Fuoristrada

In Sicilia nel weekend arriva il Minienduro

Domenica 27 aprile i cuccioli della specialità sbarcano sulle caldo litorale siculo per la terza tappa del tricolore. Occhi puntati su Jacopo Schito (Esordienti) e Alessio Croci (Aspiranti), leader di campionato.


 


In Sicilia torna ad echeggiare il rombo dei motori. Ad una sola settimana di distanza dalla tappa inaugurale del campionato Europeo corsa a Letojanni in provincia di Messina, l’enduro approda nuovamente sulle sponde sicule domenica 27 aprile.


Chiamato in scena questa volta il “futuro della specialità” con la terza prova del campionato italiano MiniEnduro grazie alla regia del moto club Monreale che visto il successo incamerato lo scorso anno ha deciso di ricondurre l’allegra e pittoresca combriccola del minienduro nella scenografica Piana degli Albanesi, cittadina palermitana caratterizzata dall’omonimo lago, fondata nel 1488 da un gruppo di esuli albanesi in fuga dall’ Albania ove vi era l’invasione da parte dell’Impero Ottomano ed oggi patria dell’irresistibile “cannolo siciliano”.


 


E’ risaputa e stimata l’ospitalità offerta dalla gente siciliana. In questo caso piena riconoscenza al dott. Franco Cuccia appassionato motociclista che accoglierà “in casa sua” e precisamente nel Podere “Cuccia” in Contrada Maganoce per il secondo anno consecutivo una prova di tricolore che si articolerà su un percorso di15 km da ripetere 6 volte. Gli oltre 80 mini piloti iscritti si affronteranno su due prove speciali, un cross-test (2.500 m.) che effettueranno subito dopo la partenza, contraddistinto dall’alternanza di tratti veloci a tratti più guidati, adagiato su prato con leggere controtendenze. Seguirà dopo il Controllo Orario, l’enduro test (2.500 m) con i primi metri tracciati su fettucciato ed il proseguo snodato tra tortuosi sentieri di mulattiera e sottobosco scrupolosamente ripuliti dagli uomini del Monreale con la preziosa collaborazione del moto club Tre Valli, da transitare per cinque volte.


 


Si comincia già da sabato 26 con le verifiche dalle ore 15.00 alle ore 18.00, riproposte domenica dalle ore 07.00 alle 08.30. Si ricorda che il parco chiuso è previsto solamente nella giornata di gara. Tutte le moto (anche quelle verificate il sabato) dovranno quindi trovarsi nel parco chiuso entro la chiusura delle operazioni


 


Una gara importante quella che si disputerà domenica tra le colline palermitane perché darà una sterzata alle classifiche di classe che dopo la seconda prova del 06 aprile a Monticello d’Alba (CN) vedono un capovolgimento al vertice nella classe Aspiranti (’96-’94) in seguito al ritiro per noie meccaniche del leader provvisorio nonché detentore del titolo Nicolas Pellegrinelli (HM) che gli costa pure l’ uscita dalla zona podio. Ne approfitta il diretto inseguitore del mc. Hornets Simone Croci (Beta) che con la vittoria agguanta l’egemonia di campionato seguito dal collega di club Edoardo Lazzarini (Sherco).


Diversa la situazione nella Esordienti (’98-’97) dove guida a punteggio pieno il talentuoso del mc.Treviglio Jacopo Andrea Schito (KTM). E’ lotta accesa invece alle spalle del pugliese per stabilire il podio. A condividere il secondo gradino ci sono infatti Andrea Manarin (KTM) e Simone Croci (KTM), mentre Stefano Signorelli (Fantic) e Dario Zanni sono attualmente a pari merito per il terzo.


 


Non assegnano titolo ma regalano in eguale misura spettacolo ed emozioni la categoria Open (’98-’94) e la 50 Cadetti (’91-’92) che insieme alla nuova Baby Sprint (’00-’99) istituita quest’anno costituiscono delle classi fortemente volute per introdurre i giovanissimi alla specialità ed incrementare l’esperienza tra i sentieri e le caregge. Nella Open passa al comando Marco Favari (KTM) mentre nella 50 cadetti è Marco Arnoldi (Beta) a padroneggiare. Con due vittorie è invece il friulano Lorenzo Macoritto a dettar legge nella Baby Sprint.