Fuoristrada

Il Team Motocross FMIdi ritorno dalla Bulgaria

 

Lo scorso weekend a Sevlievo, in Bulgaria, non si correva solo il quinto round del Mondiale Motocross MXGP e MX2. Sono scesi in pista anche i Campionati Europei 125, 250 e 300. Prova d’esordio per le ultime due cilindrate, mentre la classe minore aveva già preso il via ad Arco di Trento.
Proprio in quest’ultima categoria gli azzurri sono andati un po’ in difficoltà. Joakin Furbetta (9°) è stato il primo degli italiani, seguito da Lorenzo Ravera, 11°, e Tommaso Isdraele, 14°. Più attardati Filippo Zonta e Morgan Lesiardo in una giornata in cui a vincere è stato l’olandese Davy Pootjes davanti al bulgaro Michael Ivanov e il lettone Tomass Sileika.
A spiegarci questi risultati è Davide Degli Esposti, Tecnico Federale del Team Motocross FMI: “Tra il primo e il secondo giorno le condizioni sono variate molto e tutti i piloti italiani della 125, su un tracciato caratteristico del nord Europa, sono andati in difficoltà. Sabato la pista aveva un fondo molto pesante, domenica invece era perfetta. Rispetto al primo round Ravera ha fatto un passo avanti perché ha terminato entrambe le manche. Peccato che nella prima, dopo essere partito benissimo, è caduto chiudendo poi 13° mentre nella seconda è partito molto male ed è stato costretto alla rimonta fino alla 14° piazza. Lesiardo ha ottenuto ciò che era nelle sue possibilità: per lui è tutto nuovo e chiaramente non ha ancora l’esperienza di molti suoi avversari. Ora pensiamo alla gara in Olanda: a Valkenswaard, altro tracciato dai connotati nordici e quindi con il terreno pesante, dovremo impegnarci al massimo”.
Musica completamente diversa nelle altre classi. Nella EMX250, Michele Cervellin si è messo bene in mostra. Se è vero che ha avuto problemi nella prima manche, nella seconda ha vinto con 4 secondi di vantaggio sullo spagnolo Zaragoza e ben 25 sul lettone Pauls Jonass. Peccato che gli inconvenienti della prima heat lo abbiano relegato al quinto posto di giornata. Davide Bonini e Simone Furlotti hanno ottenuto punti sia in gara 1 che in gara 2, compito non riuscito a Luca Moroni, che cercherà di rifarsi al più presto.
Grande prestazione azzurra nella EMX300. Samuele Bernardini ha fatto l’en plein con due vittorie che lo portano dritto dritto in testa al campionato. Ottimo secondo di giornata, Marco Maddii (un 3° e un 2° posto per lui). I due hanno dato vita a gare avvincenti e hanno chiuso con distacchi tutt’altro che ampi. Ora dovranno riconfermarsi nel round spagnolo dell’11 maggio a Talavera de La Reina. Michele Cencioni, dal canto suo, ha chiuso il GP di Bulgaria in ottava posizione.