Fuoristrada

Int. d’Italia Supermarecross – Bertuccelli e Fabbri gli ultimi campioni

Ancora un evento memorabile per quest’ultimo appuntamento con i Campionati Internazionali d’Italia Supermarecross che ha chiuso la stagione delle gare sulla sabbia. Angelo Fabbri (125) e Giovanni Bertuccelli (MX2) si sono aggiudicati il trofeo di Campione 2012 e si vanno ad aggiungere ai già vincitori Compagnone (MX1) e Lentini (Minicross). E’ stata una giornata di grande sport e passione.

La giornata odierna si è presentata con un sole davvero caldo sin dalle prime ore del mattino, condizione che ha accompagnato lo svolgersi della manifestazione per tutta la giornata. Purtroppo un’improvvisa ed inaspettata mareggiata a trasformato buona parte della pista in un acquitrino. Dunque motori spenti e subito è partito senza sosta il necessario e laborioso lavoro degli uomini del Moto Club New Taormina, che assieme al Direttore di gara Angelo Guerri, a Roberto Bianchini di FX Action e a Angelo Cinquemani, nel giro di poco più di un’ora hanno ridisegnato e ricostruito il tracciato per permettere lo svolgersi della manifestazione. Un gran lavoro dunque che ha portato un ritardo sulla tabella di marcia, costringendo tutti ad un “no stop” sino a tarda sera ma che ha ugualmente consegnato lo spettacolo che il tanto pubblico accorso si aspettava di vedere.

I Campionati Internazionali d’Italia su sabbia Supermarecross – Trofeo “Gaetano Di Stefano” vanno così in cantiere con una tappa a Giardini Naxos davvero emozionante e che ha lasciato col fiato sospeso sino alla fine dell’ultima manche. Ai già Campioni con un prova d’anticipo Compagnone e Lentini, oggi si sono aggiunti Angelo Fabbri (KTM-MBL Racing) che ha vinto la 125 e Giovanni Bertuccelli (Honda-Pardi Racing) che ha fatto sua la MX2.

Nel programma completamente stravolto abbiamo assistito alle due manche della Minicross dove il vincitore assoluto è risultato Paolo Ricciutelli (KTM-Pardi Racing) che in gara 1 si è complicato la vita con una caduta quando era al comando, dopo aver approfittato della caduta di Del Coco autore dell’hole-shot. In questa prima frazione ha concluso vincitore Oteri. Ricciutelli però non ha sbagliato la partenza della seconda frazione con l’hole-shot, poi nel corso della gara è caduto ma il vantaggio accumulato gli ha permesso di non perdere la leadership, andando a vincere indisturbato. Nell’assoluta di giornata, dunque, troviamo Ricciutelli primo seguito sul podio da Del Coco secondo e Oteri terzo. Ricordiamo il titolo già vinto da Alessandro Lentini, che nella gara odierna ha gareggiato nella 125, secondo in campionato ha chiuso lo stesso Ricciutelli, mentre il terzo posto è ad appannaggio dell’assente Lapucci.

Nella 125 c’era ancora in ballo il titolo di categoria ed il primo via è sancito dalla partenza razzo di Priori davanti a tutti ma basta poco affinché Tropepe passi al comando seguito dal leader di classifica Fabbri. Colpo di scena con la caduta di Tropepe che perde la testa della corsa, per poi riprendersela dopo poche curve. La gara si chiude con il pilota di Polistena primo seguito da Fabbri e Favalli. La seconda partenza vede l’hole-shot di Tropepe sempre più intenzionato a bissare il risultato di gara 1 ma due cadute glielo impediscono. Chiude primo sotto la bandiera a scacchi un raggiante Fabbri che si aggiudica l’assoluta ed il titolo dell’ottavo di litro. Secondo sul podio di giornata, a pari punteggio, Giuseppe Tropepe, mentre terzo è Nicola Favalli. In graduatoria di campionato chiudono, dietro a Fabbri, Favalli e Luca Milani.

MX1 all’insegna del già campione Felice Compagnone che vuole chiudere in bellezza e si aggiudica entrambe le frazioni con due perentorie vittorie, salendo così sul primo gradino del podio di giornata. Dietro al frusinate completa la stagione con una buona prestazione Danilo Amodeo (Kawasaki-Paone Motors) che dopo l’ottima partenza al comando di gara 1 si è fatto poi raggiungere e sorpassare da Compagnone. Amodeo in gara 2 parte più attardato ma si libera presto di Carbone insediandosi in seconda posizione. Secondo gradino di giornata, dunque per Amodeo, che anche in graduatoria finale scalza dal secondo posto Carbone che chiude terzo odierno e in campionato.

MX2 elettrizzante per un contatto subito avvenuto al via della prima frazione. Bertuccelli guadagna l’hole-shot in partenza ma è subito seguito da Mancuso, dopo poche curve i due vengono a contatto ed ad avere la peggio è Mancuso che perde ogni possibilità di restare vicino al rivale e che gli vale anche la possibilità di lottare per il campionato perché Bertuccelli, andando a vincere, gli basterà un secondo posto in gara 2 per aggiudicarsi il titolo. Purtroppo questo contatto porterà un po’ di strascichi polemici, ma dobbiamo dare il merito della vittoria del titolo a Bertuccelli che in gara 2, appunto, rimane alle spalle di Mancuso, aggiudicandosi il torneo. Assoluta, dunque, con Mancuso sul primo gradino, Bertuccelli secondo, mentre terzo chiude Milizia. Il campionato lo vince Bertuccelli seguito da Mancuso e Milizia.

Nella manche della Supercampione, valevole per il Trofeo Coast to Coast, ha vincere stavolta è stata la piccola MX2 di Antonio Mancuso che ha avuto la meglio su Compagnone partito davanti a tutti. Compagnone si è aggiudicato l’ambito trofeo di vincitore.

Ricordiamo che l’evento è stato ripreso dalle telecamere di AUTOMOTO TV, per riproporlo nelle settimane successive. FX Action, infatti, promoter dei Campionati Internazionali d’Italia su sabbia ha stipulato un accordo molto importante con la emittente AUTOMOTO TV che prevede la visione della manifestazione in chiaro su SKY, canale 139.