Fuoristrada

Int. SX. Soubeyras vince, Bonini resta leader

La 31° edizione del Carpi Night Show, organizzata dal Motoclub Carpi, ha regalato grandi emozioni a pubblico e piloti con la seconda tappa degli Internazionali Supercross. Nella classe regina (450cc.) il gradino più alto del podio lo conquista con una doppietta il pluricampione europeo di specialità, Cedric Soubeyras (Suzuki France). Lo affianca sul secondo gradino con due secondi di manche, ma sempre rimanendo in scia al francese, l’ottimo Matteo Bonini (Kawasaki – GBO Motorsports) che mantiene anche la Red Plate con 68 punti. Chiude il podio della serata carpigiana il regolare ma anche veloce Francesco Muratori (KTM Over Competition), che si assesta anche in seconda posizione nella assoluta con 58 lunghezze. Da segnalare la terza posizione nella classifica di campionato occupata da Stefano Dami (Honda x Off Road) con 42 punti.

Nella classe Lites (250cc.) vince meritatamente Nicholas Lapucci (KTM Revolution) risalendo dalla terza posizione fino alla prima con una serie di sorpassi eccellenti sull’ottimo e veloce Tommaso Romano Isdrele (Yamaha Max Bart), finito comunque secondo dopo essersi conteso per oltre metà gara con Nicholas la prima posizione. L’ultima piazza valida per il podio del Main Event di categoria è appannaggio di un veloce e coriaceo Lorenzo Camporese (Honda MB Team), che si difende egregiamente dal rimontante transalpino Yannis Irsuti (Suzuki France) risalito fino ad insidiare l’ultima posizione del podio. Quinto, ancora convincente, Kevin Cattani (Suzuki Castellari) in grado di contenere un Filippo Zonta (Honda – Team Martin) in serata negativa dopo una caduta che lo esclude per un soffio anche dalla Superfinale, mantenendo però comunque la tabella Rossa con 30 punti, gli stessi di Camporese. Chiude il podio della classifica provvisoria Cattani a quota 25.

La serata viene chiusa in maniera egregia con la Superfinale, alla quale accedono i migliori 10 della Supercross e i migliori cinque della Lites. Vince ancora Cedric Soubeyras (Suzuki France) dopo aver sorpassato al terzo passaggio sulle woops Matteo Bonini (Kawasaki – GBO Motorsports), che resta fino al termine a ridosso del vincitore, dando anche l’impressione di essere in grado di sferrare il colpo finale rendendo la cortesia al rivale, senza però riuscirci. A chiudere l’ultimo podio della serata è ancora Francesco Muratori (KTM Over Competition). In quarta, quinta e sesta posizione si piazzano tre atleti con la 250cc.: rispettivamente Nicholas Lapucci (KTM Revolution), Yannis Irsuti (Suzuki France) e Kevin Cattani (Suzuki Castellari).

Riavvolgendo il nastro, nella Junior 125 cc la gara è stata avvincente fino sotto la bandiera a scacchi. La spunta uno stratosferico Alberto Barcella (Husqvarna Berbenno) che passa a condurre circa a metà frazione operando un sorpasso eccellente sulle woops ai danni di Manuel Ulivi (Yamaha Cattai), che termina la gara in seconda posizione, vicinissimo ad Alberto, senza aver mai desistito dal tentativo di rendere la cortesia al rivale. Lotta aperta anche per l’ultima posizione disponibile per il podio, ottenuta, grazie ad una bella rimonta, da grande Alessandro Giorgi (KTM Berbenno) su Riccardo Nicoli (Suzuki Castel san Pietro Terme), che a sua volta se la deve vedere dagli attacchi di Raffaele Giuzio (KTM Cairatese), quest’ultimo terminato in quinta posizione ma anche lui seguito da vicino dal sesto qualificato, il veloce Mattia Riottini Patriarca (Yamaha Lion Montegranaro). Nella Generale provvisoria, Ulivi mantiene la Red Plate con 36 punti, seguito da Barcella a sole due lunghezze di distanza e da Giorgi a quota 30.

Vince la Junior 85 cc e conquista le Red Plate a quota 36 punti, Manuel Bersini (KTM Costa Volpino) conducendo la gara sempre in testa. Tuttavia Manuel ha dovuto gestire l’intera frazione guardandosi le spalle da Giacomo Bosi (Husqvarna Somma Lombardo) che lo ha tallonato sempre da molto vicino, anche se forse non è mai sembrato veramente in grado di impensierire il leader, terminando così in seconda posizione. La battaglia per l’ultimo posto sul podio della serata è stata lunga e intensa, ma alla fine è entrato nella top 3, un ottimo Filippo Farioli (KTM Farioli). Appena fuori dal podio di serata, gli ottimi Tommaso Cardinali (Suzuki Sesto Imolese) e Davide Zampino (Husqvarna Monti Coralli Faenza).