Fuoristrada

Internazionali d’Italia Supermoto – Hermunen imbattibile ad Ottobiano

Grande spettacolo per i tanti appassionati che sono accorsi alla pista South Milano di Ottobiano per assistere alla giornata conclusiva della tappa lombarda degli International Series Supermoto 2012, organizzata da Youthstream Events, FMI e dalla gestione del circuito. La terza prova stagionale si è conclusa nel tardo pomeriggio di oggi con la partecipazione di 130 piloti, di cui una quindicina di nazionalità straniera che si sono dati battaglia lungo i millequattrocentocinquanta metri, di cui duecentosettanta di off road, del tecnico tracciato pavese. Alla fine sono stati sei i diversi vincitori delle 12 finali previste a dimostrazione dello spiccato equilibrio dei valori in campo
Nel confronto internazionale S1, valido anche per l’assegnazione dei punti tricolori, vince entrambe le prove finali, per la terza prova consecutiva quest’anno, il finlandese del team SHR Mauno Hermunen (TM), due vittorie schiaccianti alle quali non hanno potuto niente i pur qualificati avversari. Il francese leader mondiale Thomas Chareyre (TM Factory Racing) per due volte ha centrato la partenza portandosi subito al comando della corsa, ma alla fine a spuntarla è stato sempre l’irriducibile finlandese che continua a comandare con sempre più margine sugli avversari la classifica internazionale. Posizione d’onore per Thomas, dunque, e terzo il fratello campione del mondo in carica e attuale leader mondiale, Adrien (Aprilia Fast Wheels). Migliore degli italiani stavolta è stato un più che positivo Andrea Occhini (Honda Red Foxes) il quale per soli due punti ha mancato il podio dopo aver concluso le due manche finali prima al quinto e poi al terzo posto. Quinta piazza assoluta per il ceco Petr Vorlicek (Honda SHR) davanti al britannico Matthew Winstanley (TM SHR) e al leader di campionato italiano S1 Ivan Lazzarini (HM Honda Racing), ancora dolorante dal brutto colpo alla caviglia rimediato in occasione della prova iridata di Palermo due settimane fa. Seguono l’ordine dei top ten Christian Ravaglia (Ktm Miglio), Massimo Beltrami (Honda TDS) e Massimiliano Verderosa (Honda Team Hbv).
Naturalmente non sono mancati duelli e sano agonismo anche nelle altre classi presenti. Segno tangibile di un campionato sempre più appassionante.
In Coppa Italia è Luca Brambilla (Yamaha Extreme Team) a spuntarla aggiudicandosi la prova lombarda grazie alla sua regolarità che lo ha visto portare a termine le due manche sempre al secondo posto, anticipando così sul podio di giornata Alessandro Ghirelli (Suzuki Lux Performance), vincitore di gara-2, e il toscano Giulio Lorenzini (Honda Santa Rita) vincitore di gara-1 e ancora leader nonostante la caduta nella ripresa dove è stato costretto a ripartire terz’ultimo dopo un avvio fulmineo e una caduta nel tratto off road.
Campionato Italiano classe S2 con grande agonismo ma alla fine dei giochi il nome che ne è uscito, per la prima volta quest’anno, è quello dell’olandese Devon Antonius Vermeulen (Ktm Motoracing). Due belle vittorie che lo vedono balzare in terza posizione nella classifica provvisoria di campionato. Sul gradino intermedio del podio di giornata è il capofila in graduatoria Luca D’Addato (Honda Valdemi Racing) e terzo il piacentino Andrea Moschini (Kawasaki Ignorant Racing Team).
Nella categoria S3, dopo due gare di egemonia agonistica Edoardo Gente è costretto a cedere il passo al pilota locale Riccardo Lodigiani (Honda Ottobiano) che chiude le due gare prima vincitore e poi secondo dietro a Lorenzo Promutico. Gradino più alto del podio per Lodigiani davanti a Promutico ed a Gente che è ancora leader del campionato S3.
Nel giovane ma combattuto Trofeo Ducati Hypermotard 796 Cup, è uscito l’acuto di Manuel Noto La Diega che ha fatto sua la prova pavese con due belle vittorie di manche, favorito anche dalla sfortunata prova del leader di campionato che è incappato in due cadute che ne hanno determinato la prova, con due manche portate a termine sesto e quinto. Posizione d’onore sul podio di giornata per Denis Cagnin che ha anticipato Diego Dell’Oro.
Bryan Ciarlatini è il vincitore della terza prova stagionale dell’acceso Trofeo HM Honda, il monomarca che da anni segue gli International Series. Il marchigiano grazie a due belle vittorie si è portato anche in testa alla classifica provvisoria di campionato, anticipando nella generale di giornata Andrea Lupini e l’ex leader Emanuele Maccariello giunti rispettivamente secondo e terzo.
Prossima gara sabato 21 e domenica 22 luglio a Pomposa (FE).

LA CRONACA DELLE GARE INTERNAZIONALI
S1 GARA-1: Passa per primo la curva dopo il via il transalpino leader mondiale Thomas Chareyre (TM Factory Racing), mentre dietro lo segue il fratello Adrien Chareyre (Aprilia Fast Wheels), il finlandese Mauno Hermunen (TM SHR), il britannico Matthew Winstanley (TM SHR), il leader tricolore Ivan Lazzarini (HM Honda Racing), il ceco Petr Vorlicek (Honda SHR), Andrea Occhini (Honda Red Foxes), Massimo Beltrami (Honda TDS), Massimiliano Verderosa (Honda HBV), Christian Ravaglia (Ktm Miglio), Edgardo Borella (Yamaha Extreme Team).
Cade il teramano Mattia Martella (Ktm Motoracing) nel tratto off road e riparte ultimo. In testa continua la fuga di Chareyre ma dietro il finlandese fa intuire che i giochi non sono finiti e lo dimostra all’ottavo giro quando supera il battistrada e si porta in testa per vincere sette giri più tardi. Posizione d’onore per Thomas Chareyre davanti ad Adrien Chareyre, quindi Vorlicek, il migliore degli azzurri Andrea Occhini, e ancora Lazzarini, Winstanley, Beltrami, Verderosa, Ravaglia.

S1 GARA-2: E’ ancora Thomas Chareyre (TM Factory Racing) a conquistare l’holeshot, portandosi al comando della seconda frazione davanti al fratello Adrien (Aprilia Fast Wheels), al finlandese Mauno Hermunen (TM SHR), quindi Andrea Occhini (Honda Red Foxes), il britannico Matthew Winstanley (TM SHR), Massimo Beltrami (Honda TDS), Christian Ravaglia (Ktm Miglio), Ivan Lazzarini (HM Honda Racing), Edgardo Borella (Yamaha Extreme Team). Hermunen, di nuovo, dava segnali di voler passare al comando e al settimo giro nel tratto off road è riuscito a superare il francese leader mondiale il quale, nel tentativo di superarlo di nuovo, non riesce a evitare l’avversario e cade perdendo una posizione a favore del fratello Adrien. Classe e determinazione vedono Thomas inanellare una serie di giri veloci che alla fine della gara lo vede terminare secondo dietro al solo Hermunen. L’ovazione del pubblico però è andata al lodigiano Andrea Occhini che chiude con un brillante terzo posto, davanti a Adrien Chareyre, Winstanley, Ravaglia. Settima posizione per il leader del campionato italiano Ivan Lazzarini, ancora dolorante dal brutto colpo alla caviglia rimediato in occasione della prova iridata di Palermo di due settimane prima. Ottavo Vorlicek che precede Beltrami e Verderosa.

CLASSIFICHE
S1 ASSOLUTA: 1. Mauno Hermunen FIN Shr TM 50 (25+25); 2. Thomas Chareyre – FRA TM Factory Racing – punti 44 (22+22); 3. Adrien Chareyre – FRA Fast Wheels Aprilia 38 (20+18); 4. Andrea Occhini – Red Foxes Honda 36 (16+20); 5. Petr Vorlicek – CZE SHR Honda 31 (18+13); 6. Matthew Winstanley – ENG SHR TM 30 (14+16); 7. Ivan Lazzarini – Only Motor Honda 29 (15+14); 8. Christian Ravaglia – Miglio Ktm 26 (11+15); 9. Massimo Beltrami – Tds Honda 25 (13+12); 10. Massimiliano Verderosa – Team Hbv Honda – 23 (12+11).
GRADUATORIA INTERNATIONAL SERIES S1: 1. Mauno Hermunen punti 150; 2. Thomas Chareyre 132; 3. Ivan Lazzarini 105; 4. Adrien Chareyre 94; 5. Christian Ravaglia 87; 6. Petr Vorlicek 84; 7. Matthew Winstanley 81; 8. Teo Monticelli 75; 9. Massimo Beltrami 71; 10. Andrea Occhini 65.
GRADUATORIA CAMPIONATO ITALIANO S1: 1. Ivan Lazzarini 105; 2. Christian Ravaglia 87; 3. Teo Monticelli 75; 4. Massimo Beltrami 71; 5. Andrea Occhini 65; 6. Elia Sammartin 57; 7. Edgardo Borella 51; 8. Fabrizio Bartolini 42; 9. Massimiliano Verderosa 38; 10. Paolo Gaspardone 19.
ASSOLUTA COPPA ITALIA: 1. Luca Brambilla Extreme Team Yamaha punti 420 (210+210); 2. Alessandro Ghirelli Lux Performance Suzuki 360 (110+250); 3. Giulio Lorenzini Santa Rita Honda 340 (250+90); 4. Mauro Cucchietti Red Foxes Racing Honda 290 (120+170); 5. Alessandro Catallo Libero Liberati Yamaha 280 (140+140).
GRADUATORIA COPPA ITALIA: 1. Giulio Lorenzini punti 1120; 2. Alessandro Ghirelli 1083; 3. Alessandro Catallo 880; 4. Luca Brambilla 634; 5. Mirko Cavalleri 599.
ASSOLUTA S2: 1. Devon Vermeulen – Ktm Motoracing Ktm punti 50 (25+25); 2. Luca D’Addato – Valdemi Racing Honda 38 (20+18); 3. Andrea Moschini – Ignorant Racing Team Kawasaki 36 (14+22); 4. Diego Monticelli – Freccia Honda 36 (16+20); 5. Matteo Piva – Tre Pini Honda 35 (22+13).
GRADUATORIA S2: 1. Luca D’Addato 124; 2. Diego Monticelli 101; 3. Devon Vermeulen 99; 4. Marco Dondi 93; 5. Vladimiro Leone 87.
ASSOLUTA S3: 1. Riccardo Lodigiani – Ottobiano Honda – punti 47 (25+22); 2. Lorenzo Promutico – Cianfrocca Honda – 45 (20+25); 3. Edoardo Gente – Ufo Frascati Yamaha – 35 (15+20); 4. Ivan Chiariotti – Fagioli Kawasaki – 34 (16+18); 5. Cristiano Leo Girardi – Team Pergetti Suzuki – 33 (22+11).
GRADUATORIA CAMPIONATO S3: 1. 1. Edoardo Gente punti 135; 2. Lorenzo Promutico 123; 3. Cristiano Leo Girardi 114; 4. Jacopo Di Fucca 97; 5. Attardo Paolo 94.
Classifiche complete su www.italianosupermoto.it