Fuoristrada

Int. d’Italia Supermoto – A Pomposa vittoria di Thomas Chareyre

Si sono corse oggi sul circuito ferrarese di Pomposa le gare valide per il quarto round stagionale degli International Series e Campionati Italiani Supermoto. A sfidarsi in pista, oltre alle classi internazionali, come al solito anche i campionati nazionali S2, S3, Coppa Italia, Trofeo HM Honda e Trofeo Ducati Hypermotard 796 Cup.
Questa prova romagnola va in scena in un clima meteo e agonistico caldo, e si risolve in una domenica densa di battaglie e qualche certezza in più nelle graduatorie di campionato quando mancano appena due prove alla fine dei giochi.
A vincere la gara ferrarese è Thomas Chareyre con la sua TM Factory Racing che si impone in gara-2, dopo aver concluso secondo la manche di avvio. Non sono stati sufficienti un primo e un secondo posto al finlandese leader del campionato Mauno Hermunen (TM SHR) per vincere anche questa prova, come successo nelle precedenti gare di Latina, Battipaglia e Ottobiano, ma la sua posizione di leader in classifica internazionale rimane intaccata. Terzo posto a Pomposa per il campione del mondo in carica Adrien Chareyre che in sella alla sua Aprilia targata Fast Wheels ha finito le due gare due volte secondo. Quarto e migliore degli italiani è il pesarese Ivan Lazzarini (HM Honda Racing) che incrementa così anche la sua posizione di testa in classifica tricolore. Seguono nell’ordine dei top ten della classifica di giornata S1, Massimo Beltrami (Honda TDS), Andrea Occhini (Honda Red Foxes), Paolo Gaspardone (Honda TDS), Elia Sammartin (Suzuki Racing Team Pergetti), Petr Vorlicek (Honda SHR) e Christian Ravaglia (Ktm Miglio).
CLASSE S2: Il pesarese Marco Dondi in sella alla sua TM Factory Racing è il dominatore assoluto della classe S2 nella quale è riuscito ad esprimersi come non mai in questa stagione aggiudicandosi entrambe le manche finali. Posizione d’onore per l’olandese della Ktm Motoracing, Devon Vermeulen, che finisce le due gare rispettivamente terzo e secondo. Ultimo gradino del podio per Yuri Guardalà (Honda MC Galliate). Solo quarto lo sfortunato leader del campionato Luca D’Addato (Honda Valdemi Racing) che porta a termine le due frazioni sesto e quarto.
CLASSE S3: Lorenzo Promutico (Honda Cianfrocca) vince per la prima volta quest’anno in classe S3 portando a termine le due belle finali prima vincitore e poi al secondo posto. Il pilota laziale precede nella classifica generale di giornata il capofila della graduatoria provvisoria di campionato, Edoardo Gente (Yamaha Ufo Frascati), dopo aver portato a termine le due manche secondo e terzo. Gradino più basso del podio per Riccardo Lodigiani (Honda Ottobiano) vincitore di gara-2 e sfortunato in avvio.
COPPA ITALIA FMI: Nell’agguerrita corsa alla conquista della Coppa Italia FMI 2012, Luca Brambilla riesce a centrare la vittoria assoluta in ragione di un primo e un secondo posto nelle due frazioni finali, ma al secondo posto di giornata chiude il grossetano capoclassifica Giulio Lorenzini che non riesce a vincere a Pomposa ma chiude le due manche secondo e terzo. Ultimo gradino del podio per Alessandro Ghirelli che alla sfortunata prova di avvio, chiusa nelle retrovie, risponde con una bellissima vittoria che salva in parte il risultato complessivo.
TROFEO DUCATI HYPERMOTARD 796 CUP: Con due belle vittorie parziali il pilota lombardo Manuel Noto La Diega (Ducati Varese) si aggiudica la seconda prova consecutiva della stagione e incrementa la sua posizione di leader in campionato. Seconda piazza assoluta nella prova ferrarese per Alberto Moseriti (Ducati Osellini Moto Piacenza) che anticipa sul podio Matteo Nicaso (Ducati Verona).
TROFEO HM HONDA: Non si smentisce il leader del Trofeo HM Honda, Bryan Ciarlatini, che vince anche questa prova in virtù di un primo e un secondo posto nelle due manche finali, portando a termine la giornata agonistica anticipando Julien Malatino, vincitore della frazione conclusiva, e Jacopo Farneti.

LA CRONACA DELLE GARE S1
GARA-1: L’holeshot del leader internazionale Mauno Hermunen (TM SHR) apre la prima delle due finali decisive di questa prova romagnola. Dietro lo seguono i fratelli francesi Thomas (TM Factory Racing) e Adrien Chareyre (Aprilia Fast Wheels), il pesarese Ivan Lazzarini (HM Honda Racing), l’imolese Fabrizio Bartolini (HM Honda Racing) che ieri ha fatto registrare il miglior tempo degli italiani in qualifica, il bolognese Massimo Beltrami (Honda TDS), il lombardo Andrea Occhini (Honda Red Foxes). Già nel corso del primo giro Thomas Chareyre si porta in testa ma un paio di giri dopo il finlandese guadagna nuovamente il comando della corsa e via via anche terreno sugli avversari. Solo nelle fasi finali l’ufficiale TM cerca l’aggancio con il battistrada ma niente da fare. Hermunen, così, al quindicesimo passaggio taglia il traguardo e vince davanti ai transalpini Thomas Chareyre e Adrien Chareyre, Ivan Lazzarini che è il primo degli italiani, e ancora Massimo Beltrami, Andrea Occhini, il Ceco leader europeo Petr Vorlicek (Honda SHR), il britannico Matthew Winstanley (TM SHR), Fabrizio Bartolini e Paolo Gaspardone (Honda TDS).
GARA-2: Lo scatto del finlandese Hermunen (TM SHR) marca di nuovo il territorio della prima curva dove sbuca per primo, seguito Adrien Chareyre (Aprilia Fast Wheels), Thomas Chareyre (TM Factory Racing), Ivan Lazzarini (HM Honda Racing), Paolo Gaspardone (Honda TDS), Massimo Beltrami (Honda TDS), Andrea Occhini (Honda Red Foxes). Non resiste a lungo il finlandese al comando, al terzo passaggio scivola e ne approfitta il campione del mondo in carica Adrien Chareyre che prende le redini della corsa per altri due tornate, quando al quarto giro è la volta del fratello Thomas Chareyre, attuale leader del campionato del mondo, a portarsi davanti a tutti. L’inseguimento è di nuovo infuocato con il forte terzetto di testa a comandare ancora la corsa offrendo uno spettacolo che appassiona anche il numeroso pubblico intervenuto. I giri passano inesorabili e davanti a tutti Thomas è imprendibile per chiunque e lo dimostra andando a vincere la sua prima manche e la prima gara della stagione, rompendo così quella continuità di vittorie che vedeva Hermunen il solo protagonista assoluto di questo campionato. Seconda posizione per Hermunen che rimane al comando della classifica di campionato internazionale, quindi Adrien Chareyre, Ivan Lazzarini che alza la bandiera del migliore degli italiani. Dietro finiscono nell’ordine la top ten Massimo Beltrami, Paolo Gaspardone, Elia Sammartin, Andrea Occhini, Massimiliano Verderosa e Christian Ravaglia.
Il prossimo appuntamento con gli International Series è fissato per il 4 e 5 agosto, quando sul circuito dell’Alpe D’Huez, in Francia, si correrà la penultima tappa della stagione, che vedrà impegnati i soli piloti della classe Internazionale S1.