Moto d'Epoca

Il mondo delle moto d’epoca di scena a Imola per le premiazioni 2007

Affollata anche più del previsto, la struttura ricettiva dell’Autodromo di Imola ha ospitato domenica 10 febbraio l’ormai tradizionale appuntamento con le premiazioni delle attività delle Moto d’Epoca. Velocità in pista, velocità in salita, trial, regolarità, cross, motoraid, senza dimenticare i “compagni di viaggio” dei Meeting in pista, il Trofeo FMI Sidecar e il Trofeo FMI Moto Elettriche, e l’esperienza del Trofeo del Mediterraneo. Lo stesso, tenutosi sui circuiti di Mores (SS), Binetto (BA) e Racalmuto (AG) ha dato vita nel 2007 ad un approccio diverso per l’attività motoristica al Sud, sia moderna che d’epoca, con il coinvolgimento dei Comitati regionali di riferimento ed un supporto istituzionale in termini di risorse umane.


 


Dopo una prima esposizione dei risultati della stagione, risultati che parlano di un incremento nel Registro Storico FMI ed in tutte le specialità in termini di medie dei partecipanti e di oltre duecento piloti per quanto attiene i Meeting in Pista, il Presidente della CME Massimo Mita alla presenza dei tanti presenti, di Giorgio Pizzichini, membro della Commissione Nazionale Turistica FMI ed Ivano Zatta, consigliere federale, ha illustrato i programmi 2008 tra cui quello dei Meeting in Salita.


 


 


Il progetto, ambizioso e delicato, verrà comunque ridiscusso entro la fine della settimana poiché, al di là della voglia di sempre nuove situazioni che siano a garanzia del patrimonio storico – motoristico e della cultura motoristica, non vi è alcuna volontà di ledere i soggetti attualmente impegnati nella Salita. Rimane comunque necessario che si ridiscuta la strategia di fondo dell’attività sia per quanto attiene le moto moderne che quelle d’epoca.


 


Nell’occasione quindi sono state consegnate le Coppe del Presidente, i premi alla carriera ed i riconoscimenti “Moto d’Epoca in Rosa”. Per quanto attiene i primi, la CME è tornata a premiare come consuetudine i piloti che hanno preso parte a più specialità. In assoluto il migliore Antonio Sangiorgio, al via nella Salita e nel Trial. Per la Coppa del Presidente riservata a coloro che si sono cimentati in diverse specialità ma del solo fuoristrada, in testa Enzo Quarin mentre nella Coppa per pista e salita su tutti ha prevalso Carlo Leoncini. Particolarmente toccanti quindi i momenti dedicati a Vittorio Mondani, Ettore Topolini, Giuliano Vernocchi, Francesco Villa e Luigi Rondelli per il loro contributo al mondo motociclistico. Tra una classe e l’altra quindi, sul palco sono state chiamate anche le protagoniste in rosa delle moto retrò: Manuel Ceruti, Barbara Fischer, Nadia Rossi, Lara Paiola e Mirella Lampis  a testimonianza di una passione che non è riservata ai soli uomini.

Info su calendari ed eventi www.federmoto.it