) 83; 5. Thomas Chareyre (Husqvarna) 80.

ASSOLUTA S4: 1. Cristiano Lupacchini punti 47; 2. Paolo Salmaso 42; 3. Mauro Cucchietti 36.

CAMPIONATO S4: 1. Marco Animento punti 127; 2. Mauro Cucchietti 108; 3. Cristiano Lupacchini 107.

ASSOLUTA S5: 1. Mattia Martella punti 47; 2. Alessio Piccinato 42; 3. Adriano Barni 36.

CAMPIONATO S5: 1. Mattia Martella punti 133; 2. Alessio Piccinato 130; 3. Fabio Gazzarri 102.