Fuoristrada

Internazionali d’Italia MX #3 round – FIAT SCUDO Series – Qualifiche del Sabato

Ponte a Egola (PG) – Pochissimi giorni di pausa dopo la seconda tappa di Castiglione del Lago e gli Internazionali d’Italia MX – FIAT Scudo Series tornano in auge nell’arena del crossdromo “Santa Barbara”, allestita dal MC Pellicorse. Sempre folta la schiera di piloti partecipanti al massimo campionato d’Italia, che quest’oggi ha trovato un tracciato in ottime condizioni, una giornata soleggiata e, anche per domani, le previsioni danno bel tempo. Al pari nelle tappe precedenti, anche in questo weekend si prevedono manche di gara molto combattute e spettacolari, proprio come quella che sette giorni fa ha visto protagonisti Monni e Cairoli. Anche il pubblico è atteso in quantità: dopo averlo visto aumentare da Montevarchi a Castiglione, su questo tracciato si presume che sia più numeroso ancora, visto che, storicamente, l’affluenza è sempre stata alta. Tony e Manuel sono il duo monopolizzatore delle attenzioni odierne nella MX2. Dopo esser stato scalzato dal trono da Manuel Monni (Yamaha – 3C Racing) nella scorsa gara, quest’oggi Tony Cairoli (Team Yamaha De Carli) avrebbe avuto bisogno di confermare il suo dominio sulla compagine, ma ha fatto registrare il secondo tempo sia nelle prove libere che nelle qualifiche, rimanendo dietro al perugino, che sfora il muro di 1’50”, registrando il miglior tempo assoluto con 1’49”81. Peccato per il siciliano che stamattina si è svegliato con qualche linea di febbre ed ha lasciato spazio al diretto avversario che, a segno della sua sicurezza, ha lasciato la pista prima della fine del tempi a disposizione per le qualifiche. Alle loro spalle si sono fatti notare in particolare Matteo Bonini (Yamaha – Ciclone), il finlandese Matti Seistola (Honda – SRS Racing) che ha registrato ottimi tempi in particolare nelle prove e Michele De Bortoli (KTM – Alettone), il migliore delle nuove leve approdate in questa stagione alla MX2. Visti i distacchi molto ravvicinati, molto probabilmente come a Castiglione, domani l’ago della bilancia sarà la partenza: chi vincerà l’hole-shot avrà un assegno in bianco per la vittoria, a patto di non commettere errori lungo la gara. Nella MX1 è il francese Antoine Meo (Team Honda Martin) a fermare il cronometro col miglior tempo 1’50”05 nelle prove libere, mentre le qualifiche sono dominate dal terzetto tutto italiano capitanato da David Philippaerts (KTM Red Bull), numero uno del campionato, Daniele Bricca (KTM – Ciclone), in auge dopo un periodo in cui l’abbiamo visto un po’ offuscato e Alex Salvini (Yamaha – 3C Racing), che migliora le sue performance gara per gara. Alex è in uno splendido momento di forma, una fase di crescita e con ancora un buon margine di miglioramento e domani potrebbe rappresentare un problema per il leader di classifica. Ottimo risultato nelle prove per il belga Manuel Priem (TM – Team Berloni), che però rimane arretrato nelle qualifiche. I nomi della Under 19 che più hanno avuto eco nella conca della pista sono stati quelli del sedicenne torinese Stefano Pezzuto (KTM – TDR) il migliore nelle qualifiche e di Giò Di Palma (Yamaha – Garboldi) che, firmando uno splendido 1’54”30, ha fatto registrare il miglior tempo ed un distacco record di 2 secondi abbondanti dal secondo. Mauro Fiorgentili (KTM – Digital Foto Shop), attardato, ha lasciato spazio agli avversari ma, come si sa è la domenica che conta e domani si vedrà una grande battaglia anche tra i più giovani. Domani la giornata di gare comincia, secondo il time table, alle ore 8.30 col warm-up, mentre le manche partiranno alle ore 10.50 con la prima prova della Under 19, e alle ore 12.05 andranno in scena i maestri della MX1.