Fuoristrada

Int. d’Italia Supercross – Rouis, Marrazzo e Bonini vincono ad Abano

Il “Cuore batte, non trema” è il trait d’union tra la gara annullata di Carpi e il recupero di Abano Terme. Le amministrazioni locali e l’entusiasmo dell’instancabile Moto Club Fun Bike, con la collaborazione attiva dello stesso Moto Club Uisp Carpi, hanno sicuramente investito su quelli che si sono rivelati i “titoli vincenti”: sold out di pubblico per cui si ritarda addirittura l’inizio della manifestazione dando la possibilità di smaltire le file alle biglietterie, gare entusiasmanti e ricche di colpi di scena con i tanti protagonisti che infiammano la platea e decretano uno scenario perfetto che consente di devolvere parte dei proventi ai cittadini emiliani colpiti dal sisma.
SX1 – Nonostante la splendida prova della manche di qualifica, che lo vede mattatore assoluto, e una vittoria in gara #1 dove domina tutti a suon di gas e sorpassi, Christophe Martin (Honda A-Team Fogliaro Racing) perde la tabella Leader. Sicuramente il vice Campione SX 2011 risente ancora della brutta caduta di Recetto (primo Round degli Internazionali) e a causa di una scivolata per un atterraggio sbagliato compromette la sua prestazione in gara #2 arrestando il suo dominio di serata: a lui va indubbiamente il primo posto per velocità, grinta e impegno atletico. Alexander Rouis (Honda MB Team) brilla non solo per il primo posto in assoluta, che gli fa guadagnare la testa della generale, ma anche per la sua grande prestanza e tenacia in pista, che dimostra in gara #1 quando si ritrova a dover risalire dalle retrovie dopo la caduta causata dal contatto con Davide Degli Esposti (Suzuki MD Racing). Chi la spunta peggio è proprio DJ che subisce la stazza fisica del francese e conclude tredicesimo; in gara #2 Davide ci prova nuovamente con tutte le energie e il gas della sua “gialla” e taglia il traguardo per primo davanti ad una squadriglia di avversari altrettanto agguerriti e generosi che arricchiscono la serata con due emozionanti manche SX1. Angelo Pellegrini (Honda Martin Racing) ci prova spingendo su ogni salto e cercando tutte le possibili traiettorie ma non riesce comunque a centrare la bandiera a scacchi e conclude secondo di giornata.
Stefano Dami (Honda MB Team) e Michael Mercandino (Honda Italian Factory) ci regalano una grande prova anche se Dami risente di una forte botta, causata da un cattivo atterraggio, e perde la posizione fino a quel momento ben difesa. Mercandino è garanzia di spettacolo e soprattutto ha un fattore di crescita tecnica e psicologica che è possibile registrare giro dopo giro.
SX2 – Testa-a-testa fra Dario Marrazzo (Honda Mc Fossano) e Mike Valade (Honda A-Team Fogliaro Racing). La disputa per la tabella rossa è sempre più avvincente e i due “supercrossisti” scaldano le tribune della pista di Abano a suon di sorpassi sulle woops e gas a manetta in ogni curva. La tabella rossa sul podio la alza Marrazzo ma la partita SX2 rimane apertissima, stilando una classifica che li vede a pari punti. Sempre terzo e sempre pronto a sorprenderli è Maxance Mora (Honda MB Team): il francese potrebbe rivelarsi l’ago della bilancia per la vittoria finale. Andrea Winkler (Honda Nikon) e Tommaso Vendramini (Suzuki Italparts) si contendono la stessa posizione sia in gara che in Campionato ed escono da questo secondo Round a pari punti.
SX125 – Si apre ufficialmente il Campionato SX125 e i piloti da nominare sono tanti perché anche se la cilindrata è minore di sicuro minore non è il coinvolgimento che questa classe suscita rispetto alle “maggiori” SX1 e SX2.
Davide Bonini (KTM Ufo Corse Maglia Azzurra) vince la serata e la sua prova lo conferma una tra le nostre migliori promesse . Tommaso De Pietri e Simone Furlotti (Suzuki Castellari) di sicuro non gli hanno reso facile la vittoria. Il primo è avversario temibile non solo per la sua spiccata abilità ma anche per la sua ormai testata esperienza nella disciplina, il secondo è sicuramente il più veloce, soprattutto grazie ad una guida che mette in risalto tutte le prerogative “stilistiche” da “supecrossista”. Per entrambi denominatore comune è sicuramente la Scuderia di Bertino Castellari. Bella la performance di Edoardo “Bob Hannah” Bersanelli (Yamaha BigJump) che al suo rientro ufficiale in Campionato mette in pista le sue doti migliori ma purtroppo pregiudica la sua prestazione con un banale errore. Quinta piazza per Federico Mantero (Suzuki ManTeam) che finalmente raccoglie i frutti del suo impegno nel Supercross.
SuperMini – Nicola Soave (KTM Bisso Galeto) taglia per primo il traguardo. Citati in ordine di arrivo: Filippo Grigoletto (Suzuki DJ Racing), Gabriel Dell’Orletta (TM Futura), Matteo Del Coco (KTM Cevolani Racing) e Mattia Lenarduzzi (KTM Mc EDI) sono stati i protagonisti della categoria SuperMini. Le emozioni non sono mancate nonostante la prova non fosse valida ai fini della classifica di Campionato.
L’impegno della Federazione, nel mantenere in programma le categorie SuperMini e SX125 anche nei Round non validi ai fini della classifica di Campionato, risulta essere uno strumento importante per permettere ai giovani piloti l’acquisizione di maggiore dimestichezza nella pratica del Supercross.
OffRoad Pro Racing vi aspetta sabato 14 luglio a Piano di Coreglia (LU) per il prossimo appuntamento.