Fuoristrada

Internazionali Motocross – Parlano i protagonisti che domenica si sfideranno al Galaello

Gli Internazionali d’Italia tornano in pista dopo un lungo letargo. Dal 24 Marzo scorso, i primi attori del main championship italiano si ritroveranno domenica prossima al centro sportivo “il Galaello”, dove si assegneranno i titoli in palio. Abbiamo misurato “la temperatura” a coloro che si contenderanno la corona in palio. Antonio Cairoli torna in sella alla MX1 con un ritrovato Alex Salvini che cercherà di contrastarlo mentre, Manuel Monni attende gli attacchi del “pota” Davide Guarneri che ritorna in gara dopo l’infortunio di Mantova. Jeremy Tarroux (MX2) e Cristian Beggi (MX1) gli outsider di lusso.


 


Ultima prova e senza possibilità di appello, quella che i protagonisti degli Internazionali d’Italia si apprestano a disputare domenica prossima sul tecnico e veloce tracciato ubicato nello splendido contesto del Centro Sportivo “Il Galaello” di Gazzane di Preseglie (BS). Protagonisti che al momento devo sottostare a coloro che si trovano al comando delle rispettive classifiche generali e che, ovviamente, godono dei favori del pronostico. Manuel Monni (MX2) e Antonio Cairoli (MX1), sono coloro che esibiranno, sul frontale delle loro moto, il segno tangibile della supremazia dimostrata fino a questo momento; la tabella rossa che identifica l’uomo da battere, il leader di classifica. A contrastarli nella rincorsa al titolo troveranno, rispettivamente, l’accoppiata Davide Guarneri- Jeremy Tarroux e Alex Salvini. Otto punti soltanto separano Guarneri dal capo classifica Monni e, come del resto già avvenuto nelle cinque gare precedentemente disputate, si prospetta una MX2 al “peperoncino”.


 


Manuel Monni non pensa alla classifica, e partirà all’attacco: “E’ difficile pensare alla classifica quando si hanno soltanto otto punti di vantaggio e sue due inseguitori. Ho in mente di fare una gara d’attacco, almeno per quanto riguarda la prima manche, poi a metà giornata si potrebbe delineare anche una situazione diversa e bisognerà ragionare di nuovo. Al momento sono in condizione fisica ottimale anche se non al 100% a causa di qualche “acciacco” dovuto alle cadute del mondiale che si fa sentire, ma è tutto nella norma. Siamo al primo verdetto del 2008 e sono contento che si torni al Galaello, una pista che mi piace molto. Il morale è alle stelle, vado per giocarmi la vittoria e spero solo che tutto vada per il meglio”.


 


Davide Guarneri è più guardingo e, al rientro dopo l’infortunio del GP d’Italia che gli è “costato” il ginocchio destro, si prepara alla gara con una tattica “difensiva”: “Dopo la gara di mantova sono salito in moto durante questi ultimi giorni ed ovviamente con un certo timore. La condizione mentale, dopo l’infortunio al ginocchio destro, soprattutto in queste prime uscite mi ha condizionato parecchio ma per domenica, in gara, spero di ritrovare una situazione che mi permetta di esprimermi al meglio. Il distacco da Monni è minimo e tutto potrebbe accadere ma è ovvio che in queste condizioni mi preparo alla gara sulla difensiva e cioè nel tentativo di mantenere la seconda posizione in campionato. Comunque le gare sono sempre delle situazioni a se stanti e tutto potrebbe ancora accadere. Tireremo le somme soltanto domenica sera.”


 


Lotta aperta anche nella MX1 con il leader della classifica generale che risponde al nome di Antonio Cairoli. Il “messina express” risalirà in sella alla “prepotente” MX1 e cercherà di mettere nel suo carniere anche il titolo della cilindrata maggiore, dopo aver conquistato due vittorie nella cilindrata che lo vede campione iridato in carica: la MX2. A contrastarlo ci sarà comunque Alex Salvini.


 


Per Antonio Cairoli un appuntamento con la cilindrata maggiore che anche in questo momento ha i suoi perché: “Mi sento bene e le varie contusioni rimediate nel mondiale sono oramai cosa passata. Mi sto preparando al meglio per l’ultimo appuntamento con gli internazionali d’Italia che capita proprio al momento giusto per potermi allenare suoi terreni compatti dato che la prossima prova del mondiale si disputerà sul circuito tedesco di Teutschenthal che, come caratteristiche, è molto simile a quello bresciano. Il vantaggio in classifica su Salvini è discreto ma sono sicuro di dover fare una gara d’attacco perché Alex non mi lascerà di sicuro vita facile e, come gia accaduto a Cingoli, vorrà competere con me per la vittoria finale. Punto dritto alla vittoria, come sempre, anche perché in MX1 non ho ancora vinto e mi piacerebbe presentarmi all’inizio della stagione prossima con il titolo in tasca. In questi giorni risalgo in sella alla 450 anche se ovviamente stiamo lavorando molto sulla MX2 per il prosieguo del campionato del mondo. Il tracciato del Galaello mi piace particolarmente ed è molto spettacolare, spero che ci sia tanto pubblico come nelle ultime volte che venga ad incitarci e soprattutto venga a godersi le sfide che,come sempre, finiranno fino all’ultima curva.”


 


Alex Salvini, da leggere anche come campione della MX1 nel 2005, si presenterà a Gazzane di Preseglie motivato e ritrovato, dopo un periodo di riposo “forzato”. “Era ora! Sette settimane senza moto sono un’eternità e non vedevo l’ora di riprendere il manubrio in mano. Domenica scorsa sono andato in Francia, al mondiale, prendendo la gara come un rodaggio in vista di quest’ultima prova degli Internazionali d’Italia. Posso dire che non è andata poi cosi male. Lunedì, dopo la gara abbiamo definitivamente trovata la soluzione ottimale per il tutore al pollice della mano destra ed ora non sento più alcun fastidio mentre guido, e soprattutto la mano non perde di sensibilità. Vado al Galaello convinto di poter far bene e, per quanto possibile, cercando di arrivare più vicino possibile alla vittoria nel tentativo di contrastare Cairoli verso il titolo 2008. Devo comunque essere realista ed ammettere che difficilmente riuscirò a tenere un ritmo elevato per l’intera durata delle manche però, le gare sono lunghe per tutti ed alla fine chi sarà davanti avrà ragione, come sempre. Su questo circuito ho dei bellissimi ricordi, nel 2005 ho vinto gli Assoluti d’Italia lottando anche contro la sfortuna. Addirittura feci un vero e proprio “pit stop” per un rabbocco volante del liquido di refrigerazione che, dopo una caduta, fuoriusciva dai radiatori. Tutto andò bene e vinsi il titolo, magari è la mia pista fortunata, chissà!”


 


Favoriti e contendenti, dovranno comunque fare i conti con due “outsider” di lusso. Nella MX2 il francese Jeremy Tarroux, distanziato anche lui di otto lunghezze dal capo classifica Monni, vorrà sicuramente dare soddisfazione al team KTM Silver Action che, dalle parti del Galaello, è veramente di casa mentre, nella MX1, sarà Cristian Beggi in sella alla Martin Honda Crf 450 supportata dalla GET by Athena, attuale leader della classifica iridata MX3, che vorrà far valere il suo strepitoso e redditizio momento di forma di fronte ad avversari che in questa stagione ha avuto modo di incontrare soltanto agli Internazionali d’Italia.


 


Sabato la giornata riservata alle fasi di qualifica, domenica, dalle 10,30 le manche che assegneranno i titoli 2008.