Mototurismo

Il Motogiro della Strega si conferma sfidando il meteo

Tutto OK a Taggia dove, nonostante un meteo poco favorevole con minaccia di consistenti  piogge e relativi problemi nella complessa viabilità dell’entroterra ligure del Ponente, si è ripetuto un quasi “en plein” al quale sono abituati gli organizzatori del Moto Club Valle Argentina. Pubblichiamo il comunicato stampa da loro rilasciato, alla conclusione dell’evento:

Ancora una volta il Motogiro della Strega, giunto ormai alla 26^ edizione, ha richiamato un buon numero di motociclisti: 666 appassionati delle due ruote, malgrado le pessime previsioni meteo, non hanno voluto mancare al tradizionale appuntamento autunnale del sodalizio taggese, arrivando come sempre da tutta la Liguria ma anche da Piemonte, Lombardia, Toscana, Lazio e Marche, e dalla vicina Francia, dando un tocco di “internazionalità” alla giornata. .

Fin dalla prima mattinata, centinaia di motociclette, scooter e ciclomotori hanno festosamente invaso il centro storico di Taggia; dopo l’iscrizione di rito, i centauri hanno letteralmente preso d’assalto il buffet della prima colazione, per poi partire per il previsto itinerario di una settantina di chilometri.

Percorrendo le panoramiche strade dell’entroterra, i partecipanti sono transitati da Ceriana, Passo Ghimbegna, Viignai e Badalucco, dove c’è stata la sosta per il consueto spuntino di mezza via.

Quindi, di nuovo in sella fino a Molini di Triora, per l’aperitivo per terminare a Triora per il pranzo, preparato come di consueto dai ragazzi dalla splendida Pro Loco di Verdeggia.

Dopo il pranzo la bella giornata si è conclusa con la caccia al tesoro per le vie del paese, organizzata in modo da far conoscere ai motociclisti uno dei borghi più belli d’Italia.