Fuoristrada

Il rilancio del Rally in Sardegna

In questi giorni, il 4 maggio, parte il Sardegna Rally Race, prima prova del Campionato del Mondo Cross Country Rally.


 


Non è stato facile realizzare un progetto tanto ambizioso quanto importante, e neppure del tutto sereno, ma adesso che la bandiera a scacchi del primo start stà per essere sventolata, il primo motivo di enorme soddisfazione e di orgoglio è il poter dire che, finalmente, il rally in Sardegna è rilanciato.


 


È stato il grande lavoro di una “cordata” che ha coinvolto, in perfetta sinergia, la Federazione Motociclistica Italiana, gli organizzatori di Bike Village e numerosi enti ed istituzioni in Sardegna, che ha trovato nella risposta dei piloti, provenienti da tuttto il mondo, la verifica della sua bontà.


 


Per il Sardegna Rally Race è stato definito, e tracciato con estrema cura, un percorso meraviglioso, che mostrerà ai concorrenti, soprattutto agli stranieri che non la conoscono ancora, la Sardegna più bella, con una partecipazione diretta, “dal vivo”, nel contesto delle sue meraviglie. Per garantire ai partecipanti non solo un elevato standard agonistico, ma anche un’accoglienza degna del grande evento, ed un’ancor più elevata caratura della manifestazione, è sceso in campo un eccezionale spiegamento di forze, in stretta collaborazione con i motoclub ed un gruppo di importanti partner.


 


Ma quello che più conta, come accennato all’inizio, è la risposta dei partecipanti: 70 partenti nella prova di Campionato del Mondo, ai quali deve essere aggiunto il numero, altrettanto importante, degli italiani che prenderanno il via della coincidente prova di Campionato Italiano Raid TT. In “pista” i migliri specialisti del mondo, i vincitori delle Dakar e dei rally africani più  noti, insieme ai migliori specialisti “nati” dai Campionati Iitaliani Motorally e Raid TT. Questi sono i numeri iniziali del successo del Sardegna Rally Race.


 


Gli altri “numeri” saranno messi in scena con l’avvio della gara, che apre il Campionato del Mondo Cross Country Rally 2008, e che potranno essere seguiti dal pubblico degli appassionati in più modi. Bike Village ha preparato una mappa di “punti cospicui” della gara, utilizzando la quale gli spettatori potranno raggiungere le “zone calde” della corsa, ed il sistema di tracciamento utilizzato dai concorrenti, e messo a punto da Sporttraxx, avrà una sua, speciale, applicazione “pubblica”, destinata ai “navigatori” di internet che potranno, così, monitorare in diretta le fasi della corsa.


 


Il Sardegna Rally Race si apre il 4 maggio, con le verifiche tecniche ed ammnistrative e con il prologo-spettacolo, tutto nell’area di San Teodoro, “quartier generale” di Bike Village, dove è previsto anche un incontro-conferenza con i campioni del rally e con le autorità dell’Isola che hanno lavorato per la realizzazione dell’importante gemellaggio Sardegna-Rally che si traduce in un evento agonistico internazionale della massima importanza.