Fuoristrada

Internazionali d’Italia Motocross – Ad Arco vince ancora Frossard

E’ un ritorno in grande stile quello del Motoclub Arco, che dopo quasi 20 anni torna ad organizzare una gara di livello mondiale al Crossdromo di Pietramurata. Un evento eccezionale caratterizzato da un’affluenza record di pubblico per gli Internazionali d’Italia: fin dalla mattina presto le biglietterie sono state affollate, nonostante le avverse previsioni meteo e la pioggia che nel primo pomeriggio ha bagnato il tracciato trentino.

ELITE Anche questo Round#2 è stato dominato dal francese Frossard (Yamaha Monster), il quale, sebbene febbricitante, riesce a partire davanti ed imporre il suo ritmo, prendendo un margine di vantaggio rassicurante che gestisce fino alla fine, grazie ad una guida sempre grintosa ed efficace. Alle sue spalle Philippaerts (Yamaha Monster) e Cairoli (KTM RedBull) sembrano non ancora in condizione: non riescono a tenere il ritmo di Frossard sia nella gara MX1, quando Tony prende un sasso che gli crea problemi al freno anteriore, sia nella finale Elite, quando David appare limitato da una forma fisica ancora da raggiungere. Quarto arriva Guarneri (KTM Silver Action), sempre costantemente alle spalle dei migliori, il quale precede uno Charlier (Yamaha Monster) in splendida forma e primo tra le 250cc…

MX2 Charlier debutta e subito impone la sua legge. Sfortunato in partenza, si ritrova coinvolto in una mega caduta causata dalla scivolata del russo Tonkov (Honda Gariboldi): riparte così attardato e conclude al primo posto. Una rimonta grandiosa che gli permette di tenersi dietro nell’ordine Lupino (Husqvarna Ricci Racing), in testa fin dalla prima curva e quindi superato dal francese al penultimo giro, lo svizzero Seewer (Suzuki Team91), Chiodi (Suzuki Academy121) e Zecchina (Yamaha J-Tech). La tabella rossa passa così a Lupino.

125 Tra gli Under 17 è la prima vittoria per Della Mora (KTM Steels Dr.Jack), il quale vince grazie ad un secondo e terzo posto parziali. Bonini (KTM Ufo Corse Maglia Azzurra) è secondo, dopo la caduta in gara#1, mentre Kovair (KTM Excel Racing), il vincitore della prima manche, è terzo. Quarto è Righi (KTM Steels Dr.Jack), davanti a Gejser (KTM Silver Action), il quale vince gara°2, dopo essersi ritirato nella prima per la rottura della catena, e mantiene la leadership in classifica.

Un’intensa giornata di gare che ha fatto da preludio a Round#3 di Castiglione del Lago (PG): una gara classica del panorama italiano, che ancora una volta vedrà impegnati i migliori al mondo sul circuito internazionale di Gioiella.