Fuoristrada

Il Motard delle Minibike parte dalle Marche

Al via la nuova stagione su asfalto delle Minibike con importanti innovazioni ed un incremento di iscritti e case impegnate in un torneo divenuto, ora, una realtà.

 

La Minibike è da considerare una nuova disciplina entrata a far parte da pochi anni dei campionati titolati sotto egida FMI e che sta registrando un importante fenomeno di crescita. Quando FX Action propose le prime gare e i primi trofei, pochi avrebbero scommesso che in breve tempo queste gare destinate alle piccole 4 tempi sarebbero divenute un vero e proprio campionato titolato, con tanto di case impegnate ufficialmente e con molti piloti interessati a prendervi parte. Oggi esistono due campionati riconosciuti dalla FMI: il Campionato Italiano Minibike Cross e il Minibike Motard.

 

La sua formula è l’ingrediente di successo, rendendo queste manifestazioni abbordabili ai tanti praticanti. Il basso costo delle “motine” è il leit motiv predominante, oltre alla possibilità di potervi partecipare a tutte le età. La Minibike si può considerare la disciplina motociclistica per tutti.

 

Dopo il successo della prima prova tricolore delle Minibike Cross svoltasi in occasione di Motodays alla Fiera di Roma, sabato prossimo a Fermo presso il Kartodromo Dino Ferrari ci sarà la presentazione del Campionato 2010, ma sarà anche la giornata che anticipa lo start ufficiale del Campionato Italiano Minibike Motard 2010 fissato per domenica 28 marzo e che prenderà il via come consuetudine dalle Marche, una regione che conta numerosi appassionati e praticanti di questo sport.

Questa nuova stagione è caratterizzata da molte novità regolamentari. Una su tutte è quella designata per sviluppare la categoria Stock con motori di serie, altro elemento importante per contenere i costi e dare l’opportunità a tutti di cimentarsi alla pari. La proposta elaborata da FX Action e da FMI, sembra sia stata ben recepita dalle molte case che hanno appoggiato l’iniziativa e dai piloti tra quelli notoriamente più forti che hanno deciso di dimostrare il loro valore in campo migrando in questa categoria. Sarà un confronto eccezionale! Si potranno utilizzare, infatti, solo due tipi di motorizzazione, il “master” dei motori sarà al seguito di tutte le tappe corredato dalle fiches ufficiali confezionate dalla FMI. Questa scelta è un gran passo avanti per la disciplina. Un segnale preciso di collaborazione tra FMI, Promoter e le Case che hanno appoggiato e aderito all’iniziativa per tutelare il futuro di questa realtà.

Altra caratteristica importante di quest’anno è l’utilizzo obbligatorio del monogomma previsto per tutte le categorie. Si utilizzeranno solo pneumatici SAVA per il Campionato Italiano Minibike Motard e per il monomarca Challenge Mobster.

Le gare si preannunciano tutte interessanti. La Stock Agonisti vede già sulla carta numerosi nomi come probabili contendenti alla vittoria: Michele Cannistraro, il Campione Italiano 2009, esordirà in sella alla nuova moto, la Holeshot; nuovo mezzo anche il marchigiano Alceste Pallotta che scenderà in pista con la Bucci Moto deciso a dare battaglia; poi Francesco Levi, pluricampione della disciplina in sella alla Bucci Moto; Michael D’Ambrosio sarà all’esordio sulla WT Motors; Edoardo Santoro che approda da campione in questa categoria con la Mobster; Massimo Belloni in sella alla nuova ZPF; Alfonso Califano, forte pilota toscano, eccolo alla guida di una WT Motors. Grande attesa dunque per la Stock Agonisti, dove spettacolo e sano agonismo non mancheranno di sicuro.

La Stock Amatori è di sicuro la categoria più affollata. A Fermo ci saranno due griglie complete con molti piloti all’esordio in questo campionato. Tra questi anche tre ragazze al via: Daniela Gatti e Sara Panizzolo gareggeranno su Bucci Moto, ma occhi puntati anche su Giada Vezzù con la Naak. Un’incognita la previsione su chi potrà aggiudicasi la vittoria, questa sarà veramente una categoria che riserverà delle sorprese, una categoria dove il motivo principale di partecipazione è il divertimento puro, altro elemento che contraddistingue il successo di questo sport.

La Boymotard riservata ai ragazzini da 9 a 14 anni vedrà al via il fuoriclasse Alessio Finello su Bucci Moto che cercherà di difendere, anche quest’anno, il titolo italiano già vinto per due anni consecutivi. Finello, con questa stagione, si prepara al passaggio definitivo nella categoria superiore ma dovrà fare i conti con alcuni avversari di tutto rispetto come Ivan Chiarotti e Angelo Pastorino, entrambi su Bucci Moto, decisi ad accaparrarsi la tabella rossa.

La MB Open, riservata alle minibike preparate, sta attraversando un naturale momento di crisi. La  migrazione di alcuni piloti in altre classi, i costi elevati, la decisione di Case e Promoter di sviluppare maggiormente la Stock, ha penalizzato questa categoria che rimarrà comunque inserita nel contesto titolato.

Durante la stessa giornata del Campionato Italiano Minibike Motard sarà al via anche il CHALLENGE MOBSTER, il monomarca che prevede sei tappe in tour con l’Italiano. Anche quest’anno il monomarca riservato alle piccole 4 tempi si preannuncia ricco di partecipanti, Mobster sta seminando bene proponendo un trofeo a basso costo, con moto molto performanti e con una livrea inconfondibile. Vedere al via una griglia di minibike tutte uguali fa veramente un bel effetto e la casa piemontese, come sempre, organizza il tutto con grande professionalità. Sicuramente una “chicca” in più al seguito di questo campionato nazionale che non guasta.