Il Sic SuperMoto Day torna a Latina

Torna a Latina, sul kartodromo internazionale “Il Sagittario”, il “SIC Supermoto Day”, la manifestazione benefica che unisce in un unico appuntamento agonismo e spettacolo. La quinta edizione è in programma i prossimi 26 e 27 novembre 2016. L’iniziativa si articola in due giornate distinte e tende a porre in primo piano la raccolta fondi per la Fondazione Marco Simoncelli, la giovane stella del motociclismo mondiale prematuramente scomparsa nel 2011 a seguito di un incidente durante una gara di MotoGp. Una manifestazione con due precisi obbiettivi: da una parte far divertire tutti gli spettatori che interverranno, dall’altra raccogliere fondi da destinare alla Fondazione, che sostiene e promuove progetti di solidarietà e cooperazione. Impossibile, poi, non ricordare Doriano Romboni, ex pilota e Tecnico FMI che nel 2013 scomparve proprio durante questo evento.

Dopo l’appuntamento del 2015 a Misano, in cui i piloti si sfidarono nel Flat Track, quest’anno si torna a Latina (dove si svolsero le prime quattro edizioni) e “al Supermotard, una specialità che sicuramente riuscirà a coinvolgere più piloti”, spiega l’organizzatore Federico Capogna.“E poi quest’anno con la nuova formula di gara che permetterà a tutti di correre con i Top Rider, e con delle limitazioni in fatto di gomme e il nuovo regolamento, ho cercato di abbassare il livello competitivo della manifestazione. Per quanto riguarda l’impianto, pensavo che Latina fosse ormai inflazionata dopo tre anni, però devo riconoscere che è la location giusta per questa manifestazione, visto anche il meteo che quel periodo può riservarci. In quanto a disciplima il Flat è molto spettacolare e mi ha facilitato sulle moto per i top rider, poiché tutti più o meno hanno una moto e si allenano con il Flat, con il Supermotard ho sempre il problema di reperire le moto per i top rider. Ai piloti piacciono entrambe le specialità, entrambe spettacolari”. Positivo anche l’approccio dei piloti: Ci sono dei big che sento regolarmente durante tutto il corso dell’anno e parliamo dell’edizione che verrà, e loro sono molto partecipi, tengono molto a questa gara, qualcuno mi ha chiamato per capire quando facevo la gara e cercare di liberarsi dai molti impegni che hanno a fine stagione, tra test e impegni con sponsor non hanno molto tempo libero, ma hanno sempre e comunque la volontà di partecipare al SIC”. Con il supporto della Fondazione Simoncelli e l’ok di Paolo, il padre di Marco: “Ricordo che l’anno scorso sul podio a Misano, Paolo Simoncelli mi disse “però, Latina aveva il suo fascino”, e quest’anno quando gli ho detto che avrei voluto continuare mi ha detto: se lo fai a Latina hai il mio ok. Dal canto suo la Fondazione ci appoggia anche perché deve autorizzarci a titolare l’evento”.

Iscriviti alla newsletter FMI

Per essere sempre aggiornato su tutte le attività FMI