Internazionali di Motocross – Cingoli incorona Salvini e Guarneri

In MX1 Alex Salvini si aggiudica il successo del quarto round degli Internazionali d’Italia. Doppia vittoria per Guarneri in MX2 e Bracesco nell’under 19. Giornata all’insegna del grande motocross al “Bartolomeo Tittoni” di Cingoli (MC).


 


Le previsioni davano pioggia, Cairoli e Monni, ed invece è stato sole, Salvini e Guarneri. Al cospetto di oltre 6.000 presenti, l’unico a rispettare il pronostico è stato il vicentino Federico Bracesco che, con una perentoria doppietta ha portato a cinque vittorie consecutive il suo table score di campionato allungando sugli inseguitori.


 


Nella MX1 tutti si aspettavano un monologo di Antonio Cairoli che invece ha disatteso i favori del pronostico che lo vedevano nettamente favorito sul pur agguerrito lotto di avversari. Per il siciliano la giornata è iniziata all’ombra di uno strepitoso Alex Salvini che è stato capace di aggiudicarsi la pole position durante il time practice che ha delineato l’ordine di allineamento al cancello di partenza. Al pronti via di gara 1 è stato comunque Cairoli a prendere il comando del gruppo per involarsi verso un successo quanto mai annunciato. Al contrario, Alex Salvini non è riuscito ad interpretare lo start in maniera ottimale ed è stato costretto ad una rimonta da centro gruppo. Rimonta completata nel corso dell’ottavo passaggio quando è riuscito a scalzare Cristian Beggi dalla piazza d’onore. Quarto al termine un ritrovato Felice Compagnone che a Cingoli ha mostrato lo smalto dei tempi migliori.


 


Al via di gara 1 della MX2 si sono allineati al cancello Manuel Monni, Davide Guarneri e Jeremy Tarroux autori dei migliori crono del mattino. Alla prima curva è stato il giovanissimo Alessandro Lupino (Yamaha Red Bull De Carli) a sorprendere tutti e ad involarsi in testa al gruppo. A seguire “il lupo” di Viterbo, Davide Guarneri, Jeremy Tarroux e Manuel Monni. Guarneri ha subito attaccato Lupino per la testa della corsa imponendo alla gara un ritmo elevato cosa che gli ha permesso di arrivare vittorioso al traguardo. Manuel Monni ha tentato invano di agguantare il rivale per il campionato ma senza successo. Terzo al temine il francese del Silver Action, Jeremy Tarroux che ha preceduto l’ottimo Alessandro Lupino, che ha accusato un leggero calo fisico.


 


Partenza della seconda manche della MX1 con Cairoli invischiato a centro gruppo e Salvini a rincorrere Jan Zaremba, autore della hole shot. A metà della prima tornata il “fattaccio” che ha compromesso la gara di Cairoli. Il siciliano è stato protagonista involontario di una caduta causata da alcuni piloti che lo precedevano. Caduta che lo ha costretto a ripartire a fondo gruppo. Inoltre, nel corso del terzo giro, in piena fase di recupero Cairoli è di nuovo scivolato durante la fase di sorpasso di un altro pilota perdendo altro tempo prezioso. Dal settimo passaggio, alla testa della corsa si è attestato Alex Salvini che ha avuto la meglio sul coriaceo Zaremba. I due si sono prodigati in un buonissimo allungo sul resto del gruppo, capitanato dal sempre “super privato” Cristian Beggi, ancora in fase di definizione dei programmi per la stagione in corso. Quando le posizioni sembravano delineate e contemporaneamente all’esposizione del cartello degli ultimi due giri, è stato Jan Zaremba ha “rimescolare” le carte transitando sulla linea del traguardo con evidenti problemi tecnici alla sua KTM che lo rallentavano vistosamente. Ad approfittare della situazione sono stati Cristian Beggi, che nel corso della penultima tornata è riuscito a raggiungerlo e superarlo, e Antonio Cairoli che proprio nel corso dell’ultimo passaggio ha soprapassato Zaremba, concludendo la sua forsennata rimonta in terza posizione. Cairoli rimane leader di classifica generale ma è incalzato da Salvini ad otto lunghezze.


In  MX2 Per l’ultima frazione della giornata ci si aspettava un nuovo corpo a corpo tra Guarneri e Monni, cosa che puntualmente si è verificata con Guarneri a fare da lepre dopo il via e Monni ad inseguire. Duello che è durato poche curve dato il “volo” di Monni che, in fase di staccata è stato catapultato in avanti dalla sua Yamaha. A rilevare il perugino ci ha pensato Jeremy Tarroux che però non ha potuto fare altro che accodarsi a Davide Guarneri che ha imposto alla gara un ritmo elevato fino a transitare vincitore sotto la bandiera a scacchi seguito dal francese. Terzo il pilota della repubblica ceca, Matthias Walkner seguito dal sempre più sorprendente Alex Lupino che ha cosi conquistato il primo podio della sua carriera tra i grandi del motocross, classificandosi secondo assoluto nella classifica riservata ai piloti italiani.


Con la prestazione di oggi, Davide Guarneri ha scalzato Manuel Monni dalla testa della graduatoria di campionato, ritornando a casa con la tabella rossa di leader della generale, ben stretta tra le mani.


 


Prossimo appuntamento con gli Internazionali d’Italia, Domenica 23 e Lunedì 24 Marzo quando, nel weekend pasquale, si svolgerà il quinto dei sei round previsti.

Iscriviti alla newsletter FMI

Per essere sempre aggiornato su tutte le attività FMI